fbpx
Arte e Cultura

Mostre in Italia: Vasilij Kandinskij al MAR di Aosta.

Fino al 21 ottobre 2012, presso il MAR, Museo Archeologico Regionale di Aosta, in collaborazione con la Fondazione Antonio Mazzotta di Milano, è possibile visitare “Vasilij Kandinskij e l’arte astratta tra Italia e Francia”.

Un percorso artistico trasversale attraverso 40 opere del pittore russo creatore della pittura astratta, che appartengono al suo periodo parigino caratterizzato altresì da frequenti rapporti con l’Italia.

E’ importante sottolineare che la mostra ospita alcuni capolavori di Kandinskij degli anni Trenta e Quaranta mai esposti nel Belpaese, ma non solo. Sono presenti anche alcune opere di artisti, suoi contemporanei o meno, come Joan Miró, Jean Arp o Gianni Monnet, che da lui hanno tratto ispirazioni artistiche.

Ad Aosta Kandinskij padre della pittura astratta

Kandinskij nelle sue opere esprime la teoria sull’utilizzo del colore immaginando il rapporto stretto che sussiste tra l’opera d’arte e la dimensione spirituale. Il pittore russo elabora infatti una sorta di teoria per la quale il movimento del colore è come una vibrazione che giunge fino al profondo dell’interiorità.

E’ da ciò che arriva a descrivere i colori in base alle emozioni che essi riescono a suscitare nello spettatore, quasi come se fossero strumenti musicali che creano un’armonia.

Nelle opere di Kandinskij è presente una commistione di arti classiche, come musica e pittura, e di geometrie e codici matematici, fino a fornire sensibilità e spiritualità anche a forme e materiali.

Spot

Spot

Spot