fbpx
Arte e Cultura

L’arte del vetro di Murano in mostra in Belgio

L’antica arte del vetro di Murano sbarca in Belgio, e precisamente al Design Museum di Gent, che dedica una grande mostra alla Seguso Vetri d’Arte, fornace che ha contribuito a scrivere la storia del vetro di Murano del XX secolo.

Aperta fino al 2 marzo 2014, l’esposizione “Seguso Vetri d’Arte: 1932-1973”, rappresenta un viaggio attraverso la storia e la tradizione della famiglia Seguso, dedita all’arte del vetro fin dal 1397, e di una vetreria caratterizzata da innovazione, grazie alla direzione artistica di Flavio Poli.

190 opere, tra cui numerosi i pezzi rari, come una preziosa Valva Siderale e straordinari Sommersi. Vere e proprie pietre miliari nell’ambito delle sviluppo di questa fondamentale attività artigianale del made in Italy, i vetri Seguso sono stati celebrati anche nelle Biennali di Venezia, nelle Triennali di Milano, nelle Esposizioni Internazionali di Parigi, oltre a vincere diversi riconoscimenti.

Frutto di dieci anni di ricerca del grande esperto di storia del vetro muranese, il belga Marc Heiremans, questa mostra segue l’esposizione di successo svoltasi durante l’estate presso il Museo del Vetro di Murano e promossa dalla Fondazione Musei Civici di Venezia.

La storia della nota vetreria veneta inizia dalla sua fondazione ufficiale nel 1933, nonostante già attiva in precedenza, divenendo ben presto conosciuta e apprezzata a livello internazionale. Le sue realizzazioni di prestigio infatti vengono destinate a case reali, rinomati albergi, musei, teatri.

Nel 1973 l’azienda, da sempre appartenuta alla famiglia Seguso, viene ceduta. Il percorso espositivo termina appunto nel 1973 ma non la storia della Seguso Vetri d’Arte.

Nel 2008 Gianluca e Pierpaolo – 23esima generazione della dinastia vetraria – hanno riportato Seguso Vetri d’Arte nelle mani di famiglia, riprendendo il cammino lì dove era stato interrotto, riallacciandosi alle collezioni più significative del suo percorso stilistico.

Spot

Spot

Spot