Cosa visitare a Ancona

di

Ancona è un comune della regione Marche.

Il porto, con i suoi cantieri navali, è uno dei più importanti dell'Adriatico.

Ancona fu fondata dai Greci di Siracusa nel IV secolo a.C. ed il suo nome deriva dalla parola greca che ha il significato di “gomito”, ad indicare la sua zona che, dal monte Conero, si estende al mare.

Entrando in Ancona si possono ammirare la Mole Vanvitelliana, edificio militare progettato da Vanvitelli (lo stesso architetto della Reggia di Caserta) nel 1733 e, poco distante, la Chiesa di S. Agostino (XV sec.)

Molto caratteristica è la fontana del Calamo, più nota come la fontana delle tredici cannelle, nella foto in alto, realizzata nel 1560 su disegno dell'architetto Pellegrino Tibaldi.

La città è distinta in due parti, quella antica, sul Colle Guasco, sulla cui sommità si trovava l'acropoli greca e, oggi, la Cattedrale di S. Ciriaco, nella foto, e la parte moderna, ubicata a valle, sorta alla fine del settecento.

In piazza del Plebiscito la Chiesa di S. Domenico, nella foto, che conserva la Crocifissione di Tiziano e un'Annunciazione di Guercino. Del Vanvitelli è la Chiesa del Gesù.

Andando verso il porto si trova l'Arco Trionfale di Traiano, che risale all’anno 115. Da non perdere la Loggia dei Mercanti, con la facciata di Giorgio Orsini, la Fontana delle Tredici Cannelle e i resti dell'Anfiteatro Romano (II sec.).

Nei ristoranti della città consigliamo tra le specialità gastronomiche spicca il famoso brodetto.

Altri piatti tipici sono i vincisgrassi (lasagne), le lumache in porchetta e le beccute (formine di pane dolce a base di farina di mais, pinoli, uva sultanina).

La città è servita dall'Aeroporto di Ancona.

Fotografie di Ancona