Sezioni: Viaggi e Turismo

Le tre cose che gli italiani amano fare a New York: partita dell’NBA, i musical di Broadway e visitare Washington DC in giornata

Condividi

New York City è una destinazione iconica per le vacanze, ma può anche essere difficile da visitare data la sua estensione e le infinite attività possibili da svolgere. Sia che tu voglia trascorrere una settimana o solo un paio di giorni, pianificare il tuo viaggio è importante. Esploriamo il meglio che la città ha da offrire tra le varie opzioni, selezioniamo le immancabili secondo i nostri gusti e le nostre preferenze culturali. In questo articolo vi proponiamo alcuni consigli di per sfruttare al meglio il vostro viaggio a New York e negli States.

Gli States, la meta più gettonata dagli italiani

Il capodanno a Time Square, lo shopping in Fifty Avenue, i taxi gialli da chiamare alzando un braccio, sono tutte azioni che – soprattutto grazie alla cinematografia – hanno reso New York e gli interi USA la meta che ogni italiano (se non ogni persona al mondo) vuole visitare almeno una volta nella vita. Secondo una stima delle attività più ricercate ed irrinunciabili per gli italiani, le tre più riservate sono una partita dei New York Knicks, o dell’NBA in generale, un musical di Broadway e l’escursione di Washington DC in giornata. Tutte e tre si possono trovare e prenotare su siti come Hellotickets, una piattaforma specializzata nella vendita di attività per migliaia di viaggiatori ovunque, comodamente da casa anche prima della partenza. Giocare d’anticipo vi permetterà di evitare le numerose file che potrebbero costarvi tempo e fatica in attesa di poter godere di una delle miriadi di attività newyorkesi.

Quando visitare New York

Capire il momento migliore per visitare questa città dipende soprattutto da cosa volete fare durante il viaggio, anche in questo caso la pianificazione è fondamentale. New York è una destinazione ideale tutto l’anno, ma ogni stagione ha i suoi vantaggi (e svantaggi).
L’inverno è fantastico per i visitatori che vogliono sperimentare le meraviglie delle festività natalizie e non si preoccupano del freddo. Gennaio in particolare è un ottimo mese per ottenere sconti sui voli e per ritirare i biglietti per gli spettacoli di Broadway che di solito sono esauriti (ulteriore ragione per giocare d’anticipo e prenotare da casa). La primavera è una buona scelta se volete godervi New York City all’aperto senza il caldo dell’estate, la città si anima in primavera ed è la stagione perfetta per le escursioni a piedi. Anche gli eventi iniziano a prendere il sopravvento; ad esempio, aprile è il mese del Tribeca Film Festival e del Cherry Blossom Festival, e sia i Mets che gli Yankees celebrano l’inizio del campionato alla fine di marzo o all’inizio di aprile di ogni anno. L’estate è fantastica per approfittare degli eventi gratuiti. I concerti estivi gratuiti sono uno dei momenti salienti e possono davvero aiutare a rispettare il budget di viaggio. L’autunno è il periodo dell’anno preferito a New York per molte persone, ma per gli affari è il peggiore. Settembre e ottobre sono i mesi migliori, perfetti per escursioni, per entrare rapidamente nei luoghi e semplicemente godersi un luogo quando non è troppo pieno e caotico.

Le tre attività preferite degli italiani nel dettaglio

  • Vivere l’NBA dal vivo: Per chi vuole partecipare a un emozionante evento sportivo e provare ad entrare nel vivo dell’eccitazione della squadra ai massimi livelli, non può non assistere a una partita di basket dei New York Knicks al Madison Square Garden. I Knicks sono una delle squadre di basket più conosciute della National Basketball Association (NBA), la massima competizione di categoria. Il basket è uno dei quattro sport principali negli Stati Uniti ed è saldamente incorporato nel DNA della nazione. Durante queste partite si incontreranno molti fan di Knicks e si potrà realmente comprendere l’attrazione di questo sport per gli americani. La stagione del basket inizia ad ottobre, i playoff iniziano ad aprile e si concludono a giugno. Speriamo che i Knicks arrivino all’ultimo turno di play-off in modo da potervi partecipare a prescindere dal periodo in cui si decide di raggiungere New York. La squadra gioca al Madison Square Garden, situato in una posizione centrale e accessibile da ogni luogo. Lo stadio di Midtown si trova tra la 7th e l’8th Avenue e dalla 31st alla 33rd Street. Poiché Madison Square Garden è un’area multifunzionale utilizzata per concerti, hockey su ghiaccio e basket, la tabella dei posti cambia per ogni evento, quindi attenzione nella scelta del settore. Per godere appieno dell’atmosfera della partita bisogna arrivare allo stadio circa un’ora e mezza prima dell’inizio della partita. Ciò ti consentirà di apprezzare appieno il clima, di guardare i giocatori riscaldarsi e di evitare le lunghe code di attesa per entrare nell’arena;
  • La magia di un musical di Broadway: Broadway, via di New York che attraversa la lunghezza di Manhattan, vicino alla metà dei quali sono raggruppati i teatri che l’hanno resa per lungo tempo la principale vetrina dell’intrattenimento commerciale negli Stati Uniti, ad oggi è il più grande palcoscenico itinerante al mondo e opera a ondate. La prima arriva in autunno quando una serie di nuovi spettacoli aprono poco prima dell’afflusso di turisti di Natale, pronti a riceverli. La seconda ondata di nuove sceneggiature arriva in primavera, mentre i drammi e i musical chiedono attenzione ai Tony Awards in scena a giugno, ovvero il massimo premio di categoria. Detto questo: non c’è mai davvero un momento non propizio per vedere un grande spettacolo a Broadway, tra gli evergreen come il Re Leone, Aladdin, Il Fantasma dell’Opera e le nuove uscite teatrali;
  • Andare a Washington DC in giornata: Si sa, gli Stati Uniti sono una terra molto espansa e ogni Stato meriterebbe una vacanza a sé, dagli studios di Holliwood in California alla patria del grunge mondiale, Seattle. Però si sa, la scelta cade spesso su New York vero centro nevralgico di tutte le attività evergreen americane. Eppure proprio mentre si è in visita in questa città si può organizzare una giornata nella capitale degli USA, Washington DC, da prenotare in anticipo così da avere liberi gli altri giorni della vacanza, il consiglio è di organizzarsi con una guida professionista. Questi tour organizzati permettono la visita dei monumenti storici simbolici come i Memoriali della guerra del Vietnam e Corea, l’Iwo Jima Memorial e il Cimitero nazionale di Arlington. Tappa obbligatoria alla Casa Bianca e al Campidoglio e nel tempo libero fare una sosta per visitare lo Smithsonian’s Air & Space Museum.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Pubblicato da
Redazione online

Questo Sito fa uso di Cookies