Cosa visitare a Genova.

di

Genova è il capoluogo della Liguria, città dalla lunghissima tradizione marinara che diede i natali a Cristoforo Colombo.

Sorge sul mare, e conta attualmente più di mezzo milione di abitanti. Il suo porto è considerato tra i primi in Europa.

Furono le popolazioni liguri ad insediarsi dando vita al primo nucleo della città, ma i fasti storici di Genova sono da ricollegarsi al periodo delle Repubbliche marinare, negli anni intorno al 1100.

In quell’epoca e per molti anni, la città visse il suo massimo splendore e l’apice di potenza economica e politica.

Successivamente il comune di Genova visse anni di declino ma non fece mancare mai il suo apporto alla vita politica e storica d’Italia, tanto che proprio da Quarto, zona attualmente inglobata da Genova, Garibaldi decise di allestire il suo manipolo per l’unificazione d’Italia.

Attualmente, il capoluogo ligure si presenta come una città dalle forti contraddizioni architettoniche.

Il territorio particolarmente esiguo ha costretto ad approntare piani urbanistici per la zona moderna nelle immediate vicinanze del cuore antico.

Famosi i ponti e gli svincoli autostradali.

Antico e moderno in questa città si rincorrono e si integrano con particolare fascino.

nella foto Piazza de Ferrari a Genova

La zona storica e rappresentata dal vecchio porto, dove albergano importanti e numerosi luoghi da visitare, come l’Acquario di Genova il Galata Museo del Mare ed il museo nazionale dell’Antartide.

Tra i siti di interesse storico si segnalano il Palazzo Ducale dove alloggiava il governo cittadino all’epoca delle Repubbliche marinare.

Suggestive le ripide stradine e l’intricato dedalo di viuzze che scendono perpendicolari al mare ed i circuiti dei palazzi storici tra i quali si possono osservare opere d’arte che portano al firma di Tiziano, Caravaggio e Rubens.

Il fascino esclusivo di Genova, tra l’altro, ha ispirato vecchi e nuovi artisti che hanno inserito il suo nome e la sua fama in poesie e più recentemente in ballate e canzoni.