Greco di Tufo Sertura DOCG
Greco di Tufo Sertura DOCG
Cucina e Gastronomia

Greco di Tufo DOCG Sertura: fresco e minerale,il vino ideale per l’estate.

Il Greco di Tufo DOCG Sertura si sposa egregiamente ai piatti a base di pesce come pure alle carni bianche. Fresco e minerale, è un vino ideale per brindare all’inizio della bella stagione.

Il Greco di Tufo DOCG è sempre uno dei bianchi più apprezzati del Sud Italia e l’azienda vinicola irpina Sertura lo produce nel rispetto dei canoni della tradizione che l’hanno reso prestigioso e ricercato.

Ancora di più se immaginato nell’ottica della bella stagione, quando i piatti si snelliscono, i sapori si esaltano nella loro freschezza e la cucina di mare riempie prepotentemente le tavole.

Si pensi a una fresca insalata di baccalà o a una tiepida insalata di mare; a un antipasto a base di frittura di alici; a uno spaghetto alle vongole come pure a un pesce al sale.

Il Greco di Tufo DOCG, con le sue note delicatamente minerali, con l’innata freschezza al palato e gradevole persistenza, si presenta versatile nell’accompagnare un piatto che sia antipasto, primo o secondo.

Esso è ottenuto da uno dei vitigni bianchi più illustri del Sud Italia, con una storia lunghissima che ne esalta da sempre le caratteristiche distintive e le peculiarità.

Un vitigno le cui prime testimonianze scritte risalgono già al I secolo a.C., quando si dice venne innestato di provenienza dalla regione greca della Tessaglia e di cui ulteriori riferimenti alla sua storia sono rinvenibili in un affresco presente nell’antica città di Pompei come pure nelle parole di Plinio il Vecchio.

L’azienda vitivinicola Sertura di Giancarlo Barbieri fin dalla sua prima annata produce un Greco di Tufo DOCG che soddisfa il palato, ottenendo ottime referenze e critiche da un pubblico esperto oltre che dai semplici amanti del buon vino.

Con la coerenza che la contraddistingue fin dalla sua nascita, Sertura continua a lavorare con l’obiettivo di esprimere nella maniera migliore il carattere e i sapori del suo territorio d’origine, allevando le sue viti su terreni di medio-impasto a prevalenza argillosa e affinando il vino ottenuto per tre mesi su fecce fini in acciaio e per due mesi in bottiglia.

Il Greco di Tufo Sertura si presenta come vino dal vivo colore giallo paglierino tendente al dorato.

Al naso evidenzia ampi sentori di pesca bianca, pera, mela, note floreali ed erbe di campo, mentre in bocca si mostra equilibrato e persistente, con note che ricordano frutta a polpa gialla, anche tropicale, e una vibrante scia fresco-sapida.

Questo vino si sta facendo strada tra i gusti delle persone grazie alla versatilità con la quale è possibile abbinarlo a diverse tipologie di cibo.

Trovarlo è semplice, presso alcuni dei migliori ristoranti irpini e di fuori regione, ma anche acquistandolo direttamente in cantina.

  • Per informazioni: Sertura, vini d’Irpinia telefono 0825.1910307 – 388.8992450. sito web www.sertura.it


Spot

Spot

Spot