fbpx
Arte e Cultura

Mostre Roma: Gabriele Basilico al MAXXI

Tra i più illustri esponenti della fotografia d’architettura italiana, Gabriele Basilico è il protagonista di un’esposizione che si svolge dal 21 novembre 2013 al 30 marzo 2014 presso la Fondazione MAXXI di Roma.

Un omaggio al grande artista milanese, a pochi mesi di distanza dalla sua morte, che ha egregiamente rappresentato l’arte fotografica italiana in tutto il mondo.

La mostra espone circa settanta scatti di Basilico, a partire dalle immagini dello stretto di Messina, a quelle di alcune città italiane che evidenziano una personale lettura dei diversi paesaggi urbani, fino alle celebri fotografie che raccontano di una Beirut devastata dalla guerra.

Sarà inoltre presentato un inedito film-documentario del regista israeliano Amos Gitai con una lunga intervista al fotografo che racconta il suo lavoro.

L’attività di Basilico, architetto di formazione accademica, è stata improntata alla continua e incessante ricerca sull’architettura e sui paesaggi in fotografia, la sua grande passione, chiave di lettura ideale per leggere e interpretare il linguaggio della realtà.

In particolar modo il paesaggio urbano, la forma degli edifici, gli angoli, le superfici, i volumi, le profondità.

La fotografia è per Basilico lo strumento ideale per decodificare gli spazi, mettendo in risalto quelli che ne rappresentano gli elementi costitutivi con una visione sempre partecipata dei luoghi stessi.

La tecnica utilizzata è per lo più il banco ottico e le pellicole in bianco e nero, a ricreare suggestioni e drammaticità.

La mostra intitolata “Gabriele Basilico. Fotografie dalle collezioni del MAXXI” racconta inoltre la lunga e felice collaborazione tra il fotografo e l’istituto romano, con i suoi lavori “Atlante italiano 003”, “Sguardi contemporanei” e “Cantiere d’autore”, che evidenziano in ogni caso la visione chiara del suo lavoro e la grande trasversalità della sua arte fotografica.


Spot

Spot

Spot