Spettacoli

Kate Moss musa di George Michael nel videoclip White Light.

Kate Moss è la protagonista femminile assoluta del video dell’ultimo singolo “White Light” del cantante britannico George Michael. Nello scrivere il testo del suo brano, l’ex leader degli Wham! si è ispirato al lungo periodo durante il quale ha dovuto lottare contro la grave forma di polmonite che l’ha compito lo scorso inverno, costringendolo a trascorrere tre settimane in bilico tra la vita e la morte.

Il video musicale, che vede protagonisti George Michael e Kate Moss, si apre con le immagini di un deserto ma, quasi subito, si alternano con un ritmo vorticoso flashback e ricordi che sfociano in scene ambientate in una stanza di ospedale al ritmo di “I’m Alive” (“Sono vivo”). E’ a questo punto che compare Kate Moss nel ruolo di “salvatrice”.

George Michael su Twitter

Sul suo profilo Twitter, George Michael dedica la canzone a tutti coloro che gli hanno dato sostegno durante quel periodo buio della sua vita e, della sua amica Kate scrive: “…nel video una certa supermodella (la nostra Kate) mi salva la vita. Abbiamo girato due finali alternativi, uno in cui mi fa la manovra di Heimlich, l’altro in cui fa la respirazione bocca a bocca. Ma non per davvero. Ma onestamente lei è la mia salvatrice, almeno nel video!”.

Tour George Michael

George Michael sarà in tour in Europa a settembre ed ottobre con spettacoli in Austria a Vienna, Francia a Parigi, Belgio a Brussels e Regno Unito, varie tappe in tutto il paese. A Novembre e dicembre volerà in Australia. Per il momento, non sono previsti concerti di George Michael in Italia.

Video musicali Kate Moss

La supermodella inglese, Kate Moss,  non è nuova al grande pubblico della musica. Oltre ad aver collaborato ad alcuni singoli (in particolare con l’ex fidanzato Pete Doherty, cantante e chitarrista della band indie rock inglese Babyshambles), la Moss è apparsa tra gli altri nei video di Johnny CashDelia’s Gone” e “God’s Gonna Cut You Down”, in quello di Elton JohnSomething about the Way you look Tonight” e nel più recente e sensuale “I just don’t Know What to Do With Myself” della band The White Stripes nel 2003.


Spot

Spot

Spot