Nozze

Eleganza e attenzione ai particolari: l’abito dello sposo ha pochi segreti.

Anche per la scelta dell'abito da cerimonia per lo sposo è bene seguire regole ferree, per evitare di sfigurare al cospetto della propria compagna.

Se è vero che il giorno delle nozze gli occhi di tutti gli invitati sono puntati sulla sposa è anche vero che il ruolo dello sposo non sarà di semplice comparsa!

Ecco perchè va dedicata attenzione massima alla scelta dell’abito dello sposo, che non potrà risultare meno elegante della compagna che sarà al suo fianco.

Anche per l’uomo, naturalmente, valgono alcuni dei suggerimenti indicati per la scelta dell’abito da sposa (stagione in cui si svolge la cerimonia, location in cui si celebrano le nozze, caratteristiche fisiche dello sposo) anche se le attenzioni possono essere meno rigide rispetto alla donna.

La scelta dell’abito dello sposo è sicuramente semplificata.

Intanto i modelli, che possono essere a due o tre pezzi, con la presenza del gilet.

Il tight è indicato per cerimonie eleganti e non è annoverabile nella categoria “abiti da utilizzare anche in altre occasioni” a differenza di abiti più classici e meno sfarzosi.

Da evitare assolutamente lo spezzato se non si vuol correre il rischio di essere scambiato per un invitato, per giunta poco elagante!

E, poi, i colori, che normalmente vanno dalle tonalità del blu a quelle del grigio.

C’è chi azzarda vestiti bianchi o colorati ma si tratta di casi limite in cui è fondamentale disporre di opportuno phisique du role onde evitare di diventare il centro dell’attenzione dell’ilarità collettiva.

C’è poi la scelta della camicia da indossare, scelta che ovviamente è strettamente connessa al tipo di abito. Il bianco prevale come colore cult, ma non sono rari i casi in cui lo sposo opta per un tono su tono, legando il colore della camicia a quello dell’abito.

Infine, gli accessori: cravatta, farfallino, plastron, pochette e boutonniere possono rivelarsi elementi che fanno la differenza.


Spot