fbpx
Hugh Coltman
Hugh Coltman
Spettacoli

Ad Avellino, Hugh Coltman in concerto a “I Senzatempo”.

Alla rassegna de I Senzatempo, in occasione del suo primo tour Italiano, Hugh Coltman che con il suo quartetto presenta al pubblico l’album omaggio al grande Nat King Cole “Shadows, songs of Nat King Cole”.

Una nuova opportunità per la cittadinanza di assistere a un indimenticabile spettacolo di musica di qualità, grazie alla costanza nella ricerca di talenti in giro per il mondo dell’Associazione avellinese presieduta da Luciano Moscati.

<<Siamo fieri e molto contenti di ciò che siamo riusciti a creare durante questi anni. – parla di bilanci Moscati – Portiamo in città grosse realtà internazionali e ormai siamo molto conosciuti nell’ambiente tanto da avere la porta aperta in tutte le occasioni. Mi riferisco ad esempio ad artisti che normalmente si esibiscono in teatro e difficilmente lo fanno in un club, ma che accettano volentieri di esibirsi nel nostro. E’ bello ricevere riconoscimento e rispetto da parte del settore, sia in Italia sia all’estero, potendo contare sempre sulla disponibilità di tutti. Sicuramente questo è un motivo di orgoglio e di riconoscenza per il nostro operato>>.

Anche nel caso di Hugh Coltman è stato così?

<<Coltman quest’anno affronta il suo primo tour italiano e si è concesso solo una data in un club, il nostro, perché le sue sono esibizioni in teatro. Ci tengo a sottolineare questo aspetto affinché venga ulteriormente compreso il valore degli artisti che ci vengono a omaggiare della loro presenza e del lavoro costante e prezioso che tutto il gruppo cerca di portare avanti con non poca fatica>>.

Bilancio assolutamente positivo dunque. C’è anche qualche rammarico?

<<Forse il fatto che paradossalmente siamo più conosciuti fuori Avellino che in città. Se Avellino si accorgesse di più di queste realtà esistenti sul proprio territorio e di ciò che di culturale la città riesce a offrire i risultati sarebbero anche migliori. Il concetto di Associazione potrebbe rappresentare un limite, in quanto possono accedere solo i soci. La gente la vive come un circolo chiuso, ma così non è, anzi. Basti pensare che diventare socio è solo una formalità>>.

Dopo il concerto di di Hugh Coltman l’Associazione I Senzatempo si appresta a ospitare gli ultimi due spettacoli nel mese di maggio e a chiudere l’edizione corrente in attesa degli appuntamenti della prossima stagione.

Appuntamento dunque sabato 23 aprile alle ore 20.30 presso l’Hotel de la Ville con la musica di Coltman che giunge in Italia accompagnato da un quartetto d’eccezione: Thomas Naim alle chitarre, Paul Lay al pianoforte, Christophe Mink al contrabbasso e Chassin alla batteria.

Coltman, con un passato da musicista blues e pop, usa le proprie particolarissime doti vocali in uno stile completamente diverso, il jazz, immergendosi nella musica e nelle atmosfere fumose ed eleganti della musica di Nat King Cole, eternamente attuale.

Da questo strano percorso è nato l’album nell’agosto del 2015 e che si è trasformato poi in un omaggio che l’artista ha fatto alla madre attraverso quella musica che gli faceva ascoltare da bambino.

Ricerca ed emozione, pensiero e passione, “Shadows” è soprattutto questo. Chi avrà la sensibilità di sentire, non limitandosi ad ascoltare, accoglierà la sintesi tra questi elementi.

Apriranno il concerto due giovani talenti della musica jazz: Marco Pericolo e Bruno Fontana, voce e piano. L’Associazione I Senzatempo, sulla scia di “Avellino suona bene”, continua così anche la promozione dei giovani talenti del territorio.

Per info e prenotazioni: info.senzatempo@libero.it .

Spot

Spot

Spot