fbpx
Arte e Cultura

Mostre Roma: l’Arabia Saudita al Vittoriano.

Fino al 30 novembre il Complesso Monumentale del Vittoriano di Roma ospita una mostra che celebra gli ottant’anni di relazioni diplomatiche tra Italia e Arabia Saudita dal titolo “Alla scoperta dell’Arabia Saudita. La terra del dialogo e della cultura”.

La mostra è promossa dalla Commissione Saudita per il Turismo e le Antichità del Regno dell’Arabia Saudita in collaborazione con la Reale Ambasciata dell’Arabia Saudita, e con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e Roma Capitale.

L’importante evento  vuole rappresentare un’occasione importante per far conoscere e diffondere la lunga e solida cultura di questo Paese arabo.

Per secoli continuo crocevia commerciale e culturale, dove si sono incontrate e scontrate civiltà diverse che ne hanno arricchito la storia ormai millenaria.

L’evento scaturisce inoltre dall’appello al dialogo interculturale che punta a favorire la conoscenza reciproca dei popoli, attuata in un clima di collaborazione, fiducia e rispetto.

In esposizione, nella Sala Gipsoteca, oltre 160 tra reperti, manufatti, oggetti sacri, per la prima volta al di fuori del territorio arabo, provenienti dal Museo Nazionale di Riyad.

Un percorso artistico e storico che accompagna il visitatore dai periodi preistorici, a quelli dell’Arabia pre-islamica, attraverso il primo periodo islamico e poi fino alla proclamazione nel 1932 del Regno di Arabia Saudita.

Oggetti preziosi, oggetti della tradizione oppure appartenenti alla vita quotidiana, a partire dal Paleolitico e dal Neolitico, e ancora dell’età arcaica e classica per arrivare a quella contemporanea.

L’ingresso per visitare la mostra è libero ed è programmato dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 18.30, mentre venerdì, sabato e domenica dalle 9.30 alle 19.30.

Claudia Mercaldo

Claudia Mercaldo

Giornalista pubblicista, laureata in scienze della comunicazione presso l'Università di Torino, collabora da diversi anni con Agendaonline.it

Spot

Spot

Spot

Share via