Week End a Licata

Guida Turistica per un fine settimana a Licata in Sicilia, Italia.

di

Nella provincia di Agrigento, in Sicilia, Licata si trova al limite occidentale del golfo di Gela.

Il turismo è molto fiorente soprattutto con l’incremento di alberghi, villaggi turistici e bed&breakfast che punteggiano l’area. L’arenile è molto eterogeneo.

Si può scegliere tra la zona orientale dove ci sono litorali sabbiosi, oppure quella occidentale in cui si alternano promontori, baie e scogliere, con una spiaggia più selvaggia.

Molto indicata come meta estiva di weekend balneari, Licata è molto ricca di reperti archeologici risalenti al Paleolitico, Mesolitico e al Neolitico e di magnifici esempi architettonici civili e religiosi.

Per quanto riguarda i resti di antiche civilità, sono da visitare l’Ipogeo Stagnone Pontillo, la Necropoli a grotte artificiali di Monte Petrulla, la fortezza greca Phrourion di Falaride, i resti della città greca di Monte Sant’Angelo e la Grangela, un’opera di idraulica di origine preellenistica.



Molti resti archeologici sono conservati e visibili nel Museo Archeologico contenuto nel Chiostro della Badia.

Tra le bellezze monumentali meritano una visita la Chiesa di Santa Maria La Nuova, di impianto quattrocentesco, la Chiesa di Sant’Agostino, in stile rococò, l’altissimo Faro, le numerose chiese e palazzi barocchi. Degno di nota è il porto turistico di “Marina di Cala del Sole”, che offre 1600 posti barca ai turisti provenienti da tutto il mondo.

Essendo l’economia locale basata essenzialmente sull’agricoltura e sulla pesca, sono questi gli ingredienti principali dei piatti della cucina tipica licatese.

Si segnala infine la presenza dell’Osservatorio Avifaunistico della Foce del Salso, per effettuare visite guidate, nato per salvaguardare un’area dall’indubbio valore naturalistico.