Home » Cucina e Gastronomia » A Radici del Sud, Primo Premio al Taurasi DOCG Sertura 2012
Taurasi DOCG Sertura, primo premio a Radici del Sud
Taurasi DOCG Sertura, primo premio a Radici del Sud

A Radici del Sud, Primo Premio al Taurasi DOCG Sertura 2012

Il Taurasi DOCG Sertura premiato a Radici del Sud dai giornalisti del settore per la sua capacità di raccontare il territorio di provenienza.

Il mese di giugno si apre con un nuovo successo per i vini di Giancarlo Barbieri.

A Radici del Sud, il Salone di Bari che promuove l’enogastronomia e la viticoltura del sud Italia, giunto quest’anno alla sua tredicesima edizione, il suo Taurasi DOCG 2012 ha sbancato la concorrenza ottenendo il primo posto nella categoria dedicata alla Docg campana, al termine della degustazione al buio effettuata dalla giuria “Wine Writers” composta da giornalisti.

Un altro successo per i vini Sertura, la cantina avellinese che cresce di anno in anno, di consenso in consenso, raccogliendo menzioni e plausi da Verona a Bari.





E che ormai si sta ritagliando un importante spazio nella share of mind anche degli appassionati stranieri.

Non è un caso, infatti, che lo stesso Taurasi DOCG 2012 di Sertura, nell’ambito della stessa kermesse, abbia ottenuto anche il secondo posto tra i migliori Taurasi secondo il giudizio emesso da un’altra giuria, quella composta dai buyers.

I vini Sertura raccontano il territorio d’Irpinia.

“E’ un riconoscimento al lavoro, all’impegno e alle potenzialità dell’Irpinia– spiega Giancarlo Barbieri, che già lo scorso anno sedusse la giuria pugliese con il suo Aglianico -. Non posso nascondere la soddisfazione per il successo ottenuto”.



Radici del Sud descrive ogni anno, aggiornandone lo stato dell’arte, il panorama enogastronomico meridionale attraverso la pubblicazione di tre differenti guide dedicate alle Pizzerie, ai Ristoranti e ai Vini e, in occasione del Salone dei Vini del Sud, che si tiene annualmente dal 2005, accende i riflettori sui vini prodotti dai vitigni autoctoni di Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia.

Il giudizio della giuria è rivolto soprattutto ad evidenziare i vini che meglio rappresentano i vitigni di provenienza.

E in questo, pochi dubbi ci sono circa la purezza dei prodotti di Giancarlo Barbieri, che al legame con la sua terra dedica una maniacale attenzione.

A colpire le giurie che hanno premiato il Taurasi Rosso 2012 Sertura è stato sia l’equilibrio tra legno e frutta che emerge all’assaggio sia l’evidenza dell’aglianico in purezza, senza alcun taglio, che colpisce il palato.

I buyers stranieri promuovono i vini Sertura.

L’esperienza a Radici del Sud per Giancarlo Barbieri ed i suoi vini si era aperta con una verticale sul Greco di Tufo Docg Sertura, uno dei suoi prodotti di punta, condotta dal giornalista Luciano Pignataro con l’esperta Chiara Giorleo.

Un’esperienza, quella in terra pugliese, che ha portato la cantina avellinese ad affermarsi anche nei confronti di importanti buyers stranieri, con i vini Sertura finiti sull’agenda di importatori olandesi, cinesi, danesi e polacchi.



Per informazioni: Vini Sertura telefono 0825.1910307 – 388.8992450. Sito web www.sertura.it

Leggi anche:

 

Solo per Te, le offerte esclusive di oggi. Booking.com
}