I Musei della provincia di Milano.

il Castello Sforzesco di Milano

Tra mostre e musei, pinacoteche e gallerie d'arte ecco la guida ai luoghi dell'arte e della cultura a Milano.

Castello Sforzesco

Milano Per informazioni Numero di Telefono 02 88463702.

Nel corso dei secoli, il castello Sforzesco a Milano, ha subito demolizioni, ricostruzioni e restauri. Nel 1861 il castello Sforzesco, fu acquistato dal Comune di Milano, i quali commissionarono l'architetto Luca Beltrami  per la ristrutturazione ed il restauro. Nel 1905, con il completamento della Torre del Filarete, il Castello divenne nel corso degli anni sede dell' importante complesso museografico.

Il museo è composto da tre sezioni, a sua volta suddivise:

Prima sezione

Civiche Raccolte d'Arte Antica(suddivisa in tre nuclei, Pinacoteca, Gabinetto dei Disegni e Scultura) qui vi sono esposte, sculture paleocristiane  medievali lombarde e gotiche romane, affreschi seicenteschi, bassorilievi, arazzi, dipinti  di varie scuole che vanno dal XIV al XV secolo;

Seconda sezione

Civiche Raccolte d'Arte Applicata e Incisioni ( composta dal Museo degli strumenti musicali, raccolte di stampa, arte applicata e archivio fotografico) qui vi sono esposti,  la collezione Gallini, ( pezzi della tradizione della liuteria lombarda) e  strumenti a pizzico risalenti al XVI-XVII secolo, strumenti ad arco,chitarre e  strumenti a fiato. Per quanto riguarda l'esposizione di  arti applicate la sala XXII espone  preziosi oggetti di oreficeria, smalti,vetri, maioliche, porcellane e rari avori dal IV al XVIII secolo, come i  dittici consolari e la placchetta Trivulzio, (raffigurante la famiglia dell'imperatore Ottone).

Ed infine l'ultima sezione:

Musei Archeologici  ( suddivisa in sezione Preistorica e Protostorica e Sezione Egizia). Nella sezione Peistorica e Protostorica  vi è un ampio campionario di strumenti neolitici in pietra  levigata e scheggiata, provenienti dall'Italia settentrionale, oggetti riferiti all'età del bronzo e del ferro con particolare attenzione per la ceramica. La sezione Egizia è dedicata alla  vita quotidiana ( illustrata da una serie di oggetti come capi di vestiario, vasellame,  calzature, strumenti per la cura della persona) al culto funerario ( con svariati amuleti e diverse esposizione di  vasi canopi, che sono dei contenitori nei quali venivano riposti  il fegato, lo stomaco, i polmoni e gli intestini del defunto). La sezione si conclude con l' esposizione di una serie di sarcofagi antropomorfi (databili fra il 900 e il 400 a.C.), di un sudario di mummia policromo e di due complessi funerari. Tra i sarcofagi  ricordiamo:il  Sarcofago di Tetet e il sarcofago di Pa-di-Khonsu.

Museo Teatrale La Scala

Corso Mangenta, 71 Milano Per informazioni Numero di Telefono:02 4691249.

 Il Museo Teatrale La Scala a Milano, è ospitato in un' ala laterale del Palazzo Busca, qui sono raccolte collezioni sulla storia del teatro, spettacolo,  musica e il melodramma. Con l'esposizione di costumi, cimeli, ritratti di cantanti e compositori come Giuseppe Verdi (sono dedicate la sala 6 e sala 7, con l'esposizione dei ritratti del compositore e testimonianze della sua vita privata e musicale).

Pinacoteca di Brera

via Brera 28 Milano Per Informazioni Numero di Telefono: 02.722631 Orari: 08.30-19.15 dal martedì alla domenica (la biglietteria chiude 45 minuti prima) Chiuso:  lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre.

L'edificio dove ha sede la Pinacoteca di Brera, sorge a Milano su  un antico convento risalente al trecento appartenuto prima all'ordine degli Umiliati, e poi ai Gesuiti. I quali  vi stabilirono una scuola .

Oltre alla sede della Pinacoteca vi sono  la Biblioteca, l'Orto Botanico, l'Osservatorio astronomico, l'Accademia delle Belle Arti e  l'Istituto Lombardo di Scienze e Lettere. Le collezioni si basano su i dipinti requisiti a seguito alle soppressione di chiese e conventi nell'età napoleonica .

In breve tempo grazie a diverse iniziative e la collaborazione dell' Accademia di Belle Arti, le collezioni della Pinacoteca si arricchirono molto permettendo l'esposizione di una serie autoritratti e ritratti di pittori e opere che divennero  importanti come: la Crocefissione di Bramantinolo; Sposalizio della Vergine  di Raffaello; la Madonna col Bambino  di Gentile Bellini; Con l'epoca di Napoleone Milano divenne capitale del Regno Unito ed  il museo si arricchì  di innumerevoli opere come: tele dei Carracci, di Guido Reni, Guercino, Francesco Albani e dipinti e disegni di Leonardo e Raffaello. Oltre questi artisti, si possono ammirare nella Pinacoteca del Brera dipinti di Rubens, Joardens, Van Dyck e Rembrandt, Borgognone, Bramantino, ed il  famoso Cristo morto del Mantegna.

Museo Poldi Pezzoli

via Manzoni 12 Milano Per Informazioni Numero di Telefono :02 794889. Gian Giacomo Poldi Pezzoli, nel 1850 sistemò le sale del suo appartamento a Milano, ispirandosi ai diversi stili del passato (medioevo,barocco, rococò, e primo rinascimento). Le sale furono disegnate e realizzate da artisti contemporanei. In ogni sala venivano ubicate gli  oggetti dell'epoca corrispondente. Nel 1881 in occasione dell'Esposizione Nazionale di Milano, la casa-museo fu aperta al pubblico e dal quel giorno divenne il riferimento della costituzione di altre case-museo. Tra i capolavori  e le sale di casa Poldi Pezzoli ricordiamo: la sala D'Armi ( riallestita nel 2000 da Arnaldo Pomodoro) dove sono esposte armature, come quella da torneo, risalente al 1560-70; il Salone dell'Affresco, con il soffitto realizzato da Carlo Innocenzo Carloni, in questa sala vi è una vetrina che accoglie il tappeto di caccia di origine persiana, risalente al 1542; le Salette dei Lombardi dove vi sono opere come quella di Giovanni Antonio Boltraffio,  la Madonna col Bambino; e  la Sala Dorata, dove vi sono opere come quella di  Sandro Botticelli ( il Compianto del Cristo Morto, realizzata negli ultimi anni del quattrocento) e il San Nicola da Tolentino di Piero della Francesca.

Museo Civico di Milano

via Sant' Andrea 6 Milano Per informazioni Numero di Telefono 02 76006245 Orario dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 Chiuso lunedì. Ospitato al primo piano del palazzo Morando Attendolo Bolignini, il Museo Civico di Milano è composto dalla Pinacoteca, allestita nelle stanze private, con raccolte di dipinti che vanno dalla metà del ' 600 ai primi del' 900 e dall' Appartamento Monumentale, dove sono esposte le porcellane cino-giapponesi.

Refettorio della Chiesa Santa Maria delle Grazie

Piazza S. Maria delle Grazie, 2 Milano Orario: martedì-sabato: 08.15-19.00; domenica e festivi: 08.00-19.00 Chiuso: lunedì Prenotazione telefonica: 02.89421146. Accanto all’omonima chiesa Santa Maria a Milano, il refettorio conserva uno dei dipinti più celebri al mondo: l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci. L'Ultima cena fu eseguita dall'artista tra il 1494 e il 1498, su richiesta di Ludovico il Moro. Realizzato su parete con tecnica  a tempera a "secco" su due strati di gesso. Leonardo da Vinci, ha rappresentato il momento drammatico in cui Cristo annuncia che uno dei suoi, lo tradirà. Nel corso dei secoli l'opera ha subito le condizioni ambientali e  le vicende storiche che ne hanno determinato  il degrado. L'ultimo restauro è stato ultimato  nel 1999, con un delicato processo di pulitura, mettendo in evidenza la vegetazione delle lunette, la natura morta ed il profilo di Simone.

 









Articoli Correlati

  • Biglietti Teatro alla Scala di Milano Teatro alla Scala di Milano: Informazioni sul Cartellone Teatrale e la Prevendita dei Biglietti.
  • Offerte Milano Guida turistica Milano: informazioni su musei, alberghi, hotel, gastronomia, shopping, teatri, concerti nella zona di Milano.
  •  Stazione Ferroviaria di Milano Informazioni sulla stazione di Milano. Ricerca orari prezzi e tariffe del tuo Treno Intercity e Eurostar da e per Milano.
  •  Enoteche Milano  Enoteche Milano : Nella nostra guida le migliori vinerie e winebar di Milano .
  • Aeroporto di Milano Malpensa Aeroporto di Milano Malpensa: Informazioni sui voli economici in partenza ed in arrivo per lo scalo aereo di Milano Malpensa.