Home » Arte e Cultura » Giornate Fai di Primavera 2018: la Campania svela i suoi tesori.
Napoli museo archeologico

Giornate Fai di Primavera 2018: la Campania svela i suoi tesori.

Il 24 e 25 marzo 2018 tornano la Giornata di Primavera del Fai, l'evento promosso dal Fondo per l'Ambiente Italiano, che preannuncia la possibilità di scoprire quasi 1000 siti sparsi in tutto il Paese.

E’ tra i più importanti appuntamenti di piazza dedicati alla cultura italiana.

Un momento atteso da milioni di italiani, cui viene offerta la possibilità di scoprire, in una domenica, i grandi tesori della cultura e dell’arte, spesso nascosti alla vista.

La Campania, con il suo ricco patrimonio, come sempre farà la sua parte e si prepara ad accogliere le migliaia di visitatori che sceglieranno le sue bellezze nel fine settimana del 24 e 25 marzo 2018, il primo dopo l’ingresso della stagione più mite.





Programma Giornata FAI 2018 a Napoli.

Numerosi i siti visitabili sabato 24 e domenica 25 marzo a Napoli e provincia. In città saranno aperti il Chiostro Sant’Agostino alla Zecca a Palazzo Ascarelli, il Real Museo Mineralogico e Museo Zoologico, il Palazzo della Borsa, sede Camera di Commercio, Palazzo Reale, la Crociera Inferiore Galleria Umberto I e Salone Margherita, il Circolo Artistico Politecnico, gli Appartamenti privati di Ferdinando II, il Memus: Museo e Archivio Storico del Teatro di San Carlo, il Mausoleo di Posillipo, Villa Rosebery: parco e palazzina Borbonica.

A Pozzuoli si potrà visitare l’Accademia Aeronautica mentre a Nola, la Chiesa di San Biagio, Palazzo Orsini e il Complesso di Santa Chiara.

A Bacoli, sarà aperto il Parco Archeologico di Cuma, a Sorrento, la Villa Romana dei Bagni della Regina Giovanna, la Basilica di Sant’Antonino, il Bastione di Parsano e le antiche mura urbane.

A Massa Lubrense, infine, il FAI invita a visitare la Baia di Ieranto e la Chiesa del Santissimo Salvatore nel Borgo di Schiazzano.

Programma Giornata FAI 2018 a Salerno.

In provincia di Salerno sarà aperto il Museo dell’Opera del Duomo di Ravello, mentre ad Amalfi si potrà visitare  il Museo Diocesano ed inoltre è in programma l’escursione del Cai, Da Amalfi a Ravello lungo il Dragone.

A Salerno, le Giornate di Primavera del FAI consentiranno di visitare il Museo Diocesano “San Matteo”: collezione eburnea medievale, Duomo di Salerno: la Cappella del Tesoro di San Matteo, Curia Arcivescovile: il Presepe di Anna Barone De Riso, Pinacoteca Provinciale: la Sala dei Polittici e la mostra “Il recupero di un patrimonio devozionale minore”, La chiesa di San Giorgio, Palazzo Conforti: preziosi dipinti inediti del XVIII sec., Sede FAI, Aula di Culto di Palazzo Pedace.

Programma Giornata FAI 2018 a Avellino.

In provincia di Avellino, il Fai punta su Lauro, tra i comuni più ricchi di storia dell’Irpinia. Sabato 24 e domenica 25 marzo 2018 si potranno visitare il Castello Lancellotti, la Chiesa di Santa Maria della Pietà, la Chiesa di Santa Maria Assunta in Pernosano.

A Cassano Irpino, invece, sarà aperta la Sorgente Pollentina.

Programma Giornata FAI 2018 a Caserta.

Nel casertano, riflettori accesi su Santa Maria Capua Vetere ed alcuni dei suoi più bei monumenti. Sabatao 24 e domenica 25 marzo 2018  si potrà far visita al Museo Civico e Archivio Storico, Centometriquadri – Museo Arte Contemporanea, Domus di Via degli Orti, Officina dei Bronzi, Anfiteatro Campano, Il Mitreo, Teatro Garibaldi, Palazzo Papa, Basilica di Santa Maria Maggiore, Domus Confuleius (bottega del tintore), Museo Archeologico dell’Antica Capua, Museo dei Gladiatori e l’Arco di Adriano.

A Caserta, invece, sarà aperto il Palazzo della Prefettura mentre a Riardo sarà aperto il Parco delle Sorgenti Ferrarelle.

Programma Giornata FAI 2018 a Benevento.

In provincia di Benevento, per le giornate FAI di Primavera ci si potrà recare a Guardia Sanframondi e far visita al Municipio e Museo Civico, alla Chiesa di San Rocco, alla Fontana del Canalicchio, alla Fontana della Portella, Fontanino (abbeveratoio), Museo delle Farfalle, Palazzo Sellaroli (solo esterno), Fontana dei due mascheroni, Palazzo del Comune antico e la fontana di Piazza Antica, Borgo degli Artisti, Fontana del Popolo, Santuario dell’Assunta, Domus mata (Palazzo Piccirilli), Fontana di Fontanella, Castello Medievale, Chiesa Ave Grazia Plena, Cappella di San Pascasio e la Chiesa di San Sebastiano.

A Sant’Agata de’ Goti, in occasione delle Giornate di Primavera del FAI saranno aperti la Porta San Marco, il Lavatoio Reullo, la Chiesa di San Francesco e il Palazzo San Francesco.



Send this to a friend