fbpx
Arte e Cultura

Mostre in Italia: a Roma il 700 inglese a Palazzo Sciarra

Martedì 15 aprile Palazzo Sciarra di Roma apre le sue porte alla pittura inglese settecentesca. E lo fa con un’imponente mostra, in programma fino al 20 luglio 2014, che raccoglie capolavori provenienti dai maggiori musei internazionali tra cui gli Uffizi, il British Museum, il Victoria & Albert Museum, la Tate Britain Gallery, la Royal Academy, lo Yale Centre for British Art.

Promossa dalla Fondazione Roma, in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico e Etno-antropologico e per il Polo Museale della Città di Roma, e organizzata dalla Fondazione Roma Arte Musei, l’esposizione intitolata “Hogarth, Reynolds, Turner. Pittura inglese verso la modernità” raccoglie oltre cento preziose opere.

Il percorso si divide in sette sezioni proponendo un’attenta selezione dei più rilevanti pittori anglosassoni tra cui Hogarth, Reynolds, Gainsborough, Wright of Derby, Stubbs, Füssli, Constable e Turner, che offrono con le loro opere uno spaccato significativo della peculiarità dell’arte inglese del tempo.

Una rassegna resa ancora più interessante dal fatto che un focus così specifico e dettagliato su questo tema artistico mancava da Roma dagli anni Sessanta. L’obiettivo principale è quello di evidenziare lo stile della ritrattistica e della pittura di paesaggio che ha trovato spazio durante il secolo preso in esame e che poi, durante l’Ottocento, ha rappresentato un riferimento importante per altre correnti artistiche.

L’esposizione intende, dunque, fornire al pubblico una visione globale sullo sviluppo artistico e sociale della Gran Bretagna che si andò definendo durante il Settecento, e che camminò in parallelo con un rilevante potere anche dal punto di vista economico, politico e sociale.

La mostra romana è visitabile il lunedì con orario 14.00-20.00, dal martedì al giovedì e la domenica dalle 10.00 alle 20.00, mentre il venerdì e il sabato dalle 10.00 alle 21.00 (la biglietteria chiude sempre un’ora prima).

Sul sito dedicato (pitturaingleseroma.it) è possibile inoltre reperire informazioni riguardanti visite dedicate a tutta la famiglia, con un programma apposito ideato per stimolare l’attenzione dei bambini e la loro interazione con le opere d’arte. In particolare si tratta di visite animate per scoprire personaggi, oggetti, usi e costumi della società anglosassone settecentesca.

Spot

Spot

Spot