Archivi tag: artisti americani

Jeff Koons, icona dell’arte americana, è definito l’erede di di Andy Warhol.

Jeffrey Koons, artista statunitense noto per le sue opere di dubbio gusto, più semplicemente conosciuto come Jeff Koons, è una delle massime espressioni dell’arte contemporanea.

Vera e propria icona del kitsch, il poliedrico artista statunitense è scultore, pittore, fotografo.

L’Artista americano ha fatto spesso parlare di sé per la sua interpretazione artistica, sempre alla ricerca di novità e mai banale pur nel suo ricercare un forte impatto visivo che non può non ricordare il mitico Andy Warhol.

Dove è nato Jeff Koons?

Che Koons, nato il 21 gennaio 1955 a York, Pennsylvania, negli Stati Uniti, sia da annoverare tra quegli esponenti del mondo dell’arte che non finiscono mai di stupire, lo testimonia anche la sua vita privata, dove si annoverano, al 2020, ben 7 figli.

Il matrimonio con Ilona Staller

Fece rumore, nel 1991, il suo matrimonio con Ilona Staller, in arte Cicciolina, pornostar che, naturalmente, ha ispirato anche alcune delle sue opere più famose. Sono molte le opere di carattere hard dell’artista con scene ispirate dalla moglie e spesso con lui come coprotagonista, ovvero la serie Made in Heaven (1989-1991)

All’artista poliedrico, tempo fa, Basilea dedicò a Koons una mostra articolata intorno a tre temi, ciascuno espressione di un periodo diverso della sua produzione artistica.

  • “The New” con le opere realizzate dall’artista americano dal 1980 al 1987,
  • “Banality” racconta l’artista a partire dal 1988,
  • “Celebration” è la sezione dedicata alle opere successive al 1994.

Città amante del pop, la cui vivacità culturale Basilea viene sempre più apprezzata da un turismo forse un po’ d’élite ma sicuramente attento alle novità e alle proposte attraenti.

Mostre Jeff Koons in Italia

Rimandata causa Covid-19, la grande mostra di Jeff Koons aprirà a settembre 2021 a Palazzo Strozzi a Firenze.

Curata da Vincenzo de Bellis, curator and associate director of programs al Walker Art Center di Minneapolis, e da Arturo Galansino, direttore generale di Fondazione Palazzo Strozzi, “American Art” racconterà la storia della grande arte americana, dal 1961 al 2001.

«L’individuo all’interno di questa società vivrà in uno stato di entropia, di riposo, e abiterà un ambiente decorato con arte oggettuale al di là di qualsiasi dialogo critico.»

Jeffrey Koons