Week End a Filicudi.

Scegli Filicudi per un weekend

Guida Turistica per un fine settimana a Filicudi in Sicilia, Italia.

di

Filicudi è, con Alicudi , la più piccola delle isole Eolie, la più lontana da Lipari.

La sua posizione, che tende più verso la costa della provincia di Palermo, ha fatto sì, negli anni, che mantenesse immutata la sua natura selvaggia.

Basti pensare che la corrente elettrica è stata portata qui, grazie ad alcuni generatori, soltanto nel 1986.

Ed è da allora che Filicudi ha scoperto la sua vocazione turistica.

Filicudi, proprio per essere fuori dai grandi circuiti del turismo di massa, è un’isola che attrae proprio per questo suo carattere unico che le è valso l’appellativo di “magica”.

 Qui i suoni, i colori ed i profumi mantengono la loro natura pura, non essendo contaminati dagli effetti della vita moderna.



Filicudi deve il suo nome alla presenza, da sempre, sull’isola, di piante di felci, le stesse che danno il nome al Monte Felci, il vulcano spento dal quale si è generata Filicudi.

Nei mesi invernali vivono a Filicudi non più di 250 persone, distribuite nei centri di Filicudi Porto, Valdichiesa e Pecorini, collegati tra loro dall’unica strada carrabile presente sull’isola.

Per il resto, per raggiungere le spiagge e le altre località di Filicudi occorre muoversi attraverso mulattiere e strade sterrate che rendono unica la visita dell’isola.

 Nei mesi estivi la popolazione sale a circa 3000 presenze, praticamente tutti turisti.

 Il centro marino dove sono presenti la maggior parte delle strutture ricettive è quello di Stimpagnato, nella zona sudorientale.

Capperi e fichi sono i prodotti tipici dell’isola di Filicudi che, da alcuni anni, è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco. 

 









Siti Ufficiali