Archivi tag: Bistrot La Rampe Avellino

Dove pranzare a prezzo fisso nei ristoranti di Avellino.

C’è chi ha la possibilità (e la fortuna) di trovare il piatto fumante in tavola a casa propria. Chi si organizza con un veloce fai da te e chi, addirittura, al pranzo di mezzo dì ci rinuncia, concentrando i suoi appetiti sulla cena serale.

Molti ristoranti avellinesi, venendo incontro alle esigenze di chi, per lavoro, in pausa pranzo non ha molto tempo a disposizione, propongono menù del giorno a prezzo fisso davvero invitanti ed appetitosi. Sia per il gusto che per la tasca.

Le proposte sono assai variabili. In media, con dieci euro, dal lunedì al venerdì, è possibile consumare un pasto completo, senza rinunciare alla qualità.

Ecco i locali di Avellino e del suo hinterland in cui il menù del giorno a prezzo fisso riserva sempre piacevoli sorprese.

Kalò ad Avellino e Monteforte

Ottimi primi e secondi da asporto o da consumare sul posto sono anche quelli che quotidianamente propongono le tre Pizzeria Kalò situate a Via Alvanella a Monteforte Irpino ed a Via Colombo ad Avellino. Chiaramente oltre ai primi ed ai secondi piatti, pizza e calzoni anche a pranzo.

Double Bro Avellino

Se la sera il Doublebro è il luogo giusto per trascorrere qualche ora in pieno relax, a pranzo può rappresentare, soprattutto per chi opera nella Zona Industriale di Avellino (Pianodardine) una soluzione alternativa per una pausa dal lavoro nel segno del gusto e di sapori non convenzionali.

Il Gusto

Il Gusto in via Tagliamento, ogni giorno propone un diverso menù per la pausa pranzo. A scelta, è possibile optare per una sola portata al costo di 6 euro o per due portate al costo di 10 euro. Incluso nel prezzo è sia il coperto che una bottiglia d’acqua da mezzo litro. Per chi non vuol rinunciare al vino, per un calice di Falanghina o Aglianico occorre aggiungere 1,50 euro.

Il venerdì il menù del giorno è a base di pesce: una sola portata avrà un costo di 8 euro, mentre resta fissato a 10 il menù completo di due portate.

Nonno Max

Anche Nonno Max, a Contrada Baccanico, presenta un menù del giorno a prezzo fisso con soluzioni particolarmente intriganti. Qui è possibile scegliere tra due primi e due secondi ai quali sono sempre abbinati dei contorni. Naturalmente per chi non vuol rinunciare alla pizza anche a pranzo non basta che ordinare!

Degusta

Al Degusta di Via Ammiraglio Ronca la pausa pranzo è griffata Giovanni Mariconda: ogni giorno la possibilità di scegliere tra due primi e due secondi, attingendo direttamente ai classici della cucina irpina naturalmente reinterpretati dalla creatività di uno dei più rinomati chef avellinesi.

Forchetta d’Oro

Dal lunedì al venerdì con dieci euro è possibile consumare un pasto completo alla Forchetta d’oro di Via Fratelli Bisogno. Il business lunch prevede un primo e un secondo a scelta tra due proposte, un contorno, un dolce e un quarto di vino o mezzo litro d’acqua.

In cantiere

Innovazione e tradizione ma anche tanta qualità nel menù del giorno di In Cantiere, a Torrette di Mercogliano. Anche in questo caso il prezzo fisso è a dieci euro per un primo, un secondo, frutta, acqua e caffè.

Tra Vinerie e bistrot, ecco dove andare stasera ad Avellino

Il periodo invernale, in modo particolare, rappresenta il momento dell’anno nel quale i locali cittadini si riempiono.

Sicuramente perché escludendo i luoghi all’aperto, diminuendo le uscita fuori porta, desiderando evadere dalle mura casalinghe che a lungo possono divenire claustrofobiche, ciò che resta è proprio ritrovarsi in un luogo chiuso ben fornito di tutto ciò che può rendere una serata o una qualsiasi altra occasione della giornata gradevole.

Per questo le sale cinematografiche si tornano a riempire, come pure bar e caffè, ristoranti, ma anche e soprattutto una categoria di locali che sta continuando ad andare per la maggiore.

In giro per Avellino tra vinerie e bistrot

Si tratta di quelli che uniscono una ristorazione più tipica di un vero e proprio Ristorante, ma ben più impegnativo, e un’ampia offerta di situazioni leggere e conviviali che più convengono all’esperienza di un Caffè.

Insomma, non facilmente catalogabili ma senza dubbio desiderate come soluzioni che uniscono cibo, bevuta e ambiente rilassato e conviviale adatto a ogni circostanza.

Sono le vinerie e i bistrot, le prime che nascono come luoghi del buon bere ma che diventano anche e soprattutto luoghi di incontro e chiacchiere tra un tagliere di salumi, un ricco aperitivo, una degustazione a tema; le seconde che, pur nascendo con l’accezione francese di “piccola osteria” ma assumendo con il tempo quella di “piccolo caffè”, oggi rappresentano di più un luogo che fondamentalmente unisce le due cose.

Avellino offre un gran numero di luoghi che rientrano in queste due “etichette”. Iniziamo con il centro storico.

Dejavu

Il Dejavu di Mirko Gizzi è una vineria con ristorazione, locale molto intimo e caldo nei suoi ambienti, da qualche anno ormai un punto di riferimento per la movida serale avellinese, ideale per trascorrere piacevoli serate in compagnia degustando un ottimo calice di vino ad accompagnare un aperitivo o una prelibata cena.

Una sala per le cene con oltre 30 posti a sedere, il Wine Bar per assaporare la ricca selezione di vini presenti e per i saporiti aperitivi della casa, e infine il privè, ideale per cene romantiche e per chi desideri ritagliarsi un angolo di assoluta tranquillità, compongono gli spazi del Dejavu.

  • Dejavu è in via Duomo, 13 ad Avellino.

DWine

Poco distante troviamo il DWine, con vineria e piccola ristorazione di qualità, locale perfetto per trascorrere una serata in piena rilassatezza gustando prodotti e vini di eccellenza.

Il locale di Renato Pergola che fa della ricercatezza degli alimenti offerti e delle etichette proposte il suo punto di forza, trovando riscontri positivi e vantando ottime recensioni da una clientela di ogni età.

  • DWine è in Vicolo Sapienza (Piazza Libertà), 11 ad Avellino.

Sughero

Sempre nella stessa area del centro storico troviamo Sughero, un bistrot che propone piatti molto ricercati e finemente preparati abbinandoli a un’ampia offerta di vini di elevato livello.

La location si presenta elegante e accogliente al tempo stesso.

Anche in questo caso un locale che racchiude una molteplicità di esigenze, dal buon cibo, al buon vino, al semplice piacere di stare insieme brindando con un aperitivo.

  • Sughero è in via Chiesa Conservatorio, 22 ad Avellino.

Il Gufo

In centro storico troviamo ancora Il Gufo, che da qualche anno si è attestato tra i locali più amati da coloro che desiderano sapori autentici e ambiente accogliente.

Una cucina quella di Sabatino Riccardi intesa come ricerca, con una grande attenzione all’approvvigionamento della materia prima, in particolare delle carni che ne sono protagoniste assolute insieme alle etichette ricercate. Irresistibili sapori e giusta atmosfera si fondono.

  • Il Gufo è in via Nappi, 24 ad Avellino.

Hirpinian Cluster

Girovagando per le vie della città troviamo poi Hirpinian Cluster, il bistrot di Piero Lo Vuolo può vantare un ambiente estremamente familiare, oltre a una scelta di piatti tipici irpini da gustare con uno dei tanti vini proposti di qualità.

Piace molto sia per aperitivo sia per cena, in quanto apprezzato soprattutto per la piacevolezza nel sedersi e poter chiacchierare in tutta libertà mentre se ne gustano i sapori. Perfetto per chi ama i sapori più veraci e tipici dell’Irpinia.

  • L’Hirpinian Cluster è in via Luigi Amabile, 2 ad Avellino.

Godot Art Bistrot

Conserva la tipica accezione di piccolo caffè alla francese il Godot Art Bistrot, tipico nel suo stile singolare tra vintage e contemporaneo metropolitano, tra singolari incontri d’arte e preziosi eventi culturali e un’offerta enogastronomica curata direttamente dalla proprietà con cura.

Sicuramente un punto di riferimento in città per la singolarità della sua essenza, che unisce alla perfezione la cultura e lo stare insieme, tra enogastronomia e vera convivialità.

  • Il Godot Art Bistrot è in via Mazas, 13/15 ad Avellino.

Que Sabroso

Il Que Sabroso, sempre in centro città, è un altro locale molto amato da un vasto pubblico di estimatori della buona cucina in un ambiente confortevole e informale.

La steak house di Mario Dell’Anno propone carni selezionate, ma anche pizze e taglieri per aperitivi e serate sfiziose, e un vasto assortimento di etichette prelibate completano l’offerta.

Un locale che continua a essere riferimento in città per una clientela di ogni età che voglia svagare la testa con una serata piena di spensieratezza.

  • Il Che Sabroso è in via Brigata, 41 ad Avellino.

MON’e banco e cucina

A quattro passi dal Corso Vittorio Emanuele è davvero un piacere lasciarsi trascinare dai piatti di Massimiliano Montano sorseggiando un buon bicchiere di vino versato da Laura Ronconi. 

A metà strada tra una vineria ed un bistrot, questo locale si caratterizza per l’accoglienza, l’atmosfera informale ed i piatti irpini e campani.

Mon’e Banco e Cucina è in Via Mancini 15/17 ad Avellino

Cappuccini

Spostandoci, infine, in zona Cappuccini, nei pressi del liceo classico “Colletta”, c’è il Bar Cappuccini con la sua nuova saletta bistrot che piace e convince.

Ormai super affermato tra i locali cittadini, affollato in estate come in inverno, il noto Bar funge da ritrovo prediletto di giovani e meno giovani, per una bevanda calda come per un aperitivo, fino alla piccola gastronomia artigianale da consumare in un ambiente contemporaneo e molto glamour.

  • Il Bar Cappuccini è in via Scandone ad Avellino.

Hai un ristorante, un bistrot o una vineria ?

  • Fatti conoscere, inserisci il tuo locale nella nostra guida . Per informazioni 347.6246171 oppure scrivi a info@linosorrentini.it