Jacopo della Quercia e Donatello in mostra a Siena

“Da Jacopo della Quercia a Donatello. Le arti a Siena nel primo Rinascimento” è il titolo di un’importante mostra dedicata al Rinascimento senese.

La mostra si svolegerà in diverse zone del comune di Siena: il Complesso di Santa Maria della Scala (sede principale), il Duomo, la Cripta e il Battistero, il Museo dell’Opera della Metropolitana, il Museo Diocesano e la Pinacoteca Nazionale.

In esposizione 306 opere, 20 polittici ricostruiti, 25 restauri,10 saggi scritti dai importanti studiosi internazionali.

Le opere sono state prestate da musei e da collezionisti privati sparsi in tutto il mondo.

La mostra si sviluppa in tre sezioni.

La prima dedicata al grande scultore Jacopo della Quercia (Siena, 1371 ca. – 1438) con l’ esposizione della Madonna della melagrana, i marmi scolpiti per la Fonte Gaia a Siena (1414-1419),   l’Annunciazione della Collegiata di San Gimignano (1421-1426) e la Madonna col Bambino del Louvre.

Il percorso del visitatore prosegue in altre due sezioni dedicate alla pittura. In una sezione vi sono i pittori senesi  come i fratelli Lorenzetti e da Simone Martini mentre l’altra sezione vi sono i maestri forestieri che, lavorarono a Siena , ed ebbero un ruolo principale nel’arte senese verso il Rinascimento. Tra questi ricordiamo Lorenzo Ghiberti e Donatello.


Sostieni Agendaonline.it con una piccola donazione.

Ogni giorno siamo orgogliosi di offrire gratis i nostri contenuti a migliaia di persone.

Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico.

Per questo chiediamo a chi legge di sostenerci per contribuire alla crescita del nostro giornale on line

Dona un contributo anche minimo ma fondamentale per il nostro lavoro.

blank

Inoltre sono presenti una serie tessuti  preziosi e rari cofani, cassoni e un nucleo di codici miniati.  La mostra prosegue verso il Duomo dove sono conservati le opere di Nicola e Giovanni Pisano, Duccio di Buoninsegna e Gian Lorenzo Bernini.

Nel Museo dell’Opera, invece, è stata allestita una sezione dedicata a Gregorio di Cecco, Domenico di Niccolò “dei Cori” e altri. Inoltre nel Museo sono conservati delle opere dell’arte senese provenienti dalla cattedrale come la Maestà e la grande vetrata di Duccio di Buoninsegna .

Per concludere raggiungendo il Battistero si potrà ammirare l’importante scultura di epoca rinascimentale a Siena: Fonte battesimale.  Per questa opera hanno collaborato Jacopo della Quercia, Lorenzo Ghiberti e Donatello.

Informazioni Evento:

  • Fine mostra: 11 luglio 2010
  • Costo del biglietto: 12,00 euro
  • Luogo: Siena, Complesso di Santa Maria della Scala
  • Orario: tutti i giorni compresi i festivi

Spot

Spot

Share via