Arte e Cultura

Mostre in Italia: Antonio Canova a Possagno.

La città che ha dato i natali al grande scultore Antonio Canova, Possagno (Treviso), è sede dell’evento espositivo dedicato al suo illustre cittadino che prende forma nel Museo e Gipsoteca Antonio Canova fino al 4 maggio 2014.

Protagoniste dell’esposizione “Le Grazie”, ovvero le tre giovani bellezze figlie di Zeus, Aglaia, Eufrosine e Talia, che simboleggiano rispettivamente lo splendore, la gioia e la prosperità. Tra gli esempi scultorei più famosi al mondo, insieme alla Venere di Milo e al busto di Nefertiti, le tre Grazie di Antonio Canova sono state raffigurate in due diversi esemplari ma molto simili tra loro.

Il primo, presente nell’Ermitage di San Pietroburgo, gli era stato commissionato da Josephine de Beauharnais, moglie di Napoleone, mentre il secondo dal Duca di Bedford, magnifica rappresentazione marmorea esposta, sette anni ciascuno, dalla National Gallery of Scotland di Edimburgo e dal Victoria & Albert Museum di Londra.

Risale al 1813 il modello originale in gesso delle Grazie, che Canova lasciò nella sua casa-museo di Possagno.

Qui giunse, successivamente, anche il gesso da cui furono tratte le Grazie inglesi, vittima però dei cannoneggiamenti austroungarici della Prima Guerra Mondiale che ne danneggiarono volti e busti e che fu in seguito recuperato da attenta opera di restauro.

La mostra è l’occasione per ammirare entrambi i gruppi di Grazie, e ancora gessi, bozzetti, disegni e incisioni che hanno per oggetto sempre il tema delle tre bellezze.

Una parte speciale della mostra è infine dedicata alle immagini della Gipsoteca e dei Gessi del Canova successive ai violenti bombardamenti, concesse da due archivi pubblici, documentazione dell’orrore di quegli anni di guerra.


Spot

Spot

Spot