Sagre Campania
Mangiare, è incorporare un territorio. (Jean Brunhes)
Attualità

Sagre in Campania: ecco gli eventi di sabato e domenica

Cerchi una sagra in Campania ? Per gli amanti degli eventi all’aperto e pieni di folklore ecco le sagre e gli eventi eno-gastronomici da non perdere.

Cerchi una sagra in Campania ? Per gli amanti degli eventi all’aperto e pieni di folklore ecco le sagre e gli eventi eno-gastronomici da non perdere.

Vivi nella regione campania  e ti stai chiedendo se ci sono sagre durante l’ultimo weekend a novembre ? Ecco alcuni appuntamenti eno-gastronomici con la tradizione e la cultura in giro per la Campania.

Occasioni ideali per una passeggiata lontani dalla solita routine e per scoprire alcuni suggestivi comuni che ci circondano.

Occhio soltanto alle condizioni meteo, magari con un ombrello di sicurezza in automobile, e poi via alla scelta della sagra / evento più interessante.

Sagre in campania – Nei pressi di Baiano (Av), precisamente nel piccolo comune di Sirignano, si svolge la sagraNatale Piccirill”, una sorte di piccolo Natale in anticipo.

L’evento, giunto alla settima edizione, si svolge sabato 21 novembre 2015 e vuole far rivivere le tradizioni locali con prodotti del territorio, la migliore cultura enogastronomica, musica e tanto folklore.

Sono tante le specialità che è possibile gustare durante la sagra: linguine con noci e alici, baccalà fritto, la tipica pizza di “raurinio”, ovvero una speciale farina di mais, immancabili caldarroste, zuppa di fagioli con tocchetti, dolci tradizionali, tanto vino e divertimento con i balli e i canti più tipici.

Un’altra sagra in Campania da segnalare è quella che si svolge in provincia di Salerno nel Comune di Castiglione del Genovesi.

Due divertenti serate in cui gustare i prodotti del territorio ed un menu in cui scegliere diversi tipi di panini, le squisite castagne ed il tipico dolce locale alle castagne accompagnato da tanto buon vino e da un mercatino dedicato all’ artigianato.

Si parla di Natale anche nell’evento di Sorrento (Na) “M’illumino d’inverno”, che si svolge tra sabato 21 e domenica 22 novembre.

Si tratta della manifestazione che accompagna il Natale sorrentino, con un cartellone ogni anno ricco di eventi, e che viene inaugurata con netto anticipo per allungare il più possibile l’atmosfera di gioia e spensieratezza legata a questo periodo dell’anno.

Nella giornata di sabato, alle ore 18, si effettua l’accensione delle luminarie.

Nel centro storico e nelle maggiori strade cittadine in programma animazione da strada con Street Band “Girlesque” e “Fiori profumati”; in piazza Lauro, alle 19, lo show del duo “Ditelo Voi”; nel Chiostro di San Francesco una rassegna dedicata al tema dei diversamente abili; presso il Museo della Tarsa Lignea apertura della mostra “Design e tarsia”; in piazza Tasso, dalle 16 alle 21, un allegro spettacolo di burattini.

Anche di domenica, stessa vivacità per le vie della città partenopea e tanto divertimento.

Sempre in provincia di Napoli, nel comune di Castellammare di Stabia, dal 21 al 23 novembre presso l’Hotel Stabia si svolge il “Meeting del Vino Campano”.

Una kermesse che vuole porre l’accento su una delle eccellenze della regione, il vino appunto, dedicando a questo prodotto una tre giorni di degustazioni, dibattiti, mostre e incontri. A cura dell’Ais Campania, sabato 21, si svolge la degustazione guidata “Mater Natura”, che si focalizza sui vini a basso contenuto di solfiti.

A chiusura della serata, la mostra fotografica “Catch the Grape”. La giornata di domenica è invece dedicata al contatto diretto produttori-pubblico.

Un percorso espositivo delle più note cantine campane è aperto dalle 17 alle 22.

A conclusione è in programma il Cooking Show con alcuni dei migliori chef emergenti campani a creare ricette abbinate ai principali vini presentati. Lunedì 23, infine, spazio nuovamente al percorso degustativo con tante cantine espositrici (dalle 16 alle 22) e al laboratorio del gusto “A volo d’uccello sulla DOP Penisola Sorrentina” a cura di Slow Food Costiera Sorrentina e Capri.

Infine, ancora legato al magico mondo del vino, nel suggestivo scenario del Parco Archeologico di Paestum (Sa), si svolge la prima edizione de “Il Vino del Tuffatore”, un evento che vuole rappresentare la sintesi tra la bellezza del patrimonio storico-artistico della città e la bontà dei vini delle aziende locali e nazionali che concorrono al premio.

Quindici le aziende vitivinicole che partecipano all’evento, in arrivo da tutta le zone della Campania, in particolare dal Salernitano, ma anche da Sicilia, Toscana e Marche.


Spot

Spot

Spot