Spettacoli

Notte della Taranta 2012: la Pizzica e Goran Bregovic sul palco di Melpignano.

Grande appuntamento nel weekend di fine agosto per chi si trova in Puglia e, più precisamente, potrà raggiungere Melpignano (Le), capitale della musica popolare salentina che ospita ogni anno il Concertone di richiamo mondiale della Notte della Taranta. Sabato 25 agosto 2012, presso il Convento degli Agostiniani di Melpignano, si svolgerà il concerto finale del festival europeo più importante dedicato alla musica tradizionale, che ha visto sempre più di 400.000 spettatori tra il Festival itinerante e il mega concerto di chiusura.

Goran Bregovic alla Festa della Notte della Taranta

Un grande maestro dirigerà, a partire dalle 19.00 di sabato, l’Orchestra della Notte della Taranta: il musicista e compositore bosniaco Goran Bregovic (insieme alla sua Wedding & Funeral Band), la cui musica rappresenta il risultato della sapiente fusione tra tradizionale musica popolare balcanica con il tango e le bande di ottoni.

Sarà poi la volta dei croati Tonci Huljić & Madre Badessa Band e della serba Nenad Mladenovic Orchestra, a rappresentare due popoli uniti nel nome della musica. E ancora dello storico Coro delle Mondine di Novi, nato negli anni Settanta e composto da donne emiliane cresciute tra le risaie piemontesi e della Banda Musicale di Racale, che da più di settant’anni rappresenta una delle realtà bandistiche più note della Puglia.

A introdurre questi artisti, ci sarà un preconcerto che vedrà protagonisti: Li Strittuli, le Cantatrici di Cannole e Mario Salvi, i Cantori di Villa Castelli, il gruppo Mascarimirì e Antonio Castrignanò a creare la giusta atmosfera di allegria e di ricerca espressiva che caratterizzerà l’intera serata. Un progetto artistico che ogni anno vede grandi nomi della musica mondiale calcare il palcoscenico nelle vesti di Maestri Concertatori. Prima di Bregovic, Stewart Copeland, batterista del Police, Vittorio Costa, Mauro Pagani e Ludovico Einaudi.

Melpignano: musica popolare salentina e cultura.

Piccolo centro situato a circa 26 km da Lecce, appartenente alla storica regione della Grecia Salentina, Melpignano offre ai turisti un centro storico ricco di bellezze. E’ possibile rintracciare dolmen e menhir che evidenziano l’origine antica del luogo, individuabile nell’Età del Bronzo. Di epoca più recente sono le numerose chiese tra cui la Chiesa Madre di San Giorgio e la Chiesa dell’Assunzione della Vergine (entrambe risalenti ai primi decenni del XVI secolo). Oltre al dialetto salentino, a Melpignano si parla il griko, dialetto neo-greco di antichissima derivazione ellenofona della Magna Grecia.

 


Spot

Spot

Spot