Gigi Proietti
Gigi Proietti uno dei successi dellla stagione del Teatro Gesualdo di Avellino
Spettacoli

Positivo il bilancio di fine stagione del Teatro Gesualdo di Avellino

Chiusa la stagione teatrale, il Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino tira le somme. Numeri e risultati premiano le scelte effettuate dal Cda dell’Istituzione avellinese, presieduto da Luca Cipriano con i componenti Salvatore Gebbia e Carmine Santaniello che, insieme al Teatro Pubblico Campano diretto da Alfredo Balsamo, ha nuovamente fatto registrare il segno positivo nei bilanci di fine stagione. Crescono i numeri di pubblico, spettacoli ed eventi di pari passo con una volontà sempre più condivisa di partecipare a quanto di culturale Avellino possa offrire ai suoi cittadini e non solo.

Nel cartellone che si è da poco concluso, infatti, anche importanti esclusive nazionali come quella portata in scena dagli Stomp, la talentuosa compagnia britannica di fama internazionale che ha scelto proprio il Teatro Gesualdo come unica tappa italiana del loro tour mondiale.

Oltre trenta spettacoli dal 6 ottobre 2012 al 7 aprile 2013, per un totale di 45 repliche, con 222 artisti tra attori, ballerini, orchestrali e cantanti che hanno calcato il palco del “Gesualdo”: questi i numeri di una stagione teatrale di successo.

Tra i numerosi protagonisti, il teatro di classe di Gigi Proietti, Paolo Poli, Marco Paolini, Moni Ovadia, Monica Guerritore, la musica di Franco Battiato, Massimo Ranieri, Piero Mazzocchetti, la comicità travolgente di Vincenzo Salemme, Biagio Izzo, Carlo Buccirosso. E ancora i musical “Grease” e “Peter Pan” e l’evento internazionale con protagonisti gli americani Momix.

Un’offerta divisa in differenti cartelloni per accontentare ogni gusto artistico. E ora non c’è che da guardare avanti e attendere i nuovi appuntamenti in programma. La rassegna estiva “Musica al Parco”, appuntamento fisso dell’estate avellinese, e gli eventi dedicati ai 400 anni dalla morte di Carlo Gesualdo che si concluderanno a dicembre, tra convegni, concerti, rappresentazioni per descrivere l’enigmatica figura del “principe dei madrigali” cui il teatro dedica il proprio nome.

Infine la novità assoluta della stagione 2012/2013, l’avvio del primo Corso di laurea in Italia in Discipline coreutiche tecnico-compositive – Scuola di coreografia, in collaborazione con l’Accademia Nazionale di danza di Roma. Di certo un progetto ambizioso e di ampio respiro culturale.


Spot

Spot

Spot