Archivi tag: Agriturismi in Irpinia

Le Migliori Piscine in provincia di Avellino.

Per chi resta ad Avellino, un salto in piscina è l’antidoto per respingere gli attacchi termici dell’anticiclone Africano. Un tuffo per rinfrescarsi e godersi qualche ora di relax, a pochi passi da casa.

Tra Avellino e provincia sono numerose le piscine che quotidianamente accolgono chi, per scelta o per necessità, al bagno al mare non disdegna quello in piscina.

Ma quali sono le migliori piscine in provincia di Avellino? Ecco la nostra guida, basata su esperienze personali e sul numero di citazioni sui social e sul web.

Per un tuffo in piscina è sempre consigliata la prenotazione.

Le Piscine dei centri sportivi

Nel capoluogo, per l’estate 2021, ad accogliere i i bagnanti di città sarà il solo Country Sport di Picarelli, in attesa di conoscere il futuro del Centro Sportivo Avellino di via De Gasperi temporaneamente chiuso.

Piscina Country Sport Avellino

Il Country, con la sua accogliente zona oasi rimodulata per garantire il distanziamento sociale e la sicurezza degli ospiti, mette a disposizione una piscina di 1600 metri quadrati con diverse profondità e lettini a bordo vasca su cui rilassarsi al sole, ascoltando buona musica e divertendosi in compagnia.

Piscina Centro Sportivo Avellino

Il Centro Sportivo Avellino, invece, resta per il momento chiuso: da risolvere le vicende amministrative con il Comune di Avellino, proprietario della struttura.

Piscina La Sirenetta a Sirignano

A Sirignano, a breve si nuoterà all’aperto alla Piscina La Sirenetta, con il suo solarium in cui è possibile dedicarsi a qualche ora di tintarella.

Agriturismi con Piscina Avellino.

Per chi abbia voglia di immergersi nella natura, per concedersi un bagno lontano dai rumori e dai ritmi della città,in Irpinia c’è solo l’imbarazzo della scelta tra i diversi agriturismi che offrono il servizio piscina.

La Piscina dell’ Agriturismo Ricciardelli a Contrada.

Una veduta dall’alto dell’Agriturismo Ricciardelli a Contrada Avellino

A Contrada, tra i pionieri in Irpinia, spicca la piscina dell’Agriturismo Ricciardelli, (solo per gli ospiti dell’azienda prenotazione telefono 0825 674371)  dove è possibile abbinare ai rinfrescanti tuffi in piscina sia salutari passeggiate lungo i sentieri immersi nel verde che ottime degustazioni di piatti della tradizione gastronomica irpina.

E se vien voglia di svago? Scarpe comode ai piedi e pronti a partire per le passeggiate nei tanti sentieri che circondano l’agriturismo dell’avvocato Paolo Ricciardelli.

La Piscina de il Mulino della Signora a Sturno

La Piscina de Il Mulino della Signora a Sturno

Per chi voglia trascorrere dei momenti di assoluto benessere, la soluzione che mette d’accordo anima e corpo è il Mulino della Signora, la luxury country house di Gianfranco Testa che è un paradiso dell’accoglienza immerso in un vasto uliveto.

Oltre alle sale ristorante in cui degustare gli ottimi piatti a base delle eccellenze locali e agli chalet in cui soggiornare per trascorrere piacevoli serate al chiar di luna, per gli ospiti della struttura Il Mulino mette a disposizione una piscina con un solarium attrezzato.

Il punto di forza? L’ingresso in piscina è riservato ai soli clienti della struttura: una garanzia di distanziamento e relax. Per informazioni Telefono 0825 437207.

La Piscina del Bellavigna Country House di Montefalcione

Una rilassante giornata a bordo piscina, con servizio bar e piccola ristorazione, godendo di un panorama davvero accattivante, è il biglietto da visita con cui si presenta il Bellavigna Country House di Montefalcione, altra struttura immersa nella natura dove è possibile trascorrere momenti rilassanti e divertenti, in compagnia di amici. Apertura prevista dopo il 20 giugno.

La Piscina del Carabeach a Forino

Nel comune di Forino, particolarmente frequentata è la piscina Carabeach adiacente al ristorante La Carabina. Il 2 giugno è ricominciata la stagione estiva, con possibilità di acquistare pacchetti per ingressi in piscina con uso di lettini e ombrelloni.

Un’esperienza particolarmente rilassante è quella che è possibile vivere presso l’azienda agrituristica biologica Petrilli di Flumeri la cui piscina, insieme agli altri servizi proposti, permetti di vivere una vera e propria vacanza rurale. Nella zone del Laceno, a Montella piscina all’aperto all’agriturismo Pericle.

Hotel con Piscina in provincia di Avellino

Diverse sono, poi, le strutture alberghiere che dispongono di una piscina, in alcuni casi ad uso esclusivo dei clienti, in altri aperte anche anche al pubblico esterno.

Hotel con Piscina a Solofra

E’ il caso, ad esempio, del Solofra Palace Hotel che propone la possibilità di abbinare ad una giornata in piscina a percorsi benessere presso il proprio centro.

Hotel con Piscina a Mercogliano

A Mercogliano segnaliamo le piscine del Grand Hotel Irpinia e del Virginia Palace.

Hotel con Piscina ad Ariano Irpino

In provincia di Avellino spiccano ad Ariano Irpino la piscina dell’Hotel Incontro e l’Hotel Ulivo a Mirabella.

Leggi anche

Gli 8 piatti de Il Mulino della Signora che fanno sognare.

In questo spicchio di Irpinia, nell’angolo della Campania che strizza l’occhio alla Puglia, la ristorazione non è una questione commerciale: è un elemento culturale, è il “genius loci” che sfida le narici e le papille gustative.

Il Mulino della Signora, luxury country house situata a Sturno, in provincia di Avellino, è uno scrigno della natura che offre, a chi la visita, un prezioso bouquet di profumi e sapori, di colori e calore.

Resistere all’accoglienza del Mulino e del suo patron Gianfranco Testa, del quale ancora non è chiaro se sia stata la campagna a prestarlo alla medicina o viceversa, è esercizio inutile.

Il Menù de Il Mulino della Signora

Raccontarlo può essere semplice, ma è solo verificando che si scopre quanta soddisfazione possa dare l’assaggio di un piatto in grado di restituire non solo le abilità di chi lo prepara, in questo caso lo chef Antonio Guacci, ma soprattutto il suo legame con il contesto che lo esprime.

Si dice che chi ben comincia sia a metà dell’opera. Qui l’opera, pur essendo appena all’inizio, già lascia intuire il suo gran finale in crescendo.

Premessa deontologicamente doverosa: la lettura di quanto segue provoca dipendenza e stimola la fame. Astenersi se non ci si vuol lasciare travolgere dal caleidoscopico mondo del gusto targato Il Mulino della Signora.

Gli antipasti

Ma cosa c’è di tanto attraente nel menù del ristorante de il Mulino della Signora? Iniziamo:

C’eravamo tanto amati

il Baccalà
  • Baccalà, crema di peperoni rossi, Peperoncini di fiume e sedano croccante.

Miseria e nobiltà

La Zucchina
  • La Zucchina in 3 consistenze diverse: alla parmigiana, alla scapece e alla crema.

I primi piatti

I primi sono la portata che, più di ogni altra, mette alla prova chi li propone. Ci sarà un motivo se la pasta è nell’iconografia internazionale associata all’Italia! Fare la differenza in questo campo non è semplice. Ma al Mulino evidentemente piace vincere facile.

E così, le esperienze sensoriali lasciano a bocca aperta. Qualche suggerimento per andare sul scuro?

Quo Vado

Gnocchi di Patate
  • Gnocchi di patate, capperi, olive e baccalà, con panure al prezzemolo e menta.

Ricette d’amore

Il Raviolo
  • Raviolo ripieno di parmigiana di melanzane, salsa, cacio e pepe e pomodori secchi.

I secondi piatti

La conferma di come si faccia a trattenere in tavola anche le forchette più esigenti, arriva dalla scelta del secondo.

Varietà deve sempre far rima con qualità. Che come sovente accade in terra d’Irpinia non può mancare in un menù che abbia voglia di sedurre.

C’era una volta il west


La Tagliata
  • La Tagliata di vitello con verdure di stagione.

La Tenerezza

Il Pollo
  • Pollo ripieno di mozzarella di bufala e scarola, capperi in fiore e bietola.

I dolci

Lasciarsi prendere per la gola e non rinunciare alle dolcezze della casa è la degna conclusione quando ci si accomoda ai tavoli del Mulino e ci si lascia guidare dai suggerimenti esperti del maitre di sala, Lucio Cammisa.

Scegliere tra stuzzicanti proposte è un po’ come sottoporsi ad una roulette russa completamente scarica: si va sempre sul sicuro.

Il settimo sigillo

Ricotta e pere
  • La Ricotta e pere

Apoteosi Finale

La Cheesecake
  • Cheesecake con marmellata di pomodori e polvere di basilico

Per informazioni

  • Il Mulino della Signora: Contrada Sterparo, 83055 Sturno Telefono 0825 437207

Come Raggiungere il Mulino della Signora

Il Mulino della signora, agriturismo di lusso in provincia di Avellino

Automobile

  • Da Napoli: Autostrada A16 NAPOLI – BARI uscita casello di Grottaminarda.
  • Da Salerno: Raccordo autostradale Salerno – Avellino. Seguire le indicazioni per Autostrada Napoli – Bari A16 verso BARI.

Sturno si raggiunge facilmente prendendo l’autostrada A16 verso Bari ed uscendo a Grottaminarda.
Dopo il casello girare a sinistra. Alla prima rotonda, dopo circa 1 km, girare a sinistra direzione Sturno. Alla seconda rotonda, dopo circa 2 km, girare a destra e mantenere sempre la destra in direzione Sturno. Nel centro abitato seguire le indicazioni per Il Mulino della Signora Luxury Country House.

Leggi anche

Mulino della Signora, quando il buon vivere sposa la sicurezza.

Da due mesi, ogni giorno, il maitre di sala allestisce gli spazi come se il lockdown non fosse mai intervenuto. Un gesto scaramantico, un mantra che rende l’idea di quanto forte sia, al Mulino della Signora, l’attaccamento al lavoro e la propensione al cliente.

In quest’angolo di Irpinia, tra Sturno e Frigento, immerso in una distesa di uliveti, vigne ed alberi da frutto, si staglia uno dei più stuzzicanti luoghi di accoglienza della provincia di Avellino.

Il Mulino della Signora, la Luxury Country House in provincia di Avellino.

Una luxury country house che, come tutti, ha dovuto salutare per qualche tempo i suoi ospiti. Ma che non ha smesso di pensare a loro nemmeno un giorno. D’altronde, in campagna a dettare i ritmi è solo e soltanto la natura. Con i suoi tempi e le sue regole che sono le stesse da millenni, E che, soprattutto, sono a prova di pandemia.

Al Mulino della Signora è tutto pronto per la riapertura. Ma, come sottolinea il patron della struttura, il dott. Gianfranco Testa, qui la sicurezza è di casa da sempre ed ora ancora di più.

Sarà per l’attenzione “chirurgica” ad ogni particolare – e non può essere diversamente per chi ha speso la sua vita dedicandosi alla cura delle persone in altre sale, quelle operatorie – sarà per gli spazi sconfinati che garantiscono naturalmente un distanziamento sociale, sta di fatto che Il Mulino davvero si presenta come il luogo ideale per tornare a vivere momenti di normalità godendo della forza della natura.

“I nostri ospiti hanno a disposizione un’area di 33mila metri quadrati – ricorda Gianfranco Testa – ai quali vanno aggiunti gli oltre 170mila metri di uliveti che si trovano ad appena cento metri di distanza. Insomma, lo spazio non è affatto un problema. Qui, è più facile non incontrarsi che il contrario”.

Il Ristorante del Mulino della Signora.

Anche a tavola, massima riservatezza e distanze di sicurezza più che rispettate, sia nella sala interna che, in vista della stagione estiva, nell’ampia terrazza esterna dove pranzare o cenare diventa un’esperienza sensoriale unica.

“Le due sale, una di 120 e l’altra di 100 metri quadrati, garantiscono un distanziamento tra i tavoli notevole. Tutto è stato studiato nel rispetto delle normative, del buon senso e dell’attenzione alla sicurezza del cliente. Un esempio? Abbiamo messo a punto percorsi per recarsi alla toilette che non facciano incrociare persone. E, poi, tutti gli ambienti sono stati opportunamente sanificati e dotati di dispositivi di protezione che garantiscono igiene. Insomma, 40 anni è più di attività ospedaliera, saranno pure serviti a qualcosa” scherza l’ex primario.

Le misure di sicurezza sono state studiate in ogni dettaglio. Intanto, gli avventori saranno guidati ai tavoli evitando “incroci” pericolosi. Ogni tavolo sarà apparecchiato solo dopo che gli ospiti si saranno accomodati.

Anche nel servizio, il dottor Gianfranco Testa ed il maitre Lucio Cammisa hanno studiato una formula-sicurezza.

Il menù sarà usa e getta, in modo da evitare il passaggio da un tavolo all’altro, e ci sarà personale differente per apparecchiare e sparecchiare ai tavoli.

Le camere del Mulino della Signora.

Il Mulino della Signora può contare, per l’accoglienza di gruppi familiari, su quattro chalet che, distanziati di oltre 20 metri l’un dall’altro, assicurano privacy e contatti sicuri.

“Lo spazio non ci manca. Abbiamo pensato, poi, per gli ospiti della struttura di servire la colazione in monoporzioni direttamente all’uscio dello chalet. Una accortezza in più per evitare possibili assembramenti nella sala colazione. Anche la piscina, sanificata quotidianamente, – conclude Gianfranco Testa – sorge su una superficie di oltre 160 metri quadrati e accoglierà al massimo 16 persone, ossia il numero di ospiti che possono villeggiare al Mulino”.

L’Olio extravergine di oliva con consegna a domicilio.

Uno dei fiori all’occhiello della produzione in house de Il Mulino della Signora resta l’olio extravergine di oliva.

L’autoctono Ravece e il blend Papaloia con i loro aromi, il loro raccontare alla vista, al gusto e all’olfatto un intero territorio, continuano a raggiungere le tavole di tutto il mondo.

Grazie ad un sistema di delivery, che non prevede aggravi di spesa per chi acquista, a cui tutti possono accedere inviando una mail all’indirizzo info@ilmulinodellasignora.it e facendo il proprio ordine.

Per informazioni:

Data di riapertura: Lunedì 1 Giugno 2020

  • Il Mulino della Signora: Contrada Sterparo, 83055 Sturno Telefono 0825 437207

Come Raggiungere il Mulino della Signora

In Automobile

Sturno si raggiunge facilmente prendendo l’autostrada A16 verso Bari ed uscendo a Grottaminarda.
Dopo il casello girare a sinistra. Alla prima rotonda, dopo circa 1 km, girare a sinistra direzione Sturno. Alla seconda rotonda, dopo circa 2 km, girare a destra e mantenere sempre la destra in direzione Sturno. Nel centro abitato seguire le indicazioni per Il Mulino della Signora Luxury Country House.
Da Napoli: Autostrada A16 NAPOLI – BARI uscita casello di Grottaminarda.
Da Salerno: Raccordo autostradale Salerno – Avellino. Seguire le indicazioni per Autostrada Napoli – Bari A16 verso BARI.

Il pranzo della domenica? In un agriturismo della provincia di Avellino per vincere paure e coronavirus.

Dall’Irpinia una ricetta naturale per vincere la paura e riscoprire la forza dello stare insieme, in sicurezza, magari intorno ad una tavola imbandita ed arricchita dai buoni sapori locali e genuini.

Dagli agriturismi della provincia di Avellino arriva una risposta alla dilagante paura che, in questi giorni, attanaglia un po’ tutti.

Insomma, se la paura dell’ignoto ha ormai assunto le sembianze della mappa atomica del Coronavirus, con ironia, ma anche buon senso, si cerca di esorcizzarla e sostituirla con forme ben più soddisfacenti, come quella di una soppressata, un Carmasciano o un broccolo aprilatico.

Agriturismi, country house , agriresort d’Irpinia propongono la forza della natura, l’aria salubre della provincia avellinese, la genuinità della campagna per stare lontano dal caos delle città, riscoprire il piacere della convivialità, magari in luoghi e strutture a dimensione familiare, dove non si corre il rischio di ritrovarsi in ambienti caotici e affollati.

Ed è, forse, anche un primo segnale di sostegno alla normalità, quello che si può dare partendo dalle piccole cose, che sono anche le più caratterizzanti di una comunità che vuol continuare ad essere tale.

Ed allora, da Contrada a Sturno, da Paternopoli a Frigento vinciamo a tavola la paura, rispondendo all’appello degli agriturismi irpini.

Prenotiamo ed accomodiamoci nei tanti angoli di benessere che la provincia di Avellino riserva.

Senza remore e con proattività.

Brindando con un buon bicchiere d’aglianico alla fortuna di poter contare su una terra salubre ed accogliente, con la quale la natura continua ad essere particolarmente prodiga.

Con buona pace del Coronavirus e della psicosi che lo accompagna.

Leggi anche

I migliori Agriturismi in Irpinia secondo i clienti di Booking.com

La provincia di Avellino, con il suo verde lussureggiante diffuso, è terra vocata ad un’accoglienza nel segno della natura e della genuinità.

Una piccola patria per agriturismi e country house in cui è possibile trascorrere momenti di puro relax a stretto contatto con la natura, in ambienti incontaminati, lontani dal caos delle grandi città e dove il tempo scorre lento.

Quando si parla di agriturismi, occorre naturalmente prestare attenzione ai possibili specchietti per allodole, che pure non mancano.

Ristoranti, nemmeno di buona qualità, spacciati per ciò che non sono, per il solo motivo, magari, di disporre di un po’ di giardino che li porta, impropriamente, ad abusare dell’appellativo di agriturismo.

Per essere tale un agriturismo deve rispettare delle precise istruzioni, a cominciare – in cucina – dall’utilizzo di ingredienti provenienti dalla propria azienda o da aziende agricole dello stesso territorio.

Ma quanti agriturismi lo sono veramente nella realtà? La selezione dovrebbe farla, come sempre, il mercato.

Ed allora, consultando uno dei principali portali internazionali in tema di prenotazioni on line, Booking.com, proviamo a vedere quali sono gli agriturismi della provincia di Avellino con il maggior appeal, secondo quanto raccontano i viaggiatori che li hanno provati.

Sono 22 gli agriturismi della provincia di Avellino che hanno ottenuto almeno una recensione dagli ospiti sul famoso sito leader mondiale per le prenotazioni on line.

Agriturismo Torre Gialluise a Gesualdo.

Tra le new entry, questa struttura è quella che fa registrare la media voto più alta nel giudizio degli utenti: 9,9 ma su un numero di recensioni abbastanza esiguo (solo 7).

Della struttura piace, in particolare, la posizione e la pulizia.

Agriturismo a Casa di Susanna a Santo Stefano del Sole.

L’agriturismo immerso nei vigneti del Fiano di Avellino raggiunge una media di giudizio di 9,7 (ma i commenti sono solo tre), dovuto soprattutto alla sua posizione, giudicata vincente dagli ospiti.

L’Albero d’Oro di Flumeri.

Anche l’Albero d’Oro di Flumeri ha una media molto alta nelle valutazioni degli utenti di Booking.com: 9,7.

Per molte coppie, l’Albero d’Oro è un luogo perfetto per ricaricare le batterie, lontano dal caos della città ed in un piacevole contesto naturalistico.

Il Mulino della Signora a Sturno

Il mulino della signora

E’ tra le strutture in Irpinia con le più alte valutazioni da parte degli utenti. Le 26 recensioni lasciate da chi vi ha soggiorno restituiscono una media altissima nei giudizi, che raggiunge il voto di 9,6 con giudizio Eccezionale.

Cordialità dello staff, location da sogno, cucina da hotel a 5 stelle: eccoli i punti di forza della Country House del dottor Gianfranco Testa che piace sia agli ospiti italiani che a quelli stranieri.

Tra le curiosità legate a Il Mulino della Signora: in molti evidenziano la facilità nel raggiungere l’agriturismo che, pur immerso in un contesto naturale e verdeggiante unico è ben collegato alle principali vie di comunicazione.

Country House Case di Stratole a Montella

Altra novità particolarmente gradita agli utenti che ne hanno tessuto le lodi su Bookjing.com è la Country House Case di Stratole a Montella.

Accoglienza impeccabile, discrezione dei proprietari e ricchezza dei sapori proposti per questo piccolo gioierllino che raggiunge una media voto di 9.6.

Da qui, dicono in molti, si possono visitare tanti piccoli gioielli della provincia di Avellino.

Il Focolare ad Ariano Irpino

Poche recensioni (per ora) ma tutte di alto gradimento, per Il Focolare, l’agriturismo situato alla contrada Orneta di Ariano Irpino.

La media voto di 9,6 è giustificata, in particolare, dai luoghi che richiamano la campagna di un tempo e dalla genuinità dei sapori proposti in cucina.

Agriturismo Colle dei Monaci ad Avellino

Con il suo maneggio, gli ampi spazi per passeggiate nel verde e una sala ristorante che strizza l’occhio alla cucina tipica locale, l’Agriturismo Colle dei Monaci ottiene 22 recensioni con una media voto di 9,4.

Davvero niente male per una struttura che ha, dalla sua, anche il privilegio di trovarsi praticamente a cinque minuti a piedi dal centro di Avellino.

Antichi Sapori a Torrioni

Genuinità della cucina e grande ospitalità: ecco i must di questa struttura a Torrioni, in provincia di Avellino, che sta scalando posizioni in classifica secondo i giudizi rilasciati dalla clientela su Bokking.com.

La media voto di 9,4 lo colloca tra i più apprezzati agriturismi.

Relais de Beaumont a Castelvetere sul Calore.

Eccellente è il giudizio complessivo che gli utenti danno del Relais de Beaumont di Castelvetere sul Calore, definito nei 22 messaggi postati su Booking.com, con media voto di 9,4, “una villa meravigliosa che ha tutti i comfort ed è incastonata in uno paesaggio mozzafiato”.

Tenuta Ippocrate di Montefredane

Tra le curiosità riscontrate, la struttura che ottiene il maggior numero di recensioni in assoluto su Booking.com, ben 219 (con una media di 8,7), è Tenuta Ippocrate di Montefredane, che più che un agriturismo è da considerare un agri resort, per le sue dimensioni sicuramente importanti rispetto alla classica concezione degli agriturismi.

Agriturismo Ricciardelli di Contrada.

Una veduta dall’alto dell’Agriturismo Ricciardelli a Contrada Avellino

Altra curiosità: resiste uno dei nomi storici tra gli agriturismi irpini, l’Azienda Ricciardelli di Contrada, che raccoglie ampi consensi (sono 10 le recensioni lasciate dai clienti) e viene esaltato per la genuinità della cucina, per gli immensi spazi verdi e per la piscina che, nei mesi estivi, rappresenta una piccola oasi di tranquillità.

Altri Agriturismi in provincia di Avellino.

A seguire, secondo la media voto dei giudizi lasciati dagli utenti su Booking.com, ci sono poi Agriturismo San Michele a Paternopoli, Agriturismo Il Parco a Nusco, Agriturismo Il Cavaliere a Manocalzati e Agritursimo Le Anfore ad Ariano Irpino. 

(classifica aggiornata al 14 febbraio 2020, soggetta a variazioni. La graduatoria rispecchia la media voto delle recensioni rilasciate dagli utenti su Booking.com)

Cena di San Valentino ad Avellino? Tra Ristoranti ed Agriturismi ecco dove andare.

La sera di San Valentino è alle porte e dove andare a cena ad Avellino è il quesito del momento per le coppie.

Per non arrivare all’ultimo minuto e trovare i locali pieni, però. occorre informarsi per tempo.

Non è facile orientarsi tra le centinaia di ristoranti ed agriturismi della provincia di Avellino che organizzano una cena per festeggiare San Valentino, ecco la nostra guida per celebrare degnamente a tavola la ricorrenza più amata dagli innamorati.

Articolo in continuo aggiornamento

Segnala il tuo ristorante a info@linosorrentini.it 

Il Mulino della Signora a Sturno

il mulino della signora

La sera di San Valentino, Il Mulino della Signora, luxury country house situata a Sturno in provincia di Avellino celebre in tutto il mondo per la sua produzione di olio, si presenta come la scelta ideale per trascorrere una serata romantica in irpinia

E naturalmente, per una cena di San Valentino che si rispetti, ci sarà anche l’antica posteggia napoletana con voce, chitarra e mandolino.

Per chi intende scegliere la formula week end, sarà possibile pernottare in una delle camere nel corpo centrale della struttura o in uno dei quattro chalet ad uso esclusivo.

Il menù di San Valentino de Il Mulino della Signora.

Dopo l’aperitivo di benvenuto, lo chef Antonio Guacci con il suo alter ego Christian Atruda, reduci dall’esperienza a Casa Sanremo, hanno ideato un antipasto composto da Baccalà in umido, cime di rapa e crema di patate, Perla di radicchio ripiena di ricotta e salame nostrano, in pastella delicata, salsa agrodolce e petali di cipolle rosse al lampone.

Il rosso, il colore dell’amore, sarà il liet motiv anche del primo piatto: un Risotto rapa rossa e salsa di caciocavallo irpino.

Un vero sfizio il secondo piatto ideato dallo chef, un Filetto di vitello, pompelmo, pinoli e cavolo verza.

Il dessert, opera di Antonio Guacci jr, sarà a base di mousse di cioccolato fondente, lampone e mandorla.

Per informazioni:

  • Il Mulino della Signora: Contrada Sterparo, 83055 Sturno Telefono 0825 437207
  • La luxury country house dista appena 9 km dall’uscita del casello autostradale Grottaminarda della Napoli-Bari.

Agriturismo Ricciardelli a Contrada Avellino

Una veduta dall’alto dell’Agriturismo Ricciardelli a Contrada Avellino

L’Agriturismo Ricciardelli ti attende il 14 febbraio 2020 in un’incantevole location nel verde per farti vivere una serata davvero speciale tra piatti gustosi accompagnati dal music live show di Marco Ortenzo.

Il menù che per la cena di San Valentino lo chef Emilio Carpenito ha immaginato, punta sulle prelibatezze del territorio

Menù di San Valentino all’Agriturismo Ricciardelli

Antipasto: Roselline di Prosciutto nostrano; ricottina mantecata con granella di nocciole, miele e speck; Pignatiello di provola con porcini e guanciale tostato; Fritto misto dell’azienda (arancino, crocchè di rape e patate, verdurine alla julienne); focaccia piena con ricotta e cigoli tostati; verdurine grigliate; tortiera di melanzane al salto con piennolo, pesto al basilico e stracciata di bufala.

Primo piatto: Ravioli dal cuore morbido con pomodorino giallo, ricotta salata e pistacchi

Secondo Piatto: Tagliata di Vitello con rucola selvatica, scaglie di grana e ristretto di balsamico, con Patate Bravas di contorno.

Dessert Tortino dal cuore caldo, pronto ad addolcire il palato e a riscaldare l’atmosfera.

  • Costo € 35 a persona con acqua e vino inclusi.

Week end di San Valentino in agriturismo ad Avellino.

Per chi vorrà pernottare durante il week end di San Valentino, l’Azienda Agrituristica Ricciardelli offre anche la possibilità di dormire in struttura, con una doppia formula, a seconda se si vorrà rimanere a dormire una sola notte o due.

Offerta 1: dal 14 al 16 febbraio 2020 con arrivo il venerdì sera (cena con bevande, pernottamento e colazione), sabato (cena, pernottamento e colazione), domenica ( pranzo).

  • Costo a persona 150 €

Offerta 2: dal 14 al 15 febbraio 2020 con arrivo il venerdì sera (cena con bevande, pernottamento e colazione)

  • Costo a persona 75€

Per informazioni e prenotazioni 0825 674371

L’Azienda Agrituristica Ricciardelli è ubicata in provincia di Avellino nel comune di Contrada in via Pastenate 3 a 550 m sul livello del mare tra colline boscose e paesaggi stupendi a pochi chilometri da Avellino e a soli 23 Km da Salerno. Napoli e Caserta distano invece circa 50 Km.

Leggi Anche

La Cena di San Valentino de “Il Mulino della Signora” a Sturno.

Un’ambientazione da sogno, in un angolo incontaminato della provincia irpina dove regnano silenzio e natura.

A San Valentino, la luxury country house Il Mulino della Signora, a Sturno, in provincia di Avellino, si presenta come la location ideale per trascorrere una serata romantica.

Gli ingredienti per sorprendere la persona amata ci sono tutti. Il padrone di casa, Gianfranco Testa, ha affidato alla sua brigata di cucina il compito di spaziare con la fantasia.

Il risultato? Un menù love oriented che stuzzica i palati più fini, in un’esplosione di sapori, di aromi e di ammiccamenti.

Per la cena di San Valentino in agriturismo, al Mulino della Signora si alterneranno pietanze che, come nello stile del locale, partono dalle essenze di questo spicchio di territorio d’Irpinia, perfettamente collegato alle principali vie di comunicazione, se si pensa che – pur immersa in un grande uliveto – la luxury country house dista appena 9 km dall’uscita del casello autostradale Grottaminarda della Napoli-Bari.

Insomma, mettere la freccia vale davvero la pena. Anche a San Valentino.

Il menù di San Valentino de Il Mulino della Signora.

Dopo l’aperitivo di benvenuto, lo chef Antonio Guacci con il suo alter ego Christian Atruda, reduci dall’esperienza a Casa Sanremo, proporrà un antipasto composto da Baccalà in umido, cime di rapa e crema di patate, Perla di radicchio ripiena di ricotta e salame nostrano, in pastella delicata, salsa agrodolce e petali di cipolle rosse al lampone.

Il rosso, il colore dell’amore, sarà il liet motiv anche del primo piatto: un Risotto rapa rossa e salsa di caciocavallo irpino.

Un vero sfizio il secondo piatto ideato dallo chef, un Filetto di vitello, pompelmo, pinoli e cavolo verza.

Il dessert, opera di Antonio Guacci jr, sarà a base di mousse di cioccolato fondente, lampone e mandorla.

San Valentino con la Posteggia napoletana

Naturalmente, per una cena di San Valentino che si rispetti, è necessario un adeguato sottofondo che crei l’atmosfera.

Cosa c’è di meglio, allora, dell’antica posteggia napoletana con voce, chitarra e mandolino?

Week end di San Valentino, vuoi pernottare?

Nella struttura che è Technical Partner di Casa Sanremo, con i suoi chef, il suo maitre Lucio Cammisa e, soprattutto, i suoi preziosi oli Ravece e Papaloia, ci sarà anche la possibilità di pernottare, in una delle camere nel corpo centrale della struttura o in uno dei quattro chalet ad uso esclusivo.

Per completare una serata di relax al chiar di luna.

Per informazioni:

  • Il Mulino della Signora: Contrada Sterparo, 83055 Sturno Telefono 0825 437207

Irpinia protagonista nelle cucine del Festival di Sanremo

Il Mulino della Signora, ristorante-resort di Sturno, fa il bis alla 70esima edizione del Festival di Sanremo.

Dopo il cameo dello scorso anno, che la vide in scena per uno show cooking che fu particolarmente apprezzato, la brigata di cucina della luxury country housedi Gianfranco Testa fa il pieno di consensi ed entra da protagonista a Casa Sanremo, la kermesse che fa da contorno al Festival, organizzata da Gruppo Eventi di Vincenzo Russolillo.

I sapori d’Irpinia saranno protagonisti al Palafiori di Sanremo dall’1 al 9 febbraio con le creazioni gastronomiche dello chef Antonio Guacci, del sous chef Christian Altruda e del pasticciere Antonio Guacci jr.

Al maître Lucio Cammisa il ruolo di metronomo: a lui toccherà dettare il ritmo.

Che, un anno fa, deve aver lasciato il segno.

Al punto che Fofò Ferriere, selezionatore gastronomico dal palato fine, non ha avuto dubbi e ha  puntato anche su di loro per deliziare gli ospiti del Palafiori nei giorni del Festival di Sanremo e per  rappresentare la Campania in occasione dell’evento “L’Italia in Vetrina”, il format televisivo che celebra la ricchezza enogastronomica di vari territori italiani, con uno spazio dedicato in diretta televisiva in programma il 3 febbraio dalle 11.30 alle 11.45.

Un viaggio nel Bel Paese condotto da Cataldo Calabretta, in cui i protagonisti saranno chiamati a raccontare i propri territori, attraverso descrizioni, racconti e testimonianze.

Alla brigata di cucina dell’agro-resort di Sturno il compito di conquistare importanti share of mind attraverso preparazioni incentrate sugli esclusivi ingredienti prodotti in house da Il Mulino della Signora

Come gli apprezzati olii extravergine di oliva di qualità superiore Ravece e Papaloia, oro giallo pluripremiato che, come pochi, riesce a trasmettere l’essenza dei luoghi di produzione, attraverso intensità aromatiche che raccontano quei princìpi della terra che hanno portato Gianfranco Testa, urologo tra i più apprezzati in Italia, a scommettere sulle sue origini per diffondere il verbo dei buoni sapori.

Che sono anche buoni saperi.

A Natale e Capodanno scegli un Agriturismo in provincia di Avellino: prenota da Ricciardelli.

Un must per chi ama sentire le atmosfere dei dì di festa in un contesto sobrio ma al tempo stesso coinvolgente.

Insomma: trascorrere gli appuntamenti clou del periodo natalizio, come il cenone di San Silvestro, in un ambiente che richiami il calore del focolare domestico e proponga i sapori che fanno parte della tradizione emotiva.

E’ quanto, ormai da anni, offre l’azienda agrituristica Ricciardelli di Contrada, a due passi da Avellino.

Qui, in questo spicchio di montagna dell’Irpinia che l’avvocato Paolo Ricciardelli ha trasformato in un luogo accogliente e rilassante come pochi, si respira davvero tutta l’essenza della Festa.

Quella con la maiuscola che riporta la mente ad un passato che, in occasione delle festività natalizie, ciascuno di noi fa rivivere in gesti abitudinari che raccontano un po’ la storia, le emozioni ed i desideri di ognuno.

Il Cenone di San Silvestro

Ed allora, ecco che il momento del cenone di Capodanno, quello in cui si sublima il trionfo della convivialità, da Ricciardelli diventa un’esperienza davvero stuzzicante.

Per salutare il 2020, a Contrada è stato immaginato un menù ricco e legato a tradizione e territorio.

Come abitudine di Ricciarelli, anche in occasione del Cenone di San Silvestro non si derogherà dalla regola degli ingredienti a km 0, quelli che restituisce l’orto di casa ai quali si aggiungono solo poche primizie campane.

E’ così che, ad esempio, nasce il ricco antipasto che contempla pietanze di terra e di mare o il doppio primo che mette di fronte ad un dubbio amletico: meglio le castagne ed i funghi dell’Irpinia o i sapori del mare della Costiera?

Fine Anno e Capodanno all’agriturismo Ricciardelli a Contrada.

C’è davvero di tutto nell’esperienza gastronomica che l’azienda agrituristica Ricciardelli propone per il cenone del 31 dicembre 2019, dove naturalmente alla mezzanotte non mancheranno lo zampone con le lenticchie ed un suggestivo spettacolo pirotecnico che illuminerà il cielo sopra Avellino.

Per, poi, magari abbandonarsi a nuovi piaceri della tavola, quelli che Paolo Ricciardelli propone per il Pranzo di Capodanno, con un menù tanto articolato quanto accattivante.

Pranzo di Natale in agriturismo.

L’agriturismo Ricciardelli di Contrada farà le prove generali del Capodanno il giorno di Natale.

Per chi vorrà, il 25 dicembre 2019 c’è la possibilità di lasciare spenti i fornelli di casa ed abbandonarsi ai piaceri della tavola nel verde della montagna irpina.

Il menù di Natale è già pronto: basta sfogliarlo per comprendere che sarà un’esperienza… divina!

L’Agriturismo Ricciardelli si trova in Via Pastenate, 3 – Contrada (Av).

  • Per Informazioni 0825 674371

Agriturismi per bambini in Irpinia? Scopri le fattorie didattiche!

Vuoi soddisfare la fantasia dei bambini e far vivere un’esperienza a diretto contatto con la natura? Vuoi far provare l’autenticità e la genuinità dei sapori della terra d’Irpinia? Scegli di far visita ad una delle tante fattorie didattiche in Irpinia.

Questi agriturismi certificati dalla regione Campania sono situati un po’ in tutto il territorio della provincia di Avellino,una zona particolarmente vocata a questo tipo di esperienze amate soprattutto dai bambini e dai ragazzi.

Le fattorie d’animazione e le fattorie didattiche sono nate per permettere a bambini e ragazzi di avere un approccio attivo al mondo animale e vegetale, una maggior attenzione all’ambiente, al valore e all’origine delle cose.

Le fattorie didattiche non sono semplici agriturismi ma qualcosa di più, rappresentano un momento di collegamento tra città e campagna, uno strumento di comunicazione diretta fra l’agricoltore e le giovani generazioni, per far conoscere la vita degli animali, l’origine dei prodotti che consumiamo, stimolare lo spirito critico e la curiosità.

Le migliori fattorie didattiche irpine per bambini dove stare a contatto con gli animali.

Una premessa è d’obbligo: non tutti gli agriturismi possono fregiarsi del titolo di fattoria didattica.

Lo sono solo quelle che rispettano determinati parametri qualitativi ed organizzativi, il cui elenco ufficiale è tenuto dalla Regione Campania.

Ed allora, per trascorrere una giornata all’insegna della natura e consentire ai più piccini di ammirare da vicino gli animali che popolano la loro fantasia, ecco alcune fattorie didattiche irpine da visitare.

Fattoria Didattica Avellino

Ad Avellino la Fattoria Colle dei Monaci è un’oasi di pace, benessere e buon gusto immersa in oltre 30 ettari di boschi e percorsi naturalistici.

L’azienda agrituristica sorge in una posizione strategica, situata a pochi minuti dal centro di Avellino, adagiata in una delle zone più panoramiche del capoluogo irpino, si inerpica lungo la collina Isca Arciprete, fino a sfociare al confine con il Bosco dei Preti.

Qui si organizzano tour guidati per scuole, asili, associazioni di bambini portatori di handicap, ecc..

Qui troverete animali di bassa corte come pavoni, anatre canadesi, germani reali , oche romagnole, galline, alzavole, oche cignoidi, e caprette tibetane, piccoli pony, e le scuderie con i cavalli mustang americani, da sella inglese, avelignesi, paint.

C’è il museo dei trattori antichi e delle trebbiatrici , il museo degli attrezzi agricoli e del contado. C’è il frutteto, l’orto didattico e l’orto della nonna servito da cascate di acqua sorgiva. Parchi giochi e avventura per bambini con il boschetto per i piccoli indiani e cowboy.

In azienda sono presenti percorsi naturalistici che si snodano per 4 km eccezionali per trekking, mountan bike e passeggiate a cavallo

Sono presenti anche punti di osservazione “bird watching” per avvistare la poiana, il falchetto, le ghiandaie, i colombacci, l’upupa, le tortore,ecc.

Per informazioni.

Agriturismo Fattoria Colle dei Monaci

  • via, C/da Isca Arciprete, 83100 Avellino AV Telefono: 0825 768322

Fattorie didattiche ad Ariano Irpino

Ad Ariano, Il Focolare di Carmela De Lillo è un’azienda che si estende su circa 10 ettari e che al suo interno ha allevamenti di bovini, ovini, suini e animali di bassa corte. In cucina, casereccia e incentrata sulla tradizione rurale, ovviamente finiscono carni locali e prodotti della terra coltivati in azienda.

Fattorie didattiche a Grottaminarda

Maiali, capre, galline, oche e conigli popolano la fattoria dell’Agriturismo Barrasso a Grottaminarda, un’azienda che offre diversi percorsi didattici: da quello per il riconoscimento delle piante officinali a quello del vino, dalla trasformazione della farina in pasta e dolci fino, naturalmente alla visita degli animali.

Fattorie didattiche a Montella

Nella zona di San Francesco a Folloni a Montella, l’azienda agricola La Follonella è il classico esempio di fattoria immersa nei boschi dell’Irpinia, lambita anche dal fiume Calore. Le stalle con le mucche sono una grande attrattiva per i bambini. Il caseificio, per la trasformazione del latte in mozzarelle e formaggi, un ottimo ristoro per i genitori.

In località Lago, sempre a Montella, il Castagneto è un agriturismo incentrato, ovviamente, sulla produzione e lavorazione delle castagne. Sono, però, presenti in fattoria anche animali da cortile.

Un vero paradiso per i bambini è la Fattoria Rosabella di Montella che si estende per dieci ettari e che offre, tra i vari percorsi didattici proposti, una visita al Bioparco lungo le rive del fiume Calore con incontri ravvicinati con cavalli, pony, mucche ed altri animali da cortile. All’interno del parco è possibile consumare una colazione a sacco o degustare il menù aziendale da prenotare.

Fattorie didattiche a Pietrastornina

Una piacevole scoperta a Pietrastornina è l’Agriturismo Carpineto, con un ricco orto ed un piccolo allevamento di cavalli, asini, capri, conigli e maiali.

Fattorie didattiche a Roccabascerana

Una giornata per riscoprire il fascino della vita a contatto con la natura la si può vivere all’Agriturismo Barbati di Roccabascerana. Tra coltivazioni, vendemmia, raccolte di castagne e delle olive e soprattutto tra i diversi allevamenti. Per i bambini la possibilità di vedere da vicino vitelli, agnellini, scrofe con maialini e le chiocce con i pulcini.

Fattorie didattiche a Rocca San Felice

Per vedere da vicino come scorre una giornata tipo in una fattoria irpina, vale la pena fare una visita all’Agriturismo Forgione di Rocca San Felice, la patria del formaggio Carmasciano. Ricca la stalla con i capi bovini ed ovini e particolarmente affascinante le fasi di trasformazione del latte in saporiti formaggi.

Fattorie didattiche a San Nicola Baronia

Inusuale, ma non per questo meno affascinante, l’allevamento presente alla Fontana dei Salici di San Nicola Baronia, un’azienda al cui interno spicca un piccolo lago dove vengono allevate le trote ed effettuata la pesca sportiva.

Fattorie didattiche a Santo Stefano del Sole

A contatto con la natura anche da Baffone a Santo Stefano del Sole, nelle cui stalle è possibile vedere da vicino maiali, mucche, cavalli ma anche animali di bassa corte, come conigli e galline.

Fattorie didattiche a Vallata

Splendido scenario naturale quello che si offre alla vista dell’azienda agricola Mariconda di Vallata, nei pressi del fiume Ufita. In azienda vengono allevati bovini, ovini ma anche conigli, polli e tacchini.

Fattorie didattiche a Venticano

Intorno ad un antico casale del Settecento si sviluppa Il Sentiero degli Ulivi, azienda a vocazione olivicola, viticola e orticola, con un piccolo museo contadino ed allevamenti di diverse specie animali di bassa corte.

Elenco Ufficiale Fattorie Didattiche in provincia di Avellino

  • Altavilla Irpina: Azienda Agricola Petilia di Bruno Roberto
  • Ariano Irpino: Antico Mulino
  • Ariano Irpino: Il Focolare di De Lillo Carmela
  • Ariano Irpino: Regio Tratturo
  • Avellino: Fattoria Colle dei Monaci
  • Bisaccia: Azienda Agricola Serroni di Ciccarella Vincenza
  • Calitri: A un tiro di schioppo di Cianci Nicolina
  • Candida: Le Crete
  • Cesinali: Azienda Agricola e Agrituristica Del Nonno
  • Flumeri: Petrilli
  • Grottaminarda: Barrasso Aurelio
  • Luogosano: Venuti Marianna
  • Mercogliano: Padri Benedettini Montevergine
  • Montecalvo Irpino: L’Antico Feudo
  • Montefalcione: Azienda Agrobiologica Macchione
  • Montefredane: ROAN Società Agricola Srl
  • Montella: Azienda Agricola di Malerba Salvatore
  • Montella: Azienda Agrituristica Pericle di Pizza Renato
  • Montella: Il Castagneto
  • Montella: Fattoria Rosabella – Rosabella srl Società Agricola
  • Montella: La Follonella di Colicino Giovanni
  • Montemiletto: Cantine Macchie S. Maria
  • Montoro: G.B. agricola srl
  • Nusco: Nonna Rosina
  • Paternopoli: Azienda Agricola Le Masciare srl
  • Paternopoli: I Tre Ulivi
  • Pietrastornina: Carpineto
  • Roccabascerana: Azienda Agricola Francesco Savoia
  • Roccabascerana: Barbati Angelica – Il Vecchio Vigneto
  • Roccabascerana: Agriturismo Barbati di Barbati Veronica
  • Rocca San Felice: Forgione Carmela
  • San Mango sul Calore – Antico castello soc. agr. sas
  • San Nicola Baronia: Fontana dei Salici
  • Sant’Angelo all’esca: Tenuta Cavalier Pepe – Soc. Agr. srl
  • Santa Paolina: Cantina Bambinuto sas
  • Serino: La Tana del Ghiro
  • Solofra: Terranova
  • Torella dei Lombardi: Bellofatto
  • Torre le Nocelle: I Capitani
  • Vallata: Mariconda Vito
  • Venticano: Il Sentiero degli Ulivi

Imprese di Trasformazione/ Confezionamento dell’Agroalimentare

  • Altavilla Irpina: Azienda Agricola Petilia di Bruno Roberto
  • Bisaccia: Azienda Agricola Serroni di Ciccarella Vincenza
  • Candida: Le Crete
  • Cesinali: Azienda Agricola e Agrituristica Del Nonno
  • Lapio: Azienda Agricola De Marco di Giulio De Marco & C. sas
  • Luogosano: Venuti Marianna
  • Montella: Azienda Agricola di Malerba Salvatore
  • Montella: Fattoria Rosabella – Rosabella srl Società Agricola
  • Montella: La Follonella di Colicino Giovanni
  • Montemiletto: Cantine Macchie S. Maria
  • Montemiletto: Oleificio Fina
  • Paternopoli: Azienda Agricola Le Masciare srl
  • Roccabascerana: Azienda Agricola Francesco Savoia
  • Roccabascerana: Agriturismo Barbati di Barbati Veronica
  • Roccabascerana: Barbati Angelica – Il Vecchio Vigneto
  • Rocca San Felice: Forgione Carmela
  • San Mango sul Calore – Antico castello soc. agr. sas
  • Sant’Angelo all’Esca: Verdi fattorie
  • Sant’Angelo all’esca: Tenuta Cavalier Pepe – Soc. Agr. srl
  • Santa Paolina: Cantina Bambinuto sas
  • Vallata: Mariconda Vito
  • Venticano: Oleificio FAM

Musei della Civiltà Contadina

  • Aquilonia: Museo Etnografico della Cultura materiale
  • Candida: Le Crete
  • San Nicola Baronia: Fontana dei Salici

(Dati ufficiali Regione Campania Aggiornato al 26 aprile 2019)