Shopping a Cortina d'Ampezzo.

Vie dello shopping a Cortina d’Ampezzo, una rilassante passeggiata doposci

di

Celebre e blasonata stazione turistica invernale, Cortina d'Ampezzo,  conosciuta anche come "Regina delle Dolomiti", attrae per la bellezza e varietà dei suoi paesaggi, per i moderni ed efficienti impianti sciistici ma anche per la vivace vita notturna, con numerosi locali esclusivi, e l'eccellente accoglienza dei suoi raffinati ed eleganti alberghi e ristoranti.

Patria dello sci e del divertimento, Cortina offre molto anche in fatto di shopping, con più di 250 negozi dove è possibile trovare il meglio della moda italiana, tra calzature, abbigliamento e gioielli, oltre a numerose gallerie d'arte e caratteristiche botteghe di artigianato locale che fanno bella mostra di sé in Corso Italia, nel centro di Cortina.

Totalmente chiusa al traffico, quest'importante arteria commerciale e turistica viene letteralmente presa d'assalto da tutti quei turisti che, al rientro dalle piste o dalle escursioni in alta quota, vogliano semplicemente rilassarsi ammirando le tante e luccicanti vetrine, con la speranza, perché no, di incontrare qualche personaggio celebre tra i tanti che, in ogni stagione, affollano Cortina.

Tra i tanti negozi del Corso si annoverano, per prestigio ed eleganza, le boutique di Gucci, Guess, Ermanno Scervini , la pregiata maglieria di Malo, Alpha Maglieria e Bredo ed i numerosi ed attrezzatissimi negozi di articoli ed abbigliamento sportivo come Kobe Sport, Olympia Casa dello Sport e Rossignol Company, dove trovare tutto ciò che serve per lo sci ed il tempo libero.

Non mancano poi le grandi catene commerciali come Benetton, Stefanel e Sisley.

Tappa imperdibile è, poi, quella alla Cooperativa di Cortina, immenso centro commerciale a sei piani, con bar e supermercati, divenuto, negli anni, uno dei più rinomati punti di ritrovo per turisti e abitanti del posto.

Da non perdere, infine, una passeggiata tra i numerosi negozi d'artigianato dove si possono ammirare autentiche opere d'arte, realizzate in vetro o in legno ed impreziosite con fregi in madreperla e metallo, secondo antiche tradizioni ampezzane che si tramandano di padre in figlio.