Corleto Monforte

 

Corleto Monforte è un comune campano in provincia di Salerno, si trova a circa 29 km dall?autostrada A3 SA/RC, uscita al casello di Polla.

Situata su una cresta degli Alburni, scavata dal corso di due torrenti laterali, Corleto Monforte ?di origine ancora incerta, ma molto probabilmente di origine lucana. Una seconda tesi sostiene che sorse nel periodo medioevale. E' certo comunque che i Lucani, dopo aver conquistato i vicini insediamenti greci di "Montepruno" (Roscigno) e "Phasis" (Sant'Angelo a Fasanella) costruirono sull'alto costone roccioso questa meraviglia per poterli pi?agevolmente dominare.

Corleto Monforte fu originariamente chiamata "Coryletum" per indicare il luogo in cui abbondavano i noccioli. In epoca pi?recente ?stata propriet?di numerosi feudatari e a quest'ultima epoca risalgono le numerose fortificazioni e torri che ancora oggi si possono ammirare. Proprio a quest'ultimo periodo risale la cronaca secondo cui, durante la rivolta dei baroni contro Federico II nel 1246, le truppe dell?Imperatore, dopo la presa di Capaccio e la fine della rivolta, devastarono tutti i territori di coloro che avevano partecipato alla congiura e ne incendiarono i castelli per impedire ogni possibile futura offensiva.

Di particolare interesse ?il fatto che, dopo venti giorni d'assedio, i Corletani, per dimostrare all?avversario di essere ben forniti di vettovaglie e capaci, quindi, di resistere anche a lungo, anziche lanciare pietre ed altre armi contro gli assedianti, lanciarono formaggio: ci?indusse il comandante imperiale a togliere l?assedio e, in questo modo, Corleto riusc?a limitare i danni e l?abitato non fu affatto toccato, anche in virt?delle sue possenti fortificazioni e forti mura.

 

 







Articoli Correlati