fbpx
Spettacoli

Ad Avellino le “Note” delle notti “Ritrovate”.

Nelle “Notti ritrovate”,organizzato dall’agente letterario Tina Rigione, la cultura avellinese ritrova anche le sue note. Un intreccio tra arte, musica e letteratura, alla scoperta di giovani talenti, ad Avellino dal 15 al 21 novembre 2010.

Deus ex machina de “Le note ritrovate” è il maestro Massimo Testa, musicista, compositore e direttore d’orchestra.

L’iniziativa – spiega Massimo Testa – si lega al concetto di Notti ritrovate e sta a significare note che si ritrovano o perchè nuove o perchè abbandonate e riscoperte”.

Da qui nasce l’idea di un concorso di composizione, dedicato a musicisti emergenti, che abbini la musica alla pittura.

Novità dell’edizione 2010 è il concorso musicale internazionale che ha visto tanti giovani compositori, di tutta Europa, cimentarsi in opere ispirate a quadri famosi. Il concorso, infatti, è dedicato alla “Pittura del ‘900 europeo”. I partecipanti sono stati venti, con opere originali. I vincitori si sono ispirati a quadri famosi di Kandinsky, Dalì e John Draper, mentre i tre finalisti a Mirò, ad Angela Martone e Luca Pignatelli”.

I brani vincitori e quelli finalisti saranno eseguiti dall’orchestra di Avellino Zenit 2000, diretta proprio dal maestro Massimo Testa, nella Chiesa del Carmine.

Tra i vincitori spicca l’opera del giovane musicista russo Alexander Khubeev, che si è ispirato al dipinto Composition VII di Wassily Kandinsky.

Tra le novità dell’edizione 2010 de “Le note ritrovate”, l’apertura alla musica elettronica, grazie alla collaborazione del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino.

“Sono soddisfatto per il risultato del concorso – conclude Massimo Testa – e per il fatto che un progetto nato da forze avellinesi abbia fatto il giro del mondo. Il nostro format, infatti, che abbina la musica all’arte, è pronto per essere esportato e per essere replicato.”

  • Qui puoi trovare tutto il programma delle Notti Ritrovate 2010 con il cartellone degli appuntamenti delle “Note Ritrovate”.

Spot

Spot

Spot