fbpx
Arte e Cultura

Il Tesoro di San Gennaro arriva a Parigi: prima volta fuori dall’Italia

Dopo il successo della tappa romana, che era stata la prima occasione di uscita dalle mura partenopee, giunge a Parigi la mostraIl tesoro di Napoli – I capolavori del Museo di San Gennaro” (“Le tresor de Naples – Les Joyaux de San Gennaro”), esclusiva occasione per ammirare dal vivo circa novanta capolavori dell’arte orafa tra le più rinomate al mondo, e ancora importanti pezzi sacri, dipinti, documenti originali.

Sarà il Museo Maillol di Parigi, dal 19 marzo al 20 luglio 2014, a ospitare per la prima volta fuori dal territorio italiano parte dei beni che arricchiscono il napoletano Museo del Tesoro di San Gennaro.

Evento molto importante anche nell’ambito degli scambi culturali tra le due nazioni, curato da Paolo Iorio, direttore del Museo di San Gennaro, e dallo storico francese dell’arte Jean-Loup Champion, con la scenografia di Hubert Le Gall.

Una rilevanza artistica ed economica di raro pregio, legata alle donazioni delle figure di maggiore importanza della nobiltà del tempo, che in questo modo ambivano a garantirsi le grazie del miracoloso protettore.

Tra gli oggetti di maggior pregio della mostra, dal valore inestimabile, la Mitra e la Collana. La prima, forgiata nel 1713, è in argento dorato e contiene ben 3326 diamanti, 164 rubini, 198 smeraldi e 2 granati; la Collana, tra i gioielli più preziosi che esistano, è invece datata 1679, fatta di oro, argento e pietre preziose di diverse fatture e provenienze.

In esposizione anche il Calice in oro zecchino donato da Papa Pio IX come gesto di ringraziamento per l’ospitalità napoletana, la Croce episcopale in oro e brillanti da parte di Umberto I e Margherita di Savoia, e ancora il Calice in oro e pietre preziose commissionato da Ferdinando di Borbone, l’ottocentesco Ostensorio in argento e rubini donato da Gioacchino Murat e quello in oro di Maria Teresa d’Austria.

Un ricco patrimonio che racconta non solo la storia di un’intera popolazione e di una città, ma di un culto diffuso e partecipato nei confronti del Santo Patrono di Napoli.

Spot

Spot

Spot