I Musei della provincia di Genova.

Musei e  Mostre

Tra mostre e musei, pinacoteche e gallerie d'arte ecco la guida ai luoghi dell'arte e della cultura a Genova.

Musei a Genova:

Museo del Mare

  • Calata De Mari, 1 Porto Antico Genova Per informazioni Numero di Telefono: 010 2345655 Orario: 10.00-18.00 (martedì a venerdì) ; 10.00-19.30 (sabato, domenica e festivi) Chiuso lunedì novembre e febbraio.

Con  una superficie di  oltre 10000 mq. il Museo del Mare a Genova, è il più grande Museo, nell'area mediterranea.

Composto da diciassette grandi sale,  vi sono  ricostruiti i cantieri e gli ambienti portuali. Interessante l'esposizione di strumenti nautici,  armi, carte nautiche e quadri antichi.

Il Museo del Mare, porta il visitatore a percorrere un viaggio nel tempo, passando dalle  sale tradizionali, come quelle che si basano sulla pittura marina, lo sviluppo del porto di Genova  e la sala di Cristoforo Colombo, per poi passare a visitare   una galea genovese del XVII secolo, ricostruita, con una lunghezza di 40 metri e alta a poppa 9 metri. Ed infine è possibile sfogliare, virtualmente gli atlanti risalenti al cinquecento.

Acquario di Genova

  •  il più grande museo acquatico italiano ed uno dei più grandi d’Europa,  è collocato su quattro piani, di cui due situati sotto il livello del mare, ad una profondità di ben sette metri. 

Palazzo Bianco

  •  via Garibaldi, 11 Genova Per informazioni Numero di Telefono: 010 5572193 Orario:09.00-19.00 ( martedì a venerdì) 10.00-19.00 ( sabato e domenica) Chiuso lunedì.

Il Palazzo Bianco a Genova, è la villa più antica di via Garibaldi. La Pinacoteca, situata al primo e secondo piano, espone opere  italiane, fiamminghe ed una vasta esposizione di quadri genovesi e liguri. 

Tra le varie opere,  ricordiamo:  le tele di Filippino Lippi  come I santi Sebastiano, Giovanni Battista e Francesco; la Madonna con il Bambino e Angeli  di Luca Cambiaso;  Madonna della candela di Hans Memling, il Caravaggio con  Ecce Homo e Luciano Borzone con il  Battesimo di Cristo.  

Palazzo Rosso

  • via Garibaldi, 18 Genova Per informazioni Numero di Telefono: 010 2476351 Orario:09.00-19.00 ( martedì a venerdì), 10.00-19.00 (sabato e domenica) Chiuso lunedì.

Situato a Genova, il Palazzo Rosso,  ospita  le collezioni d'arte della famiglia Brignole  e gli arredi storici, come i mobili di grande pregio. Le opere sono quelle del Veronese, Van Dyck,  Guercino, Reni,  Strozzi e Preti.

Tra le opere esposte, ricordiamo: Ritratto di giovane  di Albrecht Dürer;  Giuditta e Oloferne del Veronese; Cleopatra morente opera del Guercino; La Cuoca di Bernardo Strozzi.  Molto interessante gli  affreschi dell'arte genovese  risalenti al XVII secolo, visionabili al secondo piano.

 Gli affreschi sono stati eseguiti da diversi artisti. Tra questi : Gregorio De Ferrari, i fratelli  Enrico e Antonio Haffner e Domenico Piola con le sale dedicate alle allegorie dell'Autunno e dell'Inverno.     

Palazzo Tursi

  • Via Garibaldi, 9 Genova Per informazioni Numero di Telefono: 010 5572193 Orario:09.00-19.00 ( martedì a venerdì), 10.00-19.00 (sabato e domenica) Chiuso lunedì.

Palazzo  Doria Tursi a Genova, è il più grande palazzo privato, costruito nel Cinquecento per Nicolò Grimaldi e poi ceduto ai Doria, attualmente e di proprietà del Comune, ove ne  ha sede.

 Dal 2004, Palazzo Doria Tursi, entra a far parte dei Musei di Via Garibaldi.  Le sale espongono: ceramiche genovesi, arazzi, mobili e raccolte di monete. Interessante la sala dedicata a Paganini con il Violino Guarnieri del Gesù.

Museo del Palazzo Reale

  • Via Balbi, 10 Genova Per informazioni Numero di Telefono:010 2710236 Orario:09.00 13.30 ( martedì e mercoledì) 09.00 19.00 ( giovedì alla domenica) Chiuso Lunedì.

Di stile seicentesco, il Palazzo Reale a Genova  era dimora patrizia di  famiglie nobili, dai  Balbi ai Durazzo per poi passare ai Savoia.

Qui sono conservati  opere d'arte, gli arredi e gli oggetti d'uso quotidiano. Molte  opere sono di artisti famosi, italiani e stranieri. Come il Tintoretto,Van Dyck, Strozzi e Piola, Schiaffino e Grechetto ( quest'ultimi della scuola genovese).

Molto bella ed interessante,  la Galleria degli Specchi. Originariamente era molto più piccola, vi erano esposte le opere di Giovanni Battista Balbi, in seguito con Domenico Parodi,  ispirandosi ad altre gallerie famose, come quella di Palazzo Colonna, di Doria Pamphilj e la Galerie des Glaces di Versailles, la rese l'ambiente più suggestivo ed importante del palazzo.

 Qui le statue di Bacco, Apollo e Venere  si contrappongono a quelle che rappresentano la Carità , la Speranza, la Temperanza e la Fortezza. Ricchissimo i giochi di luce e specchi.