Archivi tag: corso break dance avellino

Carro Sporting Club, a Mirabella il Fitness è Puro Divertimento.

Un riferimento per chi ama stare in forma ed avere cura del proprio corpo. Ma anche un punto di ritrovo in cui l’allenamento è non solo sudore e fatica ma anche e soprattutto divertimento e sorriso.

Dal mese di ottobre del 2015, il Carro Sporting Club, il centro sportivo di Mirabella Eclano, adiacente all’omonimo centro commerciale, è diventato un attrattore per tantissimi giovani (e non solo) dell’area che va dalla Valle del Calore alla Valle Ufita nella provincia di Avellino, attirando l’attenzione di un pubblico sempre più vasto.

Per la stagione 2018/2019, il Carro Sporting Club presenta ai suoi iscritti un ventaglio di accattivanti novità, con nuovi corsi e pacchetti e la possibilità di avere a disposizione, per i propri allenamenti, un personal trainer.

Qual è il segreto del successo del Carro Sporting Club?

La varietà della attività proposte, la professionalità degli istruttori, l’igiene e il clima di grande distensione e coinvolgimento che si respira sin da quando si varca la porta d’ingresso del centro sportivo di Mirabella Eclano.

Insomma, parafrasando un vecchio ed indimenticato spot televisivo, che aveva come protagonista il grande Nino Manfredi, verrebbe da dire: andare in palestra è un piacere, se non è buona, che piacere è?

La sala attrezzi.

Ed il piacere, al Carro Sporting Club, passa attraverso la grande sala di 360 metri quadrati con attrezzi griffati Technogym, per svolgere attività di pesistica, cardio fitness e functional training sotto lo sguardo attento del direttore tecnico Piero Pisacreta e di Jacopo Tauro e Antonella Forcellati, tecnici qualificati dalla grande esperienza.

Le promozioni sala

Per il mese di settembre 2018, il Carro Sporting Club presenta un’offerta imperdibile per chi decide di iscriversi in palestra: quattro mesi di accesso alla Sala Attrezzi a soli 140 euro ed in più una riduzione del 50% sull’iscrizione.

Il Fitness al Carro Sporting Club.

Le due sale fitness del centro, poi, ogni giorno si animano grazie ai corsi di jumpinfit, pilates, kick boxing, ginnastica posturale, hip hop total body e l’attività motoria per bambini.

Tra le novità per la stagione 2018/2019, il Carro Sporting Club propone i corsi di Functional Training, Strong Pump e Tabata Cardio.

A guidare le due sale, gli istruttori Maria Antonietta De Simone, Jacopo Tauro, Antonella Forcellati.

Le promozioni Fitness

Iscriversi ai corsi Fitness del Carro Sporting Club, per tutto il mese di settembre 2018, risulta essere anche particolarmente conveniente dal punto di vista economico.

Chi si iscriverà, infatti, entro il 30 settembre acquistando il Pacchetto Fitness quadrimestrale, pagherà per l’intero periodo 120 euro ed usufruirà di una riduzione del 50% sull’iscrizione.

La scuola di danza.

Per i più piccoli ed anche per i più grandi, il Carro Sporting Club di Mirabella è anche Centro Studi Danza Olympia, centro di formazione e di produzione guidato da Valeria Lanzara e Maria Rosaria Carifano, sotto la cui guida crescono provetti danzatori.

Il centro svolge attività di danza classica,contemporanea, moderna, dancehall, hip hop, recitazione per danzatori, laboratorio coreografico, passo a due classico e contemporaneo, repertorio, e prepara per provini e audizioni per l’ammissione a licei coreutici, enti lirici, compagnie.

La piscina e i corsi di nuoto.

A completare l’offerta sportiva del Carro Sporting Club c’è, poi, la piscina che accoglie, quotidianamente, gli appassionati degli sport acquatici che qui trovano l’ambiente ideale per allenarsi, rilassarsi e migliorarsi.

La novità per la stagione 2018/2019 è l’implementazione del settore agonistico, con la Asd Sparta, la squadra di nuoto del Carro Sporting Club.

Oltre al nuoto libero in corsia, è possibile iscriversi ai corsi di nuoto (sia per bambini a partire dai tre anni che per adulti) e praticare acquagym e ginnastica funzionale in acqua, sotto lo sguardo vigile dei tecnici federali Fabio Carbone, Jacopo Moscariello, Paolo Ernani Rossetti e Amato Palmieri.

“Nella nostra palestra è bandita la noia – assicura il Direttore del Carro Sporting Club, Alberto Marra -. Chi viene qui deve potersi allenare ma anche divertirsi. Ed, allora, diamo spazio a formule di ingresso che danno la possibilità di frequentare corsi differenti per un allenamento vario e coinvolgente, con abbonamenti misti che mettono insieme il fitness ed il nuoto oppure la sala e la piscina. Per chi opta per la sala, poi, la nostra formula è open al 100%, nel senso che non ci sono limitazioni di giorni e di orario”.

Il Carro Sporting Club è aperto dal lunedì al sabato dalle ore 9.30 alle 22.30 (il sabato fino alle 19). In orario mattutino è possibile accedere alla sala attrezzi e alla piscina per il nuoto libero.

Per Informazioni:

  • Il Carro Sporting Club è in Via San Michele a Passo Eclano – Mirabella Eclano (AV) Tel. 0825 191 4017

Le migliori Scuole di Break Dance ad Avellino

Una specialità di ballo molto richiesta, soprattutto dai ragazzi più giovani, è la Break Dance.

Cos’è la Break Dance?

Parlare di questa specialità significa rifarsi a un mondo fatto di libertà di movimenti e che va contro ogni etichetta e catalogazione, tanto da non poterla chiamare con la rigida definizione di “disciplina”.

Nascendo in strada, infatti, presuppone anche una spiccata dose di improvvisazione e rappresenta soprattutto una forma di espressione di sé stessi e della propria personalità.

Come nasce la Break Dance?

Diffusasi a livello globale a partire dalla prima metà degli anni Ottanta, la break dance viene considerata una delle più interessanti e importanti componenti dell’ampia cultura appartenente all’Hip Hop.

Il suo nome originario è “b-boying” o “breaking” e si è sviluppata all’interno delle comunità giovanili afro-americane e latinoamericane del quartiere newyorkese Bronx a partire dalla fine degli anni Sessanta.

Il termine fu coniato da dj Kool Herc adoperato per identificare quei ragazzi che ballavano scendendo “a terra” durante le sue feste musicali di strada degli inizi degli anni Settanta.

A partire dagli anni Ottanta, quindi, la break dance si è gradualmente diffusa ovunque nel mondo, divenendo una vera e propria cultura oltre che uno stile di vita ben definito.

Quali sono le caratteristiche della Break Dance?

Nata nella filosofia della libertà e dell’improvvisazione, questa specialità con il passare del tempo si è evoluta di pari passo con la sua tecnica, arricchendosi di movimenti e gesti sempre più spettacolari da lasciare gli spettatori a bocca aperta.

A livello prettamente estetico la break dance è facilmente riconoscibile, soprattutto per il suo tipico abbigliamento e per lo stile identificativo. Si tratta, in buona sostanza, di una vera è propria cultura, fatta di movimento allo stato puro che trae ispirazione da tante altre specialità.

Una commistione che affascina lo spettatore e che appassiona in maniera totale chi lo pratica.

Corsi di Break Dance ad Avellino

Oggi come in passato la break dance trova ampi consensi soprattutto tra i più giovani (in particolare, è molto amata dal pubblico maschile a partire dai ragazzini di 6-7 anni agli adolescenti), che ne seguono lo stile distintivo anche nella quotidianità oltre che tra le mura delle strutture dove viene praticata.

E ad Avellino, per tutto il pubblico irpino, sono diverse le palestre che riescono a insegnarla a ottimi livelli, offrendo terreno fertile ai tanti ragazzi interessati a impararne tecniche e segreti.

Per Approfondimenti:

Inserzioni Pubblicitarie

Corsi e Scuole di Break Dance.

Tra le varie specialità che si praticano presso le scuole di danza di Tutta Italia c’è anche un’arte motoria (non chiamiamola “disciplina” perché troppo accademico come termine) che spopola soprattutto tra i più giovani.

Si tratta della break dance, americanissima di origine e universale di fama.

Se quanto parliamo di danza classica viene facile immaginarla nella sua essenza squisitamente accademica, schematica e rispettosa delle sue regole, quando parliamo di break dance cosa intendiamo?

Da molti punti di vista, esattamente del contrario.

Cos’è la break dance?

Diffusasi a livello globale dalla prima metà degli anni Ottanta, la break dance è considerata una delle più interessanti componenti dell’ampia cultura appartenente all’hip hop.

Il suo nome originario è “b-boying” o “breaking” e si è sviluppata all’interno delle comunità giovanili afro-americane e latinoamericane del quartiere newyorkese Bronx a partire dalla fine degli anni Sessanta.

Il termine fu coniato da dj Kool Herc adoperato per identificare quei ragazzi che ballavano scendendo “a terra” durante le sue feste musicali di strada degli inizi degli anni Settanta.

A partire dagli anni ottanta, quindi, la break dance si è gradualmente diffusa ovunque nel mondo, divenendo una vera e propria cultura oltre che uno stile di vita ben definito.

Si è evoluta di pari passo anche la sua tecnica, arricchendosi di movimenti e gesti sempre più spettacolari da lasciare gli spettatori a bocca aperta, oltre a un abbigliamento e a uno stile facilmente riconoscibili.

Nascendo in strada è impossibile quindi definirla “disciplina”, in quanto presuppone anche una spiccata dose di improvvisazione che nasce dalla libertà dei movimenti che interessano l’intero corpo.

Rappresenta piuttosto una forma di espressione di sé stessi e della propria personalità.

Una vera è propria cultura, movimento allo stato puro che prende spunto da varie altre specialità. Una commistione che affascina lo spettatore e che appassiona in maniera totale chi lo pratica.

Con “Danza e Movimento” di Valentina Pirone un nuovo anno di corsi

Un workshop di Danza e Movimento

Ha fatto della sua scuola “Danza e Movimento” un luogo ideale per avvicinare i giovani al mondo della danza e per garantire loro prospettive future, oltre a coinvolgere le più piccole generazioni nel fascino e nella grazia che quest’arte delicata e impegnativa riesce a infondere.

Da ormai più di vent’anni Valentina Pirone, la fondatrice e direttrice artistica della nota scuola avellinese, porta la danza in città con professionalità, competenza e passione.

E lo dimostrano i tanti traguardi raggiunti negli anni e la fedeltà con la quale viene seguita da grandi e piccini che vi si affidano per approcciare e perfezionare le proprie capacità.

Anche per quest’anno sono numerosi i corsi a disposizione di un pubblico molto ampio e vario, a iniziare dalla più tenera età.

Un workshop di Danza e Movimento

<<Ogni nostro corso è suddiviso per età e per livello di competenza – così ci spiega Valentina Pirone – Ci sono quelli rivolti ai bambini, che sono suddivisi in propedeutica, per coloro che hanno dai 3 ai 5 anni, corso preparatorio, rivolto ai bimbi di 6 e 7 anni, e l’avviamento al corso professionale, per coloro che hanno dagli 8-9 anni.

Un percorso, dunque, che inizia con i più piccini, avvicinati alla danza soprattutto sottoforma di gioco, mentre poi dai 9 anni prende avvio

l’iter didattico che conduce al professionismo>>.

Per quanto riguarda ragazzi e adulti invece quali sono i corsi e come si differenziano? 

Mario Di Matola

<<I corsi professionali partono dai 10-12 anni con il primo triennio, dai 13 ai 15 c’è il secondo triennio, mentre dai 16 ai 18, il terzo. Abbiamo poi il D.M. Professione Danza con la compagnia “Il balletto di Avellino”.

Per tutti i livelli e tutte le età, infine, proponiamo i corsi amatoriali.

Perché la nostra offerta didattica è orientata sì a sviluppare e valorizzare le potenzialità dei nostri allievi da un punto di vista prettamente professionale, offrendo loro opportunità e occasioni per emergere, ma si rivolge anche a tutti coloro che vedono nella danza una disciplina da esercitare per il puro piacere personale>>.

Qual è l’obiettivo principale del lavoro che portate avanti con la scuola “Danza e Movimento”?

Valentina Pirone e Paola Scelzo

<<Ci rivolgiamo soprattutto a tutti quei danzatori che intendano migliorare e rendere competitiva la propria preparazione.

A tal fine, oltre alla scelta accurata dei maestri che svolgono le lezioni settimanali, abbiamo ospitato, e continueremo a farlo, maestri che si occupano soprattutto di formazione e che collaboreranno in maniera periodica e non saltuaria.

Simona Anastasio

Per questo motivo “Danza e Movimento” ha già visto come ospite la maestra Maria Rosa Villoresi e la maestra Paola Scelzo dell’Accademia Nazionale di Roma.

Tutto ciò con lo scopo ultimo di sviluppare e far emergere sempre di più le competenze dei nostri allievi.

Molti di loro, infatti, sono stati indirizzati allo studio della danza presso il Teatro San Carlo, l’Accademia di Roma, la Scala di Milano e presso importanti compagnie di Danza Nazionali o sono divenuti loro stessi degli ottimi insegnanti di danza>>.

La scuola, che vanta una struttura ampia, nuovissima e attrezzata, orientata a divenire un vero e proprio polo per la danza anche oltre il territorio provinciale, può contare sulla competenza e sulla professionalità di tanti giovani maestri.

Michela Pepe

A partire proprio dalla direttrice artistica e tecnica, Valentina Pirone, anche maestra di classica, accompagnata da Michela Pepe, assistente ai corsi di danza classica.

Marilena Caputo

Ci sono poi Marilena Caputo alla danza contemporanea, Simona Anastasio, assistente ai corsi di danza contemporanea, Roberto Procaccini, al video dance e hip hop, Mario Di Matola alla break dance, e infine il corso di pilates condotto da Patrizia Vox.

Lo svolgimento delle lezioni, organizzate a seconda dei casi e dei livelli con un impegno quotidiano, settimanale, mensile, bimestrale o periodico.

Roberto Procaccini

I corsi saranno arricchiti da workshop, stage, open class, campus, laboratori coreografici, percorsi individuali (per la preparazione a concorsi e per l’ammissione a teatri, enti di formazione e compagnie), e dalla partecipazione a concorsi, eventi e stage in sede e fuori.

Nell’ottica di vivere la danza a tutto tondo, diffondendo in maniera sana e profonda la passione vera nei confronti di una disciplina dal fascino eterno.