fbpx
Applausi a venezia per il Film 'E' stato il figlio', di Daniele Ciprì.
Spettacoli

Festival di Venezia: “E’ stato il figlio” il nuovo film di Daniele Ciprì in arrivo nei cinema Italiani.

La periferia palermitana fa da sfondo alle vicende di una famiglia alle prese con un’improvvisa ricchezza scaturita da un risarcimento come vittime di mafia: questo è alla base di “E’ stato il figlio”, il nuovo film di Daniele Ciprì nelle sale italiane dal 14 settembre.

La pellicola, tra le tre italiane in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia 2012, è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo dello scrittore palermitano Roberto Alajmo. Nel cast, insieme al protagonista Toni Servillo (tra gli interpreti anche di un altro film in concorso a Venezia, la Bella Adormentata di Bellocchio), ci sono Giselda Volodi, Alfredo Castro, Fabrizio Falco e Aurora Quattrocchi. [wp_bannerize group=”Adsense 300″] La trama narra la storia di una famiglia palermitana che si arrabatta per la sopravvivenza. All’improvviso un tragico incidente sembra cambiare il destino degli sfortunati Ciraudo: un proiettile colpisce a morte la componente più piccola della famiglia.

Tra la disperazione di tutti, si apre uno spiraglio per cambiare almeno la condizione economica, dal momento che nessuno potrà ridare la vita alla piccola: chiedere un risarcimento come vittime della mafia.

Dopo una serie di vicende tragicomiche, la somma pare essere concessa, ma la famiglia Ciraudo si indebita prima di ricevere i soldi e finisce nelle mani di un usuraio. All’arrivo dei soldi, che in parte servono a ricucire i debiti, la somma rimanente viene spesa con l’acquisto di una Mercedes, apparentemente simbolo di riscatto sociale.

Ma è solo una metafora per far comprendere le contraddizioni che scaturiscono dal fallimento dei rapporti umani e dai limiti culturali.


Spot

Spot

Spot