La Galleria degli Uffizi di Firenze.

Galleria degli Uffizi a Firenze

La Galleria degli Uffizi di Firenze è uno dei più celebri e prestigiosi musei del mondo.

Le origini della galleria degli Uffizi di Firenze risalgono al 1560 allorquando il granduca Cosimo I de´Medici commissionò a Giorgio Vasari la realizzazione di un edificio che potesse ospitare tutti gli uffici amministrativi e giudiziari dello Stato Fiorentino.

Fu, però, Francesco I, figlio di Cosimo, a realizzare, al secondo piano del palazzo, una vera e propria galleria d´arte in cui furono esposti tutti i dipinti, le sculture e gli arazzi della collezione di famiglia.

Oggi, dopo anni di restauri, la Galleria degli Uffizi è ritornata al suo antico splendore.

Nelle sue splendide sale è custodito, infatti, un patrimonio artistico di inestimabile valore del quale fanno parte dipinti d´epoca medievale, antiche sculture e spettacolari arazzi.

Particolarmente degne di nota sono la famosa raccolta di autoritratti, ingranditasi nel corso degli anni con numerose opere donate da artisti contemporanei, ed il Gabinetto dei disegni e delle stampe che raccoglie le opere di grandi maestri toscani come Leonardo e Michelangelo.

Gli Uffizi

Loggiato degli Uffizi Firenze Per informazioni Numero di Telefono 055.2388551- Orario 8.30 18.50 Chiuso: 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre.

Le sale della Galleria degli Uffizi

Il museo è suddiviso in :

  • Sala 1 Archeologica
  • Sala 2 del Duecento e di Giotto
  • Sala 3 del Trecento senese
  • Sala 4 del Trecento fiorentino
  • Sala 5-6 del Gotico internazionale
  • Sala 7 del primo Rinascimento
  • Sala 8 dei Lippi
  •  Sala 9 dei Pollaiolo
  • Sala 10-14 del Botticelli
  • Sala 15 di Leonardo
  • Sala 16 delle carte geografiche
  • Sala 17 dell'Ermafrodito
  • Sala 19 del Perugino e di Signorelli
  • Sala 20 di Dürer
  • Sala 21 del Giambellino e di Giorgione
  • Sala 22 dei Fiamminghi e Tedeschi del Rinascimento
  • Sala 23 di Mantegna e di Correggio
  • Sala 24 Gabinetto delle miniature
  • Sala 25 di Michelangelo e dei fiorentini
  • Sala 26 di Raffaello e di Andrea del Sarto Pontormo e del Rosso Fiorentino
  • Sala 28 di Tiziano e di Sebastiano del Piombo
  • Sala 29 del Dosso e del Parmigianino
  • Sala 30 Gabinetto degli Emiliani del Cinquecento
  • Sala 31 del Veronese
  • Sala 32 del Bassano e del Tintoretto
  • Sala 33 Corridoio del Cinquecento
  • Sala 34 dei Lombardi del Cinquecento
  • Sala 35 del Barocci e della Controriforma Toscana
  • Sala 41 di Rubens Sala 42 della Niobe
  • Sala 43 del Seicento italiano ed europeo
  • Sala 44 di Rembrandt e dei Fiamminghi del Seicento
  • Sala 45 del Settecento italiano ed europeo. 

Tra queste evidenziamo:

  • La Sala 2 dove sono esposti dipinti provenienti dalle chiese toscane, risalenti tra la prima metà del secolo XII e gli inizi del secolo XIV. Sono dipinti realizzati con la tempera su tavole di legno con il  fondo oro. Tra queste spiccano le tre tavole cuspidate di Cimabue, Giotto e  Duccio di Boninsegna;
  • Sala 10-14

      Ricavata  dal vano dell'antico teatro, conserva la copertura originaria. Ospita alcuni tra i capolavori del Rinascimento. Tra le  opere di  Botticelli:  La Primavera e La Nascita di Venere; 
  • Sala 15

    Vi  sono le tre opere fondamentali risalenti al periodo giovanile di Leonardo da Vinci, il  Battesimo di Cristo, (eseguito in gran parte dal Verrocchio), l' Annunciazione L'Adorazione dei magi.
  • Sala 25

      Il Tondo Doni,  è collocato nell'ingresso della sala, realizzato da Michelangelo è  uno dei dipinti più famosi della Galleria.
  • Sala 26

    In questa sale è possibile ammirare  capolavori giovanili di Raffaello, come i Ritratti dei duchi d'Urbino Elisabetta Gonzaga e Guidubaldo da Montefeltro e il suo Autoritratto. Sono opere che risalgano ai primi anni del Cinquecento, tranne  la celebre Madonna del Cardellino,  risalente tra 1505 e il 1506 periodo in cui Raffaello soggiornava a Firenze.
  • Sala 41

    Qui sono esposti  importanti dipinti di artisti europei del XVII secolo. Le due grandi tele di Rubens, illustrano episodi della vita di Enrico IV, dominano l'intera sala.

Sito web: Galleria degli Uffizi di Firenze

 









Articoli Correlati