Archivi tag: corsi Hip Hop Avellino

Scuola di danza “Esmeralda”Avellino parte il nuovo anno accademico al Country Sport.

Sono partiti i corsi dell’anno accademico 2021-2022 della scuola di danza Esmeralda, rinomata realtà avellinese con sede al Country Sport.

Tra specialità già in essere negli anni precedenti, e alcune interessanti novità per quello in partenza, le attività riprendono dopo la pausa estiva con la solita grinta che trova forma e sostanza nell’operato della Direttrice Artistica, Guendalina Manzi

<<Siamo prontissimi per accogliere i nostri allievi e dare il via a un nuovo anno ricco di tanto entusiasmo e grandi progetti – spiega la portentosa Manzi. – Sono aperte le iscrizioni e non vediamo l’ora di ritrovarci di nuovo tutti insieme per ricominciare lì dove avevamo interrotto>>. 

Guendalina Manzi

Quali sono i corsi in programma ai quali potersi iscrivere? 

<<Ci sono le discipline che caratterizzano la nostra scuola da sempre, ovvero la danza classica, che seguo personalmente insieme alla bravissima maestra Rosaria Carifano, e il contemporaneo, con la talentuosa maestra Valeria Lanzara. Poi proseguiremo con il dancehall, che ha riscosso un notevole interesse nei nostri allievi, e poi ci sono due novità in fase di avvio e per le quali nutro un forte entusiasmo>>. 

Cosa ci può dire in merito a questi nuovi corsi della scuola?

<<Inizieremo quest’anno i corsi di yoga, sia per adulti ma anche per bambini, un’attività fisica e mentale che in questi giorni è decisamente utile al proprio benessere personale. E poi faremo lezioni di passo a due, che tanto affascinano il pubblico, ma che presuppongono soprattutto una tecnica specifica legata molto alla coordinazione e all’empatia che si deve sprigionare danzando in coppia>>. 

Quali sono i desideri legati alla sua attività per questo nuovo anno accademico? 

<<Il mio obiettivo, nonché forte desiderio, è quello di organizzare diversi stage con maestri di fama internazionale e partecipare a concorsi, che mettano in luce la bravura degli allievi e diano loro chance per il futuro>>. 

La scuola di danza Esmeralda, da oltre 10 anni riferimento ad Avellino e provincia nella formazione di ballerine e ballerini, accoglie piccoli allievi fin dai 3 anni di età, avvicinando loro al mondo della danza in maniera ludica e giocosa. Allo stesso tempo, si affida a professionisti del settore per la formazione degli allievi più grandi, con la prospettiva di formare diplomati di elevato valore artistico. 

<<Non vedo l’ora di rivedere tutto il mio gruppo di allievi, che in questi ultimi periodi mi è mancato tantissimo. Ho tanti progetti nella mia testa dedicati a loro, che rappresentano la “mia famiglia danzerina”. Nella mia attività di insegnante, lavoro sempre affinché insieme possiamo realizzare i loro desideri e raggiungere ambiti obiettivi. E in questi mesi trascorsi, ho studiato tanti video, ascoltato nuove musiche, pensato a coreografie diverse e tante idee mi sono brulicate in testa. Ho cercato di utilizzare al meglio il tempo che ho avuto a disposizione per farlo fruttare e sono pronta, insieme alle preparatissime maestre che mi affiancano, a metterle in pratica>>.

La danza è una forma d’arte che da sempre affascina persone di ogni età. Lei la pratica da quando aveva 3 anni e la insegna da quando ne aveva 18. Cosa può dire alle giovani generazioni in merito a questo tipo di “attività”? 

<<Ritengo che, soprattutto partendo dalla più tenera età, la danza sia una forma espressiva che riesce a far sognare, ad andare oltre la realtà in maniera assolutamente positiva e sana. Per questo sono innamorata del mondo della danza e mi piace trasmettere questa passione che fa bene al corpo, perché lo rinvigorisce, lo mantiene giovane e in forma, e all’anima, fornendo quella necessaria dose di bellezza e di poesia che mai come oggi sono valori necessari. E’ importante non precludere la passione per la danza lì dove è presente, ma incentivarla per raccoglierne tutti i frutti preziosi che riesce a offrire, sia in termini personali sia in termini sociali>>.  

Come ogni anno, dall’inizio del nuovo anno accademico, la Scuola di danza Esmeralda mette a disposizione due lezioni di prova gratuite per tutti i nuovi iscritti.

Esmeralda Danza: per informazioni ed iscrizioni ai corsi 2021/2022:

Fino al 30 Settembre Iscrizione Gratuita e 2 Lezioni di Prova per i Nuovi Iscritti.

  • Direttrice Artistica Guendalina Manzi – Telefono +39 349 392 7483
    Indirizzo: Contrada Valle Santa Caterina, 83100 Picarelli Avellino presso Country Sport.

I Migliori Corsi di Danza Hip Hop ad Avellino.

Nato a inizio degli anni Settanta negli USA, l’Hip Hop rappresenta una forma espressiva molto in voga tra i giovani.

Cos’è l’Hip Hop?

Da qualche decennio a questa parte, è l’hip hop l’espressione sonora e di movimento più diffusa e predominante tra quelle appartenenti alla comunità afroamericana.

Lo dimostra il fatto che, dopo la sua nascita nel quartiere Bronx newyorkese, è prepotentemente dilagata in tutto il mondo, influenzando intere generazioni e condizionando anche il settore dell’abbigliamento, dell’editoria, del cinema oltre a quello discografico.

I principi ispiratori dell’hip hop sono, primo tra tutti, il ben noto rap, poi ci sono il b-boyng (anche detto break dance), l’aerosol art (ovvero l’arte legata all’utilizzo delle bombolette) e il turntablism (cioè la manipolazione del giradischi).

Come nasce l’Hip Hop?

C’è una data alla quale di norma si fa risalire la nascita dell’hip hop ed è l’11 agosto 1973, quando un immigrato giamaicano (dj Kool Herc), molto in voga a New York, iniziò a rendersi conto durante le sue serate che i gusti dei newyorkesi non erano troppo legati allo stile reggae, quanto piuttosto alle parti con percussioni forti.

Fu così che iniziò, condizionando un po’ lo stile del clubbing degli anni Settanta, ad ampliare l’utilizzo del mixer audio e del doppio giradischi. Alla musica suonata e mixata, i dj erano accompagnati da performer che principalmente parlavano alla folla per tenerla sempre attiva e dinamica.

Nacquero così i rapper, che ben presto fecero dell’arte dell’improvvisazione il proprio punto di forza e di unicità, e che iniziarono a trattare i più diversi argomenti focalizzandosi in particolare su quelli legati al sociale, alla strada e al sesso.

Quali sono le caratteristiche dello stile Hip Hop?

Partendo dall’abbigliamento, senza dubbio vestiti ampi e comodi.

Poi c’è il ritmo: cogliere il “beat” (il battito) è infatti basilare per sperimentare ed entrare nello stile musicale.

Un’altra caratteristica è che piace, si può dire alla stessa maniera, sia a ragazzi sia a ragazze, per cui è molto versatile e universale nelle coreografie e nei passi. Infine, non è una specialità tanto semplice da imparare e da praticare come si possa pensare, per cui chi è davvero appassionato di hip hop necessita di tempo e di pratica prima di raggiungere livelli molto buoni.

Corsi Hip Hop ad Avellino

Data la sua diffusione, se in passato non era semplice trovare delle scuole o delle palestre che potessero insegnare l’hip hop, oggi invece sono molto diffuse sul territorio nazionale e anche ad Avellino ce ne sono che lo propongono a ottimi livelli.

Sicuramente i corsi sono molto richiesti soprattutto dai ragazzini, ma ci sono anche persone più adulte che vogliono cimentarsi in questa specialità artistica sempre molto gettonata e che non passa mai di moda.

Inserzioni Pubblicitarie

Per informazioni ed iscrizioni ai corsi 2020/2021:

  • Direttrice Artistica Guendalina Manzi – Telefono +39 349 392 7483
    Indirizzo: Contrada Valle Santa Caterina, 83100 Picarelli Avellino presso Country Sport.

Leggi anche

Ad Avellino, corsi hip hop con Michele Leone alla Scuola di Danza “Esmeralda”.

La strada che porta al successo generalmente passa attraverso difficoltà e fatica. Ma, alla fine del percorso, la soddisfazione è ancora maggiore.

E nella danza, come nell’arte in generale, la tenacia e la convinzione profonda nel perseguire i propri sogni rappresentano la chiave vincente se alla base c’è un valore reale e indiscusso che non vede l’ora di emergere. 

E’ così che vogliamo introdurre la chiacchierata fatta con il maestro di hip hop Michele Leone, un riferimento in Italia per questa specialità tanto amata da adulti, ragazzi e bambini.

Un artista a tutto tondo, un creativo, una personalità prorompente che ormai rappresenta un punto di riferimento per l’hip hop ad Avellino grazie alla collaborazione con la direttrice artistica della scuola di danza “Esmeralda”, Guendalina Manzi. 

<<Ci unisce una profonda stima – ci spiega Michele Leone – e lavorare con lei è davvero entusiasmante. Mi aveva notato qualche anno fa, mi ha “corteggiato” un po’, finché un giorno ci siamo conosciuti personalmente. Decisi quindi di assistere a un suo saggio e fu lì che rimasi letteralmente folgorato. Per la qualità, per la messa in scena, per la tecnica, per la creatività che si percepiva in ogni più piccolo dettaglio. Uno degli spettacoli di danza più belli mai visti. E fu in quel momento che pensai, e poi le dissi, “quando vuoi, sappi che sono dei tuoi”>>. 

E così, due anni fa, inizia l’avventura presso la scuola che ha sede nella struttura “Country Sport” di Avellino. 

<<La scuola “Esmeralda” è sempre riuscita a catalizzare l’attenzione di un gran numero di alunni, e ho avuto un seguito importante in termini numerici sia nel corso dei bambini sia in quello per adulti. Quest’anno ci eravamo anche qualificati ai mondiali di Parigi con due allieve, dopo solo un biennio di insegnamento. Peccato che il Covid abbia poi bloccato tutti gli eventi, ma la soddisfazione mia e della scuola resta comunque elevata. La direttrice Guendalina Manzi è una persona estremamente umana e dolce, ci mette il cuore in quello che fa, e lascia carta bianca ai suoi maestri. Per questo sento una grande libertà espressiva personale e mi sento gratificato>>. 

Michele Leone ha un passato non privo di difficoltà, ma ha saputo convertire la sofferenza in azioni positive e propositive. Per sé e per gli altri. 

<<Sono purtroppo rimasto presto orfano di entrambi i genitori e quindi il percorso della vita è stato per me quasi sempre in salita, senza i riferimenti più importanti nella vita di ogni bambino. Le mie doti artistiche e organizzative hanno preso il via in parrocchia da piccolo, dove riuscivo a esercitare le mie attitudini naturali. Giunto a 18 anni ho scelto la strada della danza, a quei tempi anche concretamente per poter iniziare a lavorare e non pesare sui miei tutori. Ho incominciato a Carife con 7 ballerini, nello scetticismo generale. Dopo solo un anno avevo però già 30 alunni, poi 100 e poi gradualmente ho messo piede con i miei corsi in tutte le provincie campane. La mia soddisfazione maggiore è stata veder crescere intorno a me un grandissimo e sincero entusiasmo, in uno scambio reciproco tra me e i miei alunni>>. 

La formazione spazia in molti stili delle danze urbane, essendosi diplomato in sette diverse federazioni e studiando in Francia, Inghilterra, Spagna e Stati Uniti. Negli anni sono stati numerosi i successi in diverse gare prestigiose nel panorama nazionale e internazionale.

Oggi Michele Leone gestisce 25 corsi in tutta la Campania con circa 400 allievi che forma anche e soprattutto per offrire loro la possibilità di emergere. E molti girano per il mondo e partecipano ormai a progetti televisivi.

Dal 2000 ha anche una scuola tutta sua ad Ariano Irpino, con i cui alunni ha portato in scena a settembre il più grande spettacolo di danza post Covid nello stadio comunale, all’aperto. 

<<Rispettando tutte le norme igienico-sanitarie necessarie in questo momento storico, con distanziamento e sanificazione, il nostro spettacolo ha visto la partecipazione di un pubblico di 800 persone, dovendone lasciare fuori ben 1500 per ovvi limiti di spazio. Un vero e proprio ritorno in sicurezza allo spettacolo live. Un modo per regalare ai miei ragazzi la soddisfazione di terminare l’anno accademico precedente, per iniziarne uno nuovo anno all’insegna dell’ottimismo e della fiducia, in una terra che ha sofferto davvero troppo per questa pandemia>>. 

Qual è la filosofia di insegnamento dell’hip hop di Michele Leone? 

<<Il mio è prima di tutto un percorso tecnico alla scoperta della cultura dell’hip hop. E’ importante comprendere le dinamiche che ci sono dietro, culturali e sociali, per approcciarsi in maniera totalizzante a questo ballo che è molto più complesso e strutturato di quanto si possa credere. Poi credo molto nella capacità empatica di rapportarsi all’altro, nel continuo scambio di emozioni, sensazioni, energie positive che riempiono anima e corpo di bellezza e di amore>>. 

Qual è invece lo stile? 

<<Il mio è uno stile teatrale, mitico, del fusion. Amo fondere stili e identità senza fare mai copia e incolla di altro, già visto. L’impronta creativa personale è molto marcata, dal momento che disegno io stesso anche i costumi di scena>>. 

A chi si rivolgono i corsi di hip hop? 

<<Non c’è un’età. Si può iniziare da bimbi ma anche da adulti, senza limiti fisici né tecnici né di genere. La bellezza di questo ballo è che esistono solo le caratteristiche personali di ogni individuo, non quelle assolute. E’ tutto declinato e declinabile sul singolo, nella sua unicità>>. 

A ottobre ripartono i corsi di hip hop presso la scuola tersicorea “Esmeralda”. Un auspicio per il nuovo anno in fase di avvio? 

<<E’ necessario ricominciare da dove abbiamo lasciato, offrendo ai ragazzi la possibilità di prendersi una rivincita su una situazione tanto devastante, anche da un punto di vista psicologico. Bisogna dare una forma migliore alla materia, nonostante le crepe. La danza ha di per sé la grandissima capacità di scaldare la vita, di creare empatia tra le persone, di dar forma all’inclusione, di far sentire ogni individuo parte di un insieme. Ecco, nonostante le necessarie accortezze per la sicurezza reciproca, resterà la sintonia, il “sentire insieme” una emozione, l’essere comunque uniti nonostante la distanza. La danza ha questo potere: unisce e fortifica. Nonostante tutto>>. 

Per informazioni ed iscrizioni ai corsi HIP HOP 2020/2021:

  • Direttrice Artistica Guendalina Manzi – Telefono +39 349 392 7483
    Indirizzo: Contrada Valle Santa Caterina, 83100 Picarelli Avellino presso Country Sport.

Carro Sporting Club, a Mirabella il Fitness è Puro Divertimento.

Un riferimento per chi ama stare in forma ed avere cura del proprio corpo. Ma anche un punto di ritrovo in cui l’allenamento è non solo sudore e fatica ma anche e soprattutto divertimento e sorriso.

Dal mese di ottobre del 2015, il Carro Sporting Club, il centro sportivo di Mirabella Eclano, adiacente all’omonimo centro commerciale, è diventato un attrattore per tantissimi giovani (e non solo) dell’area che va dalla Valle del Calore alla Valle Ufita nella provincia di Avellino, attirando l’attenzione di un pubblico sempre più vasto.

Per la stagione 2018/2019, il Carro Sporting Club presenta ai suoi iscritti un ventaglio di accattivanti novità, con nuovi corsi e pacchetti e la possibilità di avere a disposizione, per i propri allenamenti, un personal trainer.

Qual è il segreto del successo del Carro Sporting Club?

La varietà della attività proposte, la professionalità degli istruttori, l’igiene e il clima di grande distensione e coinvolgimento che si respira sin da quando si varca la porta d’ingresso del centro sportivo di Mirabella Eclano.

Insomma, parafrasando un vecchio ed indimenticato spot televisivo, che aveva come protagonista il grande Nino Manfredi, verrebbe da dire: andare in palestra è un piacere, se non è buona, che piacere è?

La sala attrezzi.

Ed il piacere, al Carro Sporting Club, passa attraverso la grande sala di 360 metri quadrati con attrezzi griffati Technogym, per svolgere attività di pesistica, cardio fitness e functional training sotto lo sguardo attento del direttore tecnico Piero Pisacreta e di Jacopo Tauro e Antonella Forcellati, tecnici qualificati dalla grande esperienza.

Le promozioni sala

Per il mese di settembre 2018, il Carro Sporting Club presenta un’offerta imperdibile per chi decide di iscriversi in palestra: quattro mesi di accesso alla Sala Attrezzi a soli 140 euro ed in più una riduzione del 50% sull’iscrizione.

Il Fitness al Carro Sporting Club.

Le due sale fitness del centro, poi, ogni giorno si animano grazie ai corsi di jumpinfit, pilates, kick boxing, ginnastica posturale, hip hop total body e l’attività motoria per bambini.

Tra le novità per la stagione 2018/2019, il Carro Sporting Club propone i corsi di Functional Training, Strong Pump e Tabata Cardio.

A guidare le due sale, gli istruttori Maria Antonietta De Simone, Jacopo Tauro, Antonella Forcellati.

Le promozioni Fitness

Iscriversi ai corsi Fitness del Carro Sporting Club, per tutto il mese di settembre 2018, risulta essere anche particolarmente conveniente dal punto di vista economico.

Chi si iscriverà, infatti, entro il 30 settembre acquistando il Pacchetto Fitness quadrimestrale, pagherà per l’intero periodo 120 euro ed usufruirà di una riduzione del 50% sull’iscrizione.

La scuola di danza.

Per i più piccoli ed anche per i più grandi, il Carro Sporting Club di Mirabella è anche Centro Studi Danza Olympia, centro di formazione e di produzione guidato da Valeria Lanzara e Maria Rosaria Carifano, sotto la cui guida crescono provetti danzatori.

Il centro svolge attività di danza classica,contemporanea, moderna, dancehall, hip hop, recitazione per danzatori, laboratorio coreografico, passo a due classico e contemporaneo, repertorio, e prepara per provini e audizioni per l’ammissione a licei coreutici, enti lirici, compagnie.

La piscina e i corsi di nuoto.

A completare l’offerta sportiva del Carro Sporting Club c’è, poi, la piscina che accoglie, quotidianamente, gli appassionati degli sport acquatici che qui trovano l’ambiente ideale per allenarsi, rilassarsi e migliorarsi.

La novità per la stagione 2018/2019 è l’implementazione del settore agonistico, con la Asd Sparta, la squadra di nuoto del Carro Sporting Club.

Oltre al nuoto libero in corsia, è possibile iscriversi ai corsi di nuoto (sia per bambini a partire dai tre anni che per adulti) e praticare acquagym e ginnastica funzionale in acqua, sotto lo sguardo vigile dei tecnici federali Fabio Carbone, Jacopo Moscariello, Paolo Ernani Rossetti e Amato Palmieri.

“Nella nostra palestra è bandita la noia – assicura il Direttore del Carro Sporting Club, Alberto Marra -. Chi viene qui deve potersi allenare ma anche divertirsi. Ed, allora, diamo spazio a formule di ingresso che danno la possibilità di frequentare corsi differenti per un allenamento vario e coinvolgente, con abbonamenti misti che mettono insieme il fitness ed il nuoto oppure la sala e la piscina. Per chi opta per la sala, poi, la nostra formula è open al 100%, nel senso che non ci sono limitazioni di giorni e di orario”.

Il Carro Sporting Club è aperto dal lunedì al sabato dalle ore 9.30 alle 22.30 (il sabato fino alle 19). In orario mattutino è possibile accedere alla sala attrezzi e alla piscina per il nuoto libero.

Per Informazioni:

  • Il Carro Sporting Club è in Via San Michele a Passo Eclano – Mirabella Eclano (AV) Tel. 0825 191 4017

Con “Danza e Movimento” di Valentina Pirone un nuovo anno di corsi

Un workshop di Danza e Movimento

Ha fatto della sua scuola “Danza e Movimento” un luogo ideale per avvicinare i giovani al mondo della danza e per garantire loro prospettive future, oltre a coinvolgere le più piccole generazioni nel fascino e nella grazia che quest’arte delicata e impegnativa riesce a infondere.

Da ormai più di vent’anni Valentina Pirone, la fondatrice e direttrice artistica della nota scuola avellinese, porta la danza in città con professionalità, competenza e passione.

E lo dimostrano i tanti traguardi raggiunti negli anni e la fedeltà con la quale viene seguita da grandi e piccini che vi si affidano per approcciare e perfezionare le proprie capacità.

Anche per quest’anno sono numerosi i corsi a disposizione di un pubblico molto ampio e vario, a iniziare dalla più tenera età.

Un workshop di Danza e Movimento

<<Ogni nostro corso è suddiviso per età e per livello di competenza – così ci spiega Valentina Pirone – Ci sono quelli rivolti ai bambini, che sono suddivisi in propedeutica, per coloro che hanno dai 3 ai 5 anni, corso preparatorio, rivolto ai bimbi di 6 e 7 anni, e l’avviamento al corso professionale, per coloro che hanno dagli 8-9 anni.

Un percorso, dunque, che inizia con i più piccini, avvicinati alla danza soprattutto sottoforma di gioco, mentre poi dai 9 anni prende avvio

l’iter didattico che conduce al professionismo>>.

Per quanto riguarda ragazzi e adulti invece quali sono i corsi e come si differenziano? 

Mario Di Matola

<<I corsi professionali partono dai 10-12 anni con il primo triennio, dai 13 ai 15 c’è il secondo triennio, mentre dai 16 ai 18, il terzo. Abbiamo poi il D.M. Professione Danza con la compagnia “Il balletto di Avellino”.

Per tutti i livelli e tutte le età, infine, proponiamo i corsi amatoriali.

Perché la nostra offerta didattica è orientata sì a sviluppare e valorizzare le potenzialità dei nostri allievi da un punto di vista prettamente professionale, offrendo loro opportunità e occasioni per emergere, ma si rivolge anche a tutti coloro che vedono nella danza una disciplina da esercitare per il puro piacere personale>>.

Qual è l’obiettivo principale del lavoro che portate avanti con la scuola “Danza e Movimento”?

Valentina Pirone e Paola Scelzo

<<Ci rivolgiamo soprattutto a tutti quei danzatori che intendano migliorare e rendere competitiva la propria preparazione.

A tal fine, oltre alla scelta accurata dei maestri che svolgono le lezioni settimanali, abbiamo ospitato, e continueremo a farlo, maestri che si occupano soprattutto di formazione e che collaboreranno in maniera periodica e non saltuaria.

Simona Anastasio

Per questo motivo “Danza e Movimento” ha già visto come ospite la maestra Maria Rosa Villoresi e la maestra Paola Scelzo dell’Accademia Nazionale di Roma.

Tutto ciò con lo scopo ultimo di sviluppare e far emergere sempre di più le competenze dei nostri allievi.

Molti di loro, infatti, sono stati indirizzati allo studio della danza presso il Teatro San Carlo, l’Accademia di Roma, la Scala di Milano e presso importanti compagnie di Danza Nazionali o sono divenuti loro stessi degli ottimi insegnanti di danza>>.

La scuola, che vanta una struttura ampia, nuovissima e attrezzata, orientata a divenire un vero e proprio polo per la danza anche oltre il territorio provinciale, può contare sulla competenza e sulla professionalità di tanti giovani maestri.

Michela Pepe

A partire proprio dalla direttrice artistica e tecnica, Valentina Pirone, anche maestra di classica, accompagnata da Michela Pepe, assistente ai corsi di danza classica.

Marilena Caputo

Ci sono poi Marilena Caputo alla danza contemporanea, Simona Anastasio, assistente ai corsi di danza contemporanea, Roberto Procaccini, al video dance e hip hop, Mario Di Matola alla break dance, e infine il corso di pilates condotto da Patrizia Vox.

Lo svolgimento delle lezioni, organizzate a seconda dei casi e dei livelli con un impegno quotidiano, settimanale, mensile, bimestrale o periodico.

Roberto Procaccini

I corsi saranno arricchiti da workshop, stage, open class, campus, laboratori coreografici, percorsi individuali (per la preparazione a concorsi e per l’ammissione a teatri, enti di formazione e compagnie), e dalla partecipazione a concorsi, eventi e stage in sede e fuori.

Nell’ottica di vivere la danza a tutto tondo, diffondendo in maniera sana e profonda la passione vera nei confronti di una disciplina dal fascino eterno.