Monte Terminio
Provincia di Avellino Viaggi e Turismo

Un Week end sul Monte Terminio: dal pic nic al maneggio, dalle escursioni ai ristoranti degli agriturismi.

In provincia di Avellino, il Monte Terminio, nel cuore della verde Irpinia, è meta ideale per pic nic, escursioni, gite a cavallo, buona cucina e ottimo vino.

Un week end sul Monte Terminio, nel cuore dell’Irpinia, è la soluzione ideale per chi ama la natura, l’aria pulita e la cucina di qualità.

Il Monte Terminio, nel cuore dell’Irpinia, in provincia di Avellino, a pochi chilometri da Napoli e Salerno, è un’oasi di pace, dove l’ambiente è rimasto incontaminato e le occasioni di divertimento per adulti e bambini non mancano, dal semplice pic nic in famiglia, al soggiorno in agriturismo, alle escursioni per ammirare paesaggi mozzafiato a piedi o a cavallo, grazie ai maneggi che sono presenti in loco.

Situato nel parco regionale dei Monti Picentini è la seconda vetta più alta della Campania, inferiore al Monte Cervialto di appena 3 metri.

Un week end al Terminio, o anche la visita di un solo giorno, vi consentirà, tra l’altro di gustare le prelibatezze della cucina tipica avellinese e assaporare i vini irpini, dall’Aglianico al Taurasi per i rossi, dal Fiano di Avellino al Greco di Tufo, passando per la Falanghina e la Coda di Volpe, per chi ama i vini bianchi.

Escurisioni e gite sul Monte Termino per un giorno a contatto con la natura

Un pic nic in provincia di Avellino è la soluzione l’ideale per chi vuole vivere una giornata a contatto con la natura. Esistono diverse aree e zone dove è possibile sostare per un pic nic, un pranzo frugale, una colazione e poi seguire i numerosi percorsi escursionistici.

Le aree pic-nic del Terminio sono numerose, libere e gratis o attrezzate a pagamento.

Se siete amanti delle scampagnate non vi è che l’imbarazzo della scelta: apparecchiate con la classica tovaglia a quadroni, sistemate i cestini e godete dell’aria pulita dell’incontaminata natura dell’Irpinia.

Se, invece, volete qualcosa di meno pioneristico e più comodo, potete facilmente individuare le aree pic nic presenti lungo le pendici del monte, tutte attrezzate con tavoli e panche, e con servizi igienici oltre ad aree gioco per i più piccini oppure scegliere uno dei tanti ristoranti della zona.

Il Parco Fiume Sabato

Il Parco Fiume Sabato, attrezzato con numerosi gazebo tutti sufficientemente distanziati. Nel Parco Fiume Sabato potete utilizzare anche l’area gioco, per due tocchi al pallone o semplicemente per smaltire ciò che avete divorato ai tavoli presenti nell’area.

Se raggiungete il Terminio a bordo del vostro camper vi consigliamo il parco Trombetta, che oltre all’area pic nic offre piazzole per camper e roulotte, servizi igienici ed un’area gioco attrezzata per i bambini. Presente anche un chiosco dove acquistare prodotti tipici locali consumabili in loco.

Parco Cerrus

Il Parco Cerrus, chiamato anche parco della Quercia, è l’area pic nic più accorsata della zona. E’ completamente immersa nel verde in modo da preservare il carattere naturalistico e selvaggio della vostra giornata en plein air. E se avete dimenticato l’occorrente per una grigliata niente paura, lo fornisce l’organizzazione della struttura.

Gli agriturismi sul Monte Terminio per soggiornare nella verde Irpinia

Il Termino offre la possibilità anche di trascorrere qualche giorno, con pernottamento, a chi vuole godere per un intero week end della natura incontaminata dell’Irpinia e dei Monti Picentini.

Tra le strutture che offrono la possibilità di accomodarsi anche di notte, la più completa è sicuramente La Tana Del Ghiro, che si trova nel cuore della montagna ed è dotata di un confortevole rifugio.

Anche l’agriturismo Trombetta, sempre in piena montagna, dispone di camere per il pernottamento per soggiorni prolungati.

Meno integrati con la montagna, ma comunque in zona, vi sono numerosi hotel sia sul versante irpino che su quello salernitano. Se volete pernottare e soggiornare non proprio in compagnia di lupi e cinghiale potete optare per sistemazioni sulle strade di avvicinamento alla vetta.

Segnaliamo l‘Hotel Serino, il B&B Villa Filomena, l’hotel O’ Carpino, sulla strada che da Serino conduce alla vetta.

Sul versante salernitano invece si può soggiornare e pernottare a La piccola casa del Cinema a Giffoni Valle Piana, al Valle dei Pioppi ad Acerno.

Se invece vi avvicinate provenendo da est, potete soggiornare a Montella, al B&B Affittacamere Soggiorno Boccuti, equidistante dalla vetta del terminio e dall’Altopiano del Laceno.

Cosa vedere nella zona del Monte Terminio.

Arrivare a mille e ottocento metri, (1.806 metri per l’esattezza) non è affatto facile, ma lo spettacolo che si può ammirare dalla vetta è impagabile, vale il viaggio e la fatica.

Ovviamente alcuni percorsi escursionistici prevedono una particolare preparazione ed adeguato equipaggiamento, soprattutto per le condizioni meteo su di una vetta di altezza elevata. Soprattutto se si opta per il periodo autunno – inverno, quando le temperature sono vicine allo zero o inferiori.

Sono numerosi gli itinerari escursionistici segnalati, alcuni dei quali possono essere affrontati senza particolari preoccupazioni non essendo particolarmente impegnativi. Altri invece prevedono necessariamente l’utilizzo di una guida.

Ci sono numerose associazioni e gruppi amanti della montagna e del trekking che propongono escursioni guidate ed in cordata.

In questo caso è possibile godere degli splendidi scenari, come quello che si staglia sulla vetta del monte che in un solo colpo d’occhio, nelle giornate terse, consente di ammirare il Golfo di Napoli con il cono del Vesuvio e del Monte Somma e del Golfo di Salerno.

Un’escursione sul Terminio per raggiungere la vetta ha una durata media di 4 ore. Con un dislivello di oltre 500 metri. Se non siete più tanto sportivi, però, esistono percorsi meno impegnativi ma non per questo meno affascinanti.

Le strutture ricettive presenti in zona offrono nei loro pacchetti la possibilità di usufruire di percorsi con guide esperte, configurate secondo le proprie capacità fisiche.

I maneggi sul Terminio per andare a cavallo tra i boschi d’Irpinia

A completare l’offerta turistica del Terminio, la possibilità di visitare boschi e pendici in sella ad un cavallo. Esistono numerosi maneggi che consentono ai turisti di rilassarsi in lunghe passeggiate a cavallo alla scoperta dei luoghi più pittoreschi della montagna.

Altre soluzioni prevedono un giro a cavallo nei maneggi gestiti dalle strutture presenti in zona tra cui si segnala il Piccolo Ranch.

Cosa mangiare e bere al Terminio

L’offerta gastronomica della zona è ampia e tipica dell’Irpinia. La regina incontrastata è la castagna utilizzata per zuppe e minestre con fagioli o con funghi porcini, anche questi tipici della zona, raccolti in gran quantità nel sottobosco. A base di castagna anche il delizioso castagnaccio, dolce che viene servito anche semifreddo.

Insaccati, formaggi stagionati, carne alla brace sono gli ingredienti tipici di antipasti e secondi, mentre la pasta fatta in casa, fusilli, tagliatelle, gnocchi e ravioli sono la base dei primi piatti.

Tutti i ristoranti della zona propongono i piatti tipici della tradizione irpina montana, anche con aggiunta del tartufo nero di Bagnoli.

Nei calici, d’obbligo il rosso Aglianico o il più raffinato Taurasi, ma se siete propensi ai bianchi non c’è che l’imbarazzo della scelta, dal Fiano di Avellino al Greco di Tufo, alla più modesta, ma sempre apprezzata, Falanghina.

Come arrivare al Monte Terminio

Il Monte Terminio è servito da importante arterie di comunicazione ed è facilmente raggiungibile sia dal versante occidentale irpino (da Serino) che da quello orientale (da Montella) così come dal versante Sud da Salerno.

Per chi vuole arrivare al Terminio in auto, occorre percorrere l’A16 Napoli Canosa, uscire al Casello di Avellino Est e procedere verso il raccordo Autostradale Avellino Salerno. Imboccato il raccordo prendere l’uscita Serino, dopo appena 10 km e proseguire verso il Terminio.

Se l’avvicinamento al Monte avviene sempre dall’Irpinia ma dalla zona Est, occorre raggiungere la strada statale 7, si può penetrare verso il monte sia da Volturara che da Montella.

Da Sud il monte è raggiungibile dalla strada provinciale 164 da Acerno (Sa) o dalla Strada Provinciale 26c da Giffoni Valle Piana (Sa).

Tutti gli itinerari sono ampiamente indicati lungo il percorso.

I tempi di percorrenza sono i seguenti: 60 minuti da Napoli, 40 minuti da Salerno, 20 minuti da Avellino.

Scopri di più su: