fbpx
Foresta di Bialowieza
La Foresta di Bialowieza
Viaggi e Turismo Arte e Cultura

La Foresta del Parco nazionale di Bialowieza e il suo immenso patrimonio naturalistico

Scopri cosa vedere nella Foresta del Parco Nazionale di Bialowieza è il più antico della Polonia e uno dei più celebri in Europa.

Ciò che rimane dell’immensa macchia verde che migliaia di anni fa copriva l’intera Europa centrale, nominata Riserva della biosfera nel 1976 e Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1979, tra le più vaste aree naturalistiche che conserva intatta la sua natura mai danneggiata dall’intervento dell’uomo: stiamo parlando della foresta di Bialowieza, al confine tra Bielorussia e Polonia.

Precisamente nella regione polacca di Bialystok e in quelle bielorusse di Brest e Grodno.

Cosa vedere nel parco di Bialowieza

L’area appartenente al territorio bielorusso include uno zoo, che ha garantito la salvezza dell’ultima popolazione di bisonte europeo, un museo, laboratori, piccoli alberghi e alcuni ristoranti.

Quella polacca comprende la grande radura composta da immensi alberi e ristoranti per fare escursioni nella natura o in sella a un cavallo. Parlando di animali, si sottolinea anche lo sforzo nel tutelare dall’estinzione il cavallo selvatico di Przewalski, ultimo rappresentante in libertà dei primitivi cavalli selvatici del ceppo euroasiatico.

Flora e fauna

L’intera area della foresta include una grande varietà di flora e di fauna, tra cui erbe, funghi, insetti di ogni specie, animali piccoli e grandi.

Sono presenti infatti oltre 200 specie di volatili e circa 60 di mammiferi. Di grande fascino le querce presenti nella distesa naturale, tra cui la quercia di Jagiello, tra le più note, e la grande Mamamuszi, la più grande con una circonferenza che supera i 6 metri.

L’area sulla quale si estende la Foresta di Bialowieza è molto vasta (1500 Km2 circa) ed è fortemente protetta da vincoli paesaggistici e tutelata per il suo enorme valore ecologico, è quindi normale essere sottoposti a restrizioni da parte delle guardie durante le visite.

Birdwatching nel parco di Bialowieza

Il periodo più adatto per ammirare da vicino questa foresta di rara bellezza è tra la tarda primavera e l’inizio dell’estate, accompagnati da giornate abbastanza lunghe e da un clima più mite nonostante la costante presenza di umidità, fattori che consentono una tranquilla attività di birdwatching oppure di dedicarsi alle osservazioni naturalistiche.

Il luogo più indicato per soggiornare è proprio il villaggio rurale di Bialowieza, che dispone di alcuni piccoli hotel e ostelli, raggiungibile in automobile oppure in autobus.

Claudia Mercaldo

Claudia Mercaldo

Giornalista pubblicista, laureata in scienze della comunicazione presso l'Università di Torino, collabora da diversi anni con Agendaonline.it

Spot

Spot

Spot

Share via