Home » Cucina e Gastronomia » La Famiglia Di Gennaro a Natale porta in tavola la bontà dei suoi Torroni
pantorrone di gennaro

La Famiglia Di Gennaro a Natale porta in tavola la bontà dei suoi Torroni

Come ogni Natale si torna a parlare di torrone, il dolce delle feste invernali che piace a grandi e piccini, frutto di una secolare tradizione che ne esalta fascino e prestigio. Ecco le bontà dell’azienda irpina DG3 Dolciaria.

Protagonista assoluto: il torrone. Non importa se sia morbido o friabile, fondente o al pistacchio, il torrone continua a essere parte integrante della tradizione dolciaria tipica del periodo invernale.

Ma questo periodo è ricco di tante altre golose bontà per il palato, dolci prelibatezze che abbondano sulle tavole vestite a festa.

Tra le eccellenze dolciarie d’Irpinia c’è l’azienda di Ospedaletto d’Alpinolo, un suggestivo comune immerso nel verde del parco del Partenio a poca distanza da Avellino, DG3 Dolciaria della famiglia Di Gennaro, giunta alla terza generazione nella produzione di prelibate golosità “made in Irpinia”.

I suoi torroni rappresentano da sempre il fiore all’occhiello della ormai vasta e variegata attività produttiva, conservando il gusto dell’antica tradizione in un ottica orientata all’innovazione e alle novità.

I Torroni Friabili

I gusti più tipicamente tradizionali sono quelli del torrone friabile alla nocciola o alla mandorla, due veri classici che non tramontano mai.

Un tocco di golosità in più con il torrone friabile ricoperto al cioccolato, che ne esalta il gusto.

I Torroni Teneri

Poi ci sono i teneri, che l’azienda Dg3 Dolciaria ha introdotto negli anni Ottanta apprendendone l’arte direttamente in Francia tramite l’osservazione diretta e la pratica.

Alla nocciola, alla mandorla, al cioccolato, al pistacchio, al limone, tante varietà per soddisfare tutti i palati.

Il Pantorrone

Il pantorrone è un altro prodotto tipico del periodo natalizio, immancabile sulle tavole a fine pasto come pure nelle tradizionali “ceste regalo” piene di tante bontà.

Questo particolare tipo di torrone è composto da uno strato di torrone e uno di pan di spagna bagnato con il liquore di solito ricoperto da cioccolato per mantenere legati i due composti.  Un’innovazione del torrone che stuzzica i palati già da diversi decenni.

I Formati

Per quanto riguarda i formati c’è solo l’imbarazzo della scelta. In cubi, cubetti, in stecche oppure nei pratici monodose.



Ma oltre al dolce principe del Natale, ci sono numerose altre specialità, ideali per comporre ceste natalizie o da consumare a fine pasto per dedicarsi un momento di puro piacere.

Le altre specialità

  • Il croccante in stecche o in torte, dove la dolcezza dello zucchero incontra il sapore intenso della frutta secca di prima scelta, portando alla mente antichi e piacevoli ricordi d’infanzia;
  • i Dragées, confetti dal cuore di frutta secca, croccantino o cubetti di arancia ricoperti dal migliore cioccolato;
  • il cioccolato in barrette, un classico sempre gradito e in una grande varietà di gusti e ripieni;
  • i marrons glacés, i mostaccioli;
  • le sconzette d’arancia, ideali anche da offrire in dono grazie alla cura riposta nelle loro confezioni.

Presso gli stabilimenti di via Campomarino 8 a Ospedaletto d’Alpinolo (Avellino), percorrendo la strada che conduce al Santuario di Montevergine, è possibile fare sosta al punto vendita Di Gennaro, aperto al pubblico, dove acquistare tutte le dolcezze della casa e le specialità gastronomiche irpine.