Palazzo Pitti Firenze.

Palazzo Pitti a Firenze

La storia, le sale, le gallerie ed i Musei di Palazzo Pitti

Le origini di Palazzo Pitti a Firenze risalgono al 1457, anno in cui il banchiere Luca Pitti, uno degli uomini più ricchi di Firenze, decise di far costruire sull’incantevole Colle di Boboli uno sfarzoso palazzo residenziale, affidandone la progettazione a Filippo Brunelleschi, il celebre scultore fiorentino.

Dopo la morte del ricco banchiere la famiglia Pitti, però, cadde in disgrazia e l’imponente edificio venne acquistato, intorno alla metà del cinquecento, dalla famiglia Medici che lo elesse a sua principale residenza.

Oggi Palazzo Pitti ospita ben cinque musei, ognuno dedicato ad una diversa area tematica.

La galleria Palatina ospita, ad esempio, opere di Tiziano, Raffaello, Caravaggio, Botticelli e Tintoretto.

 La Galleria d’Arte Moderna, invece, custodisce numerosi dipinti dell’800 e del 900.

Il Museo degli argenti, poi, espone oggetti lavorati con cristalli, avori ed altri preziosi metalli, mentre nel Padiglione della Meridiana si può ammirare la Collezione Contini Bonacossi, con opere di Goya, Veronese e Duccio da Boninsegna.

 Da vedere, nello stesso padiglione, il Museo dei Costumi, dedicato ai più belli abiti d’epoca. Meritano, infine, una visita gli Appartamenti Monumentali, fulgido esempio di arredi ed architetture barocche e rococò.

La Galleria Palatina

situata nell'ala sinistra del Palazzo, fu creata dai Lorena tra la fine del Settecento e i primi decenni dell'Ottocento.

Gli Appartamenti Reali sono composti da  quattordici  sale,  arredate  con mobili, opere ed arredi risalenti dal Cinquecento all'Ottocento.

Galleria  di Arte Moderna 

situata al secondo piano, qui sono esposte dipinti e sculture, dalla fine del Settecento fino agli anni della prima guerra mondiale.

Galleria del Costume

ubicata nella Palazzina della Meridiana di Palazzo Pitti. Sono esposti seimila pezzi, tra costumi teatrali e accessori e abiti antichi dal Settecento al Novecento.

Museo degli Argenti

  ha sede al piano terreno. Gli ambienti sono  decorati con affreschi del Seicento. Qui sono conservati il Tesoro dei Medici. Il tesoro si compone: vasi in pietre dure di Lorenzo il Magnifico, cristalli di rocca di Francesco I, i cammei e intagli di Cosimo I,  l'ambre di Maria Maddalena d'Austria e  la famosa collezione di gioielli di Anna Maria Luisa, ultima erede di Casa Medici.

Museo delle Porcellane

è situato  al centro del Giardino delle Rose, che sovrasta il famoso giardino di Boboli. Il Museo è ubicato nella palazzina settecentesca,  sono raccolte le porcellane provenienti dalle collezioni dei Medici, dei Lorena, dei Borbone-Parma, dei Savoia. .

Sito web: Palazzo Pitti Firenze