Costume e Società

Nuove Modelle Italiane: Ilary Iannaccone la mia vita tra moda e make-up

Si è fatta conoscere al pubblico internazionale attraverso un video musicale che ha totalizzato su Youtube oltre 600.000 visualizzazioni.

Lei è Ilary Iannaccone, ventunenne di Monteforte Irpino (Avellino), una tipica bellezza mediterranea nei colori e nelle forme che si sta distinguendo tra le nuove modelle italiane.

Si è fatta notare come protagonista del video “Light the Sky” del duo tedesco Houseshaker (feat. Amanda Blush), considerato parte integrante del movimento house europeo. Com’è nata questa collaborazione professionale?

<<Tutto è scaturito un po’ per caso – ci spiega Ilary. Ero in vacanza in Spagna e lì ho conosciuto il deejay con cui sono rimasta in contatto e che poi mi ha chiamato per girare il video l’anno successivo. Abbiamo registrato a Palma di Maiorca per tre giorni ed è stata un’esperienza davvero positiva ed entusiasmante. Il video è stato molto apprezzato e la canzone ampiamente diffusa e suonata in discoteche e spiagge di tutto il mondo. Oltre a fare da protagonista al video mi sono occupata personalmente del make-up mio e degli altri presenti, avendo la possibilità di unire i miei due grandi amori: il lavoro di modella e quello legato al mondo della cosmesi>>.

Perché Ilary Iannaccone, dopo il diploma al Liceo Scientifico di Avellino, ha seguito una delle sue grandi passioni frequentando l’Accademia di Trucco Professionale di Roma con make-up artist del calibro di Valeria Orlando.

<<Fin da piccola sono stata attratta dal mondo della cosmesi osservando mia madre mentre si preparava con cura e attenzione verso ogni dettaglio. Poi gradualmente, mentre crescevo, questa passione si è unita a quella del magico universo della moda e, già intorno ai 16 anni, ho iniziato a fare pubblicità e scatti fotografici per negozi avellinesi. Oggi mi divido tra Avellino e Roma per shooting fotografici, casting, per progetti di make-up e per collaborazioni professionali nel mondo del fashion. L’ultima è un cortometraggio “Thankfulness di Mohamed Zouaoui e Dan Polimeni ” in produzione nella Capitale con attori noti del piccolo schermo, in cui recito per una breve parte e soprattutto svolgo il ruolo di make-up artist>>.

Ilary Iannaccone e Dan Polimeni
Ilary Iannaccone e Dan Polimeni sul set di Thankfulness

Cos’è la bellezza per te?

Ilary Iannaccone
Ilary Iannaccone

<<La bellezza è l’unione perfetta tra interiorità ed esteriorità. Indubbiamente nel mio campo conta molto l’estetica, perché è quello l’aspetto più immediato. Io mi curo facendo palestra, utilizzando creme e impacchi naturali per tenere in forma la pelle e seguendo un regime alimentare sano che limita i carboidrati a favore di verdure e frutta>>.

Cosa ti piace della tua attività e cosa invece pensi possa rappresentarne un aspetto negativo?

<<Partiamo dal presupposto che del lavoro che svolgo amo quasi tutto. Caratterialmente sono una persona che adora stare al centro dell’attenzione, dunque per me è estremamente naturale trovarmi davanti a un obiettivo o a una telecamera. Mi piace il mio lavoro perché so di essere me stessa. Amo poi dispensare consigli sulla bellezza, e lo faccio tramite il mio blog, e prendermi cura dell’estetica delle persone tramite trucco e capelli. Indubbiamente non è tutto semplice e bello così come si possa immaginare. Si tratta di attività che necessitano di un costante impegno e di mascherare le proprie emozioni negative per apparire sempre in forma smagliante. Ma ciò che mi sento di dire a tutti è di inseguire sempre e comunque i propri sogni, nonostante gli ostacoli e gli sforzi sul cammino>>.

In questo trovi supporto da parte della tua famiglia?

<<Certo, e mi ritengo molto fortunata. I miei genitori e il mio ragazzo sono orgogliosi di me e di ciò che faccio nonostante i sacrifici. Questo rappresenta un elemento fondamentale dal punto di vista psicologico per affrontare in maniera propositiva i progetti che di volta in volta si presentano>>.

Si, perché il tuo è un mestiere che lascia molto spazio all’imprevisto e all’inatteso. Difficile fare programmi, ma lo spazio per i sogni è sempre libero. Qual è il tuo?

<<La mia indole mi spinge a migliorarmi sempre, dunque il mio sogno sarebbe quello di arrivare in alto in ciò che amo fare. Poi, se proprio devo sbilanciarmi e sognare in grande, il desiderio sarebbe quello di diventare la prossima Monica Bellucci (conclude Ilary sorridendo). Come si dice: sognare non costa niente>>.

 


Spot

Spot

Spot