fbpx
Arte e Cultura

Henri Cartier Bresson in mostra a Roma all’Ara Pacis

Fino al 6 gennaio 2015 una grande retrospettiva dedicata al fotografo Henri Cartier-Bresson si svolge a Roma presso gli spazi espositivi dell’Ara Pacis.

In esposizione una ricca raccolta di oltre cinquecento pezzi tra fotografie, stampe, documenti, riviste, libri e disegni in occasione dei dieci anni dalla morte del fotografo. Questa è senza dubbio la più completa mostra dedicata all’artista Cartier-Bresson mai organizzata fino a oggi.

L’esposizione rappresenta infatti un’occasione importante per conoscere il lavoro del fotografo francese anche oltre il fatidico “momento dello scatto”, raccontando il genio dell’artista nella sapiente cattura del movimento e nella cura della composizione.

Mentre le mostre organizzate in precedenza hanno quasi sempre tentato di evidenziare l’unità del lavoro del fotografo francese, questo evento è stato ideato per trasmettere al pubblico la versatilità e le differenti personalità di Cartier-Bresson. Egli viene infatti trasmesso al pubblico nelle vesti di fotografo, vicino al movimento Surrealista intorno agli anni Trenta, militante documentarista della Guerra civile spagnola e della Seconda guerra mondiale, reporter degli anni Cinquanta e Sessanta e infine, cominciando negli anni Settanta, artista intimista.

Henri Cartier-Bresson (1908 – 2004) è considerato un pioniere del foto-giornalismo, tanto da essere chiamato con l’appellativo di “occhio del secolo”. L’artista ha anche avuto il merito di contribuire a far uscire la fotografia di stampo surrealista da un pubblico di nicchia aprendola a un pubblico più ampio e variegato.

Sono solo tre le tappe mondiali di questa grande mostra. Oltre all’ appuntamento romano, la precedente tappa a Parigi e l’ultima conclusiva a Madrid.

Gli orari per assistere alla grande retrospettiva dedicata al fotografo Henri Cartier-Bresson sono dal martedì alla domenica dalle 9 alle 19 (la biglietteria però chiude un’ora prima).

Spot

Spot

Spot