fbpx
Arte e Cultura

I libri per l’estate 2012 da non perdere: Carofiglio, de Luca, Gramellini e Fabio Volo.



Per chi ha scelto di andare in vacanza a metà agosto e per impegnare al meglio il resto dell’estate 2012, approfittando della maggiore disponibilità di tempo libero, ecco una serie di libri che possono stuzzicare l’interesse dei palati più diversi.

Massimo Gramellini, noto giornalista e scrittore torinese, ripercorre il difficile percorso interiore per accettare la morte della madre avvenuta quando aveva nove anni in un libro autobiografico dal titolo “Fai bei sogni”. Il romanzo sembra dedicato a tutti coloro che nella propria esistenza abbiano perso qualcosa e, vittime della sofferenza paralizzante, abbiano rifiutato di accettare la

Le prime luci del mattino” è l’ultimo titolo di Fabio Volo, ormai giunto al suo sesto romanzo. Il poliedrico artista lombardo occupa nuovamente classifiche, mani e borse dei viaggiatori, e i comodini dei romantici di mezza Italia. Anche la critica non ha potuto evitare di constatare che Volo si sia ormai consolidato come fenomeno editoriale, oltre che di costume. Pubblicato a ottobre 2011, “Le prime luci del mattino” ha come protagonista una giovane donna in carriera, Elena, alle prese con un matrimonio ai limiti della monotonia. Infelice, decide di dare una svolta alla sua esistenza, convincendosi di meritare la felicità che non sembra aver bussato alla sua porta. Almeno non ancora.

Molto interessante è “I pesci non chiudono gli occhi”, frutto della vibrante penna di Erri De Luca. Lo scrittore e poeta napoletano immagina le sensazioni di un uomo che cinquant’anni dopo riguarda le mani, il volto e i sogni di un bambino di dieci anni attraverso la crescita e il passaggio dall’adolescenza all’età matura. Ambientato nei caldi mari del golfo di Napoli, racconta la storia del ragazzino che, durante una lunga estate, impara l’arte della pesca e, insieme, l’arte di vivere, prendendo le distanze dal mondo che lo circonda e scoprendo così nuove dimensioni dell’esistenza. Erri De Luca sorprende con frasi e pensieri su cui non si può fare a meno di riflettere profondamente.

Finalista al Premio Strega 2012, “Il silenzio dell’onda” del magistrato Gianrico Carofiglio è un romanzo drammatico la cui storia non si snoda nelle consuete vie baresi dell’autore, ma a Roma, con protagonista Roberto, sottufficiale dei carabinieri. Nel suo passato c’è un episodio terribile dal quale non riesce a liberarsi. Da ragazzino aveva imparato con il padre a cavalcare le onde, a sfidarle senza temerle mai. Ma non sarà così per sempre. Coinvolgente e intenso, in questo romanzo si intrecciano i difficili rapporti tra padri e figli, e le paure, i sogni e le fragilità degli uomini.

Per chiudere la cinquina con ironia ecco “L’educazione delle fanciulle. Dialogo tra due signorine perbene”, il nuovo libro di Luciana Littizzetto e Franca Valeri. La briosa coppia ci regala un inventario dei comportamenti tipici degli uomini e delle donne nei confronti dell’amore, dagli anni Trenta fino a oggi. Nessun tema escluso. Dalle dinamiche di coppia, ai figli, dall’arte culinaria al sesso. Due voci diverse, due generazioni a confronto che procedono all’unisono.

Spot

Spot

Spot