Home » Arte e Cultura » Quando la “voce è in salute”, il convegno di Ateneo Alea.
Arte e Cultura

Quando la “voce è in salute”, il convegno di Ateneo Alea.

L’Associazione avellinese "Ateneo Alea", accademia di Canto e Musica, organizza il convegno“La voce in salute,Il ruolo della medicina nel canto”. Interverranno medici ed esperti.

La voce ed il ruolo della medicina nella cura dei disturbi all’apparato fonatorio nel convegno organizzato dall’Associazione avellinese “Ateneo Alea”.

Il canto, è cosa ben risaputa, possiede enormi effetti terapeutici.

E, allo stesso tempo, la voce rappresenta un aspetto rilevante in ambito medico, tanto da rappresentare una priorità in diverse specializzazioni della medicina, a partire dalla diagnosi fino alle terapie più appropriate per curare i disturbi della voce.

Cosa sarebbe l’uomo, infatti, se non potesse esprimersi attraverso i suoni emessi dalla sua bocca?

Quanto è importante il ruolo svolto dalla voce?

E in che maniera la medicina svolge il suo compito nell’aiutare l’individuo a preservare il proprio apparato fonatorio?

Di questi e di tanti altri interessanti interrogativi si parla nel prossimo appuntamento promosso e organizzato da “Ateneo Alea”- Accademia di Canto e Musica – presieduta dall’artista lirico Lucia Gaeta, soprano del Teatro San Carlo di Napoli.

Nell’ambito delle sue iniziative culturali, questa volta l’Associazione artistico musicale senza scopo di lucro avellinese vuole promuovere la corretta diffusione della cura della voce, affidando l’evento a importanti nomi della medicina campana.

La voce in salute – Il ruolo della medicina nel canto” si svolge domenica 2 aprile alle ore 9.00 presso la sede dell’Associazione.

Le introduzioni e i saluti iniziali sono affidati alla stessa Lucia Gaeta, mentre gli interventi al dottor Felice Rotondi Aufiero, dermatologo, chirurgo plastico e responsabile UOSD di dermatologia e dermochirurgia Azienda Moscati di Avellino, al dottor Luigi Capuano, otoiatra, audiovestibologo e foniatra, e al professor Maurizio Iemma, otoiatra, direttore UOC di otorinolaringoiatria e patologie cervico-facciali Az. Osp. Univ. “San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona” Salerno.

Dottoressa Gaeta, per domenica avete organizzato un incontro che ha una grande valenza sociale, visto appunto il ruolo che la voce assume nella vita di ognuno di noi.

<<La voce è il suono dei nostri pensieri, racconta di noi, esprime ciò che proviamo intimamente e che vogliamo comunicare al mondo che ci circonda. – ci spiega Lucia Gaeta – Possiamo dire che è lo strumento principe. Basti pensare a quanti strumenti musicali nascano con il tentativo di simulare la voce umana. L’organo fonatorio racchiude un’importanza incredibile, e ci sono tante professioni che se ne avvalgono pienamente, dal giornalista al docente, dall’attore all’avvocato. E’ per questo motivo che, quando ci si ammala a questo organo, si è avvolti da una grande sofferenza, soprattutto per l’incapacità di vivere a pieno il mondo. Ci avvaliamo di grandi professionisti del settore medico per stimolare l’opinione pubblica a pensare di più alla voce e a quanto sia fondamentale prendersene cura. La voce, infatti, è uno strumento perfetto ma, se è trattato male, rischia di subire numerosi e anche gravi danni>>.

Gli Allievi dell'Ateneo Alea in un saggio di fine anno
Gli Allievi dell’Ateneo Alea in un saggio di fine anno

La sua Associazione si occupa ad ampio raggio della voce, appunto, a partire dal canto. Da cosa nasce il nome Ateneo Alea?

<<Ateneo Alea nasce dal principio compositivo “alea”, molto sviluppato negli anni Sessanta e sinonimo di mancanza di vincoli compositivi, una composizione insomma che si fonda sulla libertà di espressione e di scrittura. Il termine “ateneo”, invece, è stato scelto per sottolineare l’idea di professionalità e di impegno profuso nelle attività da noi condotte>>.

Cos’è per voi la musica?

<<Nella nostra concezione essa è svincolata da legami immutabili ed eterni. E’ una forma di comunicazione che unisce, una forma di comunione vera e propria, è interazione. Proprio per questo motivo, la nostra Associazione è aperta a tutti a prescindere dall’età anagrafica e dalle competenze. La musica altro non è che una delle forme d’arte migliori per esprimere la personalità di ognuno. Ed è solo la passione per la musica a dirigerci e il canto, in particolare, ci riunisce in un’unica anima piena di passione>>.

Oltre agli eventi culturali e divulgativi, cosa propone la vostra associazione e quali corsi è possibile seguire?

<<Organizziamo corsi di canto, musica, musicoterapia, yoga, dizione e da quest’anno ci occupiamo anche di musical (tra i prossimi eventi ci sarà infatti una master class con un esperto di musical). Come dicevo pocanzi, siamo aperti ad accogliere chiunque sia appassionato di musica a tutto tondo, senza vincoli né limiti, in un’ottica inclusiva e orientata a condividere una passione comune con armonia e divertimento>>.

L’evento “La voce in salute – Il ruolo della medicina nel canto” in programma domenica 2 aprile è aperto al pubblico a ingresso libero.

Per tutte le informazioni sull’Associazione e sui corsi in svolgimento, Ateneo Alea Accademia di Canto e Musica è in via P. Pellecchia, 5 ad Avellino. Telefono 0825 31690 –




Condividi sui social:

Spot

Spot

Spot