Home » Arte e Cultura » Musei in Campania: boom di visitatori per Pompei e Reggia di Caserta.
reggia di caserta
La Reggia di Caserta
Arte e Cultura

Musei in Campania: boom di visitatori per Pompei e Reggia di Caserta.

Il 2016 si è aperto con un risultato straordinario per la cultura in Campania: i suoi musei e siti turistici sono tra i più visitati d’Italia. Campania in seconda posizione dopo il Lazio.

Nell’ambito della classifica stilata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, basata sul numero di turisti che hanno visitato i musei italiani nell’arco del 2015, una menzione speciale la ottiene la Campania.

La regione, già apprezzata in tutto il mondo per il suo inestimabile bagaglio culturale, folkloristico ed enogastronomico, si è infatti aggiudicata la seconda posizione anticipata solo dal Lazio. Ponendosi davanti a regioni italiane anch’esse molto note al turismo internazionale.

I risultati della classifica vedono il Lazio al primo posto con 19.750.157 ingressi e 62.838.837 euro di introiti, a seguire la Campania con 7.052.624 visitatori e 35.415.022 euro di introiti; distanziata al terzo posto la Toscana con 6.738.862 visitatori e 29.890.419 euro di introiti. Oltre il podio ci sono il Piemonte (1.903.255 visitatori e 10.829.653 euro di introiti), la Lombardia (1.552.121 visitatori e 5.656.677 euro di introiti) e in quinta posizione il Friuli Venezia Giulia (1.194.545 visitatori e 1.151.233 euro di introiti).

Per la regione Campania questo è un dato che fa evincere un’evidente crescita in termini di attrazioni e turismo: si tratta infatti di un +7% di visitatori e di un +13% in termini di introiti.

Quali sono i siti turistici più visitati d’Italia?

Nella top ten ben due posizioni sono occupate da luoghi di alto valore culturale campani.

Dopo il Colosseo, che detiene il primato con i suoi 6.551.046 visitatori (con un +6% rispetto al 2014, pari a +369.344 ingressi), si piazzano infatti gli Scavi di Pompei con ben 2.934.010 visitatori (+12% pari a +312.207 ingressi). A seguire sul podio gli Uffizi (1.971.596, +2%  pari a +35.678 ingressi) e poi Gallerie dell’Accademia di Firenze, Castel S. Angelo, Circuito Museale Boboli e Argenti, Museo Egizio di Torino, Venaria Reale e Galleria Borghese.

A chiudere le prime dieci posizioni c’è la Reggia di Caserta con 497.158 visitatori nel 2015, +16% pari a +69.019 ingressi.

Ma entro i primi trenta luoghi turistici più visitati d’Italia per la Campania ci sono anche il Museo Archeologico Nazionale di Napoli al quattordicesimo posto, gli Scavi di Ercolano al sedicesimo, gli Scavi di Paestum al ventesimo, la Grotta Azzurra di Anacapri al venticinquesimo.

Il Parco di Capodimonte, infine, è il secondo sito tra quelli gratuiti.

Un successo, quello campano, che si inserisce in ciò che è stato definito dal ministro Dario Franceschini “l’anno d’oro dei musei italiani”, con un record assoluto di quarantatré milioni di visitatori nei musei italiani nel 2015, generando incassi per circa 155milioni di euro.


Condividi sui social:

Spot

Spot

Spot