fbpx
I Migliori Bar Italiani
Cucina e Gastronomia

I migliori bar italiani secondo la Guida 2013 di Gambero Rosso.



Quali sono i migliori bar d’Italia? E quali i valori e gli aspetti più ricercati quando ci si reca davanti a un bancone?

Gambero Rosso ha presentato la sua tredicesima “Guida Bar d’Italia 2013” nella quale ha riunito ben 1700 locali classici e innovativi di cui 31 hanno guadagnato il massimo riconoscimento delle tre tazzine e tre chicchi, 112 (in aumento rispetto agli scorsi anni) premiati con tre tazzine e due chicchi, 65 con due tazzine e tre chicchi, 150 i nuovi ingressi in guida. I chicchi si riferiscono alla qualità del caffè inteso proprio come bevanda, mentre le tazzine (da una a tre) racchiudono il giudizio complessivo sul locale in base a parametri quali: l’offerta, il servizio, l’igiene e l’ambiente.

Il Premio Illy “Bar dell’anno” è andato al 300mila Lounge di Lecce, per la capacità di incarnare l’imprenditoria virtuosa del Sud valorizzando i gusti e i sapori del territorio. Menzione speciale della giuria a Tuttobene di Campi Bisenzio (Fi) per la giusta mediazione tra alta qualità e grandi numeri. Menzione ad personam a Corrado Assenza del Caffè Sicilia di Noto (Sr), fuoriclasse della pasticceria italiana. E per gli aperitivi? Premio aperitivo dell’anno assegnato da Sanbittèr&Gambero Rosso al Bar Settembrini Café di Roma per la formula aperitivo più originale e divertente.

La regione con il maggior numero di locali premiati si riconferma il Piemonte (8 locali), seguono Lombardia, Veneto e Sicilia (4 locali), Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana, Lazio (2). Un locale sul podio per Emilia Romagna, Abruzzo e Puglia.

Ma quali sono dunque gli ingredienti vincenti per conquistare i frequentatori dei bar? Qualità dei prodotti, cura del dettaglio e servizio cortese (meglio se accompagnato sempre da sorrisi e saluti, perchè di questi non se ne ha mai abbastanza). 😉

Spot

Spot

Spot