fbpx
Le muffe di TTOZOI
Le muffe di TTOZOI
Arte e Cultura Prima Pagina

Le muffe di TTOZOI in mostra alla cripta del Duomo di Avellino

Dopo i successi nazionali ed internazionali, il duo artistico TTOZOI torna ad esporre ad Avellino nella suggestiva sede della Cripta del Duomo fino al 15 giugno 2016

La mostra d’arte contemporanea, frutto della ricerca materico-espressiva, di due artisti avellinesi Stefano Forgione e Giuseppe Rossi, s’intitola ANIMA LOCI ed è inserita nel cartellone MAGGIO NEI MONUMENTI,

In mostra saranno presentate le tele poste a dimora nella Cripta del Duomo per circa quaranta giorni, su cui si sono sviluppate le muffe e che i due artisti, secondo la sensibilità empatica rapportata con il sito, interpreteranno, trasferendo sulla tela, il dialogo avviato con la memoria, il luogo, la natura e il biosistema.

Questa mostra è il primo e riconoscente omaggio che TTOZOI dedica alla valorizzazione dei luoghi carichi di valore storico ed emozionale volutamente proprio nella sala del DUOMO di Avellino, proponendo la presentazione delle opere realizzate “in situ” documentando il complesso quanto emozionante dialogo tra azioni quasi performative, la natura, lo spazio, Luogo e identità divengono così attivatori di una cultura condivisa che si pone come promotrice di nuovi linguaggi espressivi promuovendo e valorizzando le specificità del nostro Paese.

Il progetto che ha dato origine all’iniziativa è il frutto della collaborazione e del dialogo sinergico tra la Curia, le istituzioni, i musei, i territori e vede la partecipazione di storici dell’arte, curatori, progettisti mondo accademico oltre agli enti preposti alla tutela dei beni architettonici e artistici del territorio.

Il progetto comune di ricerca di TTOZOI nasce nel 2007 e, dopo alcuni anni di sperimentazione, nel 2010 espongono con una personale a cura dell Prof. Luca Beatrice, a Castel dell’Ovo a Napoli.

Si susseguono importanti eventi nazionali e internazionali di rilievo tra cui Berlino, Karlsruhe, all’IICC di Los Angeles, in Imago Mundi della Fondazione Luciano Benetton, sino alla più recente partecipazione a Tokyo in occasione delle celebrazioni per I 150 anni di Italia Giappone, al METROPOLITAN ART MUSEUM – International Exchange Show.

Definiti come i fautori di un nuovo Informale – “naturalmente assoluto” – in cui l’arte concettuale si fonde con la forma e il gesto – rigorosamente a quattro mani ed in contemporanea – nel loro creare i TTOZOI fanno uso solo di elementi naturali come acqua, pigmenti colorati e materia organica che, nel giusto tempo e luogo, generano “muffe” in grado di plasmare la propria estetica.

Il progetto artistico ANIMA LOCI sviluppato da TTOZOI, per il suo valore di veicolazione culturale, ha ottenuto il patrocinio del CEMAS Università di Roma La Sapienza e dell’Arcidiocesi di Avellino coinvolgendo, secondo il filo conduttore del viaggio, quei luoghi di appartenenza storica, artistica, paesaggistica di cui il territorio italiano è così ricco e custode di memorie. In questo modo viene “catturato”, di ogni singolo sito, l’anima, l’humus, l’afflato più intimo, trasferendo sulla tela, quell’unicità caratterizzante di cui esso è costituito.

Mappando nei suoi luoghi più e meno noti, città, architetture, spazi, territori, TTOZOI si propone di evocare nella mente dell’osservatore la memoria, la storia e le suggestioni di quei siti, andando oltre il visibile ed entrando nel profondo del loro spirito.

Da qui il primo evento espositivo del progetto ANIMA LOCI, che non poteva non partire da Avellino, città natale dei TTOZOI, e da un luogo così carico di sedimentazioni storiche e dall’alta intesità spirituale come la Cripta del Duomo.

 

Spot

Spot

Spot