Il sogno di avere denti dritti senza utilizzare il classico apparecchio, attraverso un metodo per nulla invasivo e assolutamente trasparente, si realizza grazie alle soluzioni dell’ortodonzia invisibile messe in atto dallo Studio Odontoiatrico Stella Lanni a Cervinara. 


Desideri avere una dentatura perfettamente allineata? Un sorriso invidiabile con tutti i denti al loro posto senza dover portare un apparecchio fisso? Un metodo sicuro e certificato che garantisca i risultati in un periodo di tempo decisamente contenuto?

L’ortodonzia invisibile viene incontro a queste necessità, per offrire il massimo comfort e ridurre drasticamente il fastidio, soprattutto estetico, di dover indossare per un certo periodo di tempo della propria vita il tipico apparecchio con le piastrine per raddrizzare i denti.

Non a caso la pratica dell’ortodonzia invisibile è molto desiderata dai pazienti più adulti che necessitano di sistemare la propria dentatura, senza però doverne risentire da un punto di vista sociale ed estetico. 

Abbiamo discusso di questo argomento che desta molto interesse con la dottoressa Stella Lanni, titolare dell’omonimo studio a Cervinara, città a metà strada tra Avellino e Benevento. 

Dottoressa Lanni, il suo studio è molto conosciuto per l’ortodonzia, settore nel quale lei stessa è specializzata e di cui si occupa in prima persona. Oltre all’ortodonzia tradizionale c’è anche l’ortodonzia invisibile che utilizza sistemi di allineamento trasparenti. 

<<Si tratta di una valida alternativa all’apparecchio fisso più comunemente conosciuto ma non sempre amato, da certe categorie di persone, in particolare perché molto evidente sui denti. Soprattutto in età adulta, infatti, sono tante le persone che vorrebbero cambiare l’aspetto dei propri denti disallineati, ma non se la sentono di portare in bocca un apparecchio fisso. Vuoi per motivi sociali, vuoi per motivi lavorativi, ma anche per fattori psicologici. Insomma, per fattori estetici ad ampio raggio. L’ortodonzia invisibile consente di correggere in maniera molto discreta, ma allo stesso tempo efficace, utilizzando degli speciali, quanto precisissimi e sicurissimi, allineatori trasparenti mobili da indossare secondo un programma studiato appositamente sulla condizione specifica del paziente>>. 

In cosa consiste la tecnica dell’allineatore trasparente? 

<<Sono dispositivi ortodontici trasparenti, sottili e removibili capaci di spostare i denti allineandoli nella posizione più idonea ed esteticamente gradevole. Nel mio studio ho adottato gli Allineatori Sorridi, sono di produzione italiana, la cui caratteristica distintiva è che sono privi di attacchi sui denti. Il piano di trattamento viene effettuato tramite una prevalutazione fotografica che farà gia visualizzare il prima e dopo del trattamento ortodonico, tramite un video animato.  A ogni incontro il paziente viene dotato di mascherine, che devono essere indossate ognuna per una settimana. Ogni 15 giorni il paziente torna a controllo e prende le successive mascherine. >>. 

Si tratta di dispositivi removibili, che consentono dunque anche maggiore igiene oltre che praticità. 

<<Sicuramente sì. Ma devono comunque essere indossati per 22 ore al giorno, tolti sollo all’orario dei pasti ad esempio. E possibile pulirli facilmente, lo smalto dei denti non è mai compromesso. Sottolineo, inoltre, che consentono di parlare molto bene essendo molto avvolgenti e non ingombranti in bocca>>. 

Quanto durano i trattamenti? 

<<Dipende molto dalle condizioni iniziali dei denti e dal corretto utilizzo degli allineatori trasparenti. C’è bisogno della collaborazione fattiva da parte del paziente nel seguire in maniera scrupolosa le nostre indicazioni. In linea generale, in pochi mesi si possono correggere lievi di malocclusioni. Nel caso ci siano situazioni più gravi, i tempi diventano necessariamente più lunghi>>. 

Il paziente riesce ad avere un’idea di quello che sarà il risultato e i tempi di massima?

<<Prima di iniziare, diamo tutte le indicazioni, preventivo e tempistiche. In modo che il paziente possa avere un’idea piuttosto chiara del percorso che lo attende, senza sorprese in itinere>>. 

A quali tipologie di pazienti è rivolta l’ortodonzia invisibile? 

<<E‘ necessario sicuramente selezionare bene il paziente per raggiungere il risultato. Tendenzialmente è rivolta agli adulti, previa analisi della specifica condizione, ma anche a ragazzi al di sopra dei 13 anni di età ma in alcuni casi selezionati, come ad esempio coloro che soffrono di demineralizzazione dello smalto e non possono procedere con l’ortodonzia classica. In ogni caso, c’è bisogno di una persona che collabori in maniera seria e scrupolosa>>. 

I risultati che si ottengono con gli allineatori trasparenti sono uguali a quelli di un apparecchio classico? 

<<Sono medesimi, ottimi e stabili nel tempo. A fine trattamento, c’è bisogno di portare una contenzione come un normale trattamento ortodontico. >>.  

Leggi anche

Centro Odontoiatrico Lanni

  • Via Roma, 37 Cervinara (Avellino)
  • Telefono 0824 838636
Condividi
Exit mobile version