Archivi tag: Forniture industriali Gas Avellino

Hai un serbatoio GPL ? Sei sicuro di rispettare le regole di sicurezza ?

Sicurezza. E’ il primo termine che viene in mente quando si parla di installazione di impianti per l’approvvigionamento energetico.

Se si tratta di impianti a gas, poi, l’attenzione è forse ancora maggiore.

Cosa fare se si vuol installare un serbatoio GPL ed avere tutte le garanzie del caso?

Ne abbiamo parlato con Luciano Ragno, direttore dello stabilimento Cobegas di Pianodardine, ad Avellino, uno dei marchi leader nel settore della distribuzione del gas GPL in Campania.

Dottor Ragno, innanzitutto, quali sono le distanze di sicurezza da osservare quando si installa un serbatoio per lo stoccaggio del GPL?

“Il Dpr 151 del 2011 stabilisce quelle che sono le distanze minime da osservare che, per un impianto fino a 5 metri cubi interrato, sono di 1,5 metri dal perimetro di confine e di 2,5 metri dalle pareti esterne dell’abitazione. Per gli impianti fuori terra tali distanze si raddoppiano. I serbatoi, poi, devono essere all’occorrenza recintati o, per quelli interrati, dotati di un copritorrino che li protegga da urti accidentali e da manomissioni, volontarie o involontarie”.

Come si verificano le caratteristiche di un serbatoio?

“Tutti i nostri serbatoi vengono collaudati dagli enti certificatori, a cominciare dall’Inail. Ogni serbatoio ha in dotazione un libretto sul quale sono annotate tutte le caratteristiche. Una sorta di carta di identità del serbatoio, che lo identifica sin dalla nascita. Il libretto, che viene trasferito all’utente, viene asseverato da un tecnico, che ne certifica il possesso di tutte le idoneità in materia di sicurezza”.

Dopo quanti anni un serbatoio per il GPL deve essere sostituito?

“I serbatoi possono essere nuovi o ricondizionati. Il ciclo di vita del serbatoio è di dieci anni. Al termine dei quali gli stessi, se in buone condizioni, possono essere ricondizionati e riutilizzati per altri cinque anni. Naturalmente, per far si che il serbatoio possa essere riutilizzato è necessario sottoporlo ad una serie di verifiche. Se al termine di questa fase di verifica i serbatoi non forniscono le opportune garanzie di sicurezza, vengono disinterrati o smantellati e sostituiti con uno nuovo”.

Come si fa a mantenere sempre in efficienza il serbatoio e, di conseguenza, l’intero impianto GPL?

“La manutenzione è fondamentale in tal senso. Cobegas da sempre presta un’attenzione certosina alla manutenzione ordinaria di cui si fa carico, dalla sostituzione della valvola di sicurezza, che è la prima barriera di protezione attiva, al controllo di tutto il gruppo delle valvole.

Al di là della manutenzione ordinaria e periodica, poi, laddove si presentasse la necessità di interventi mirati Cobegas si avvale di personale specializzato pronto ad intervenire su chiamata. E a qualsiasi ora del giorno e della notte.

La sicurezza dei nostri clienti ci sta particolarmente a cuore. E la celerità di intervento è fondamentale”.

Chi ha un serbatoio di GPL quali accorgimenti deve adottare per assicurarsi di averlo sempre efficiente?

“I tecnici Cobegas forniscono indicazioni in tal senso ai clienti sin dal primo sopralluogo, quando si va a verificare i luoghi e gli spazi per l’installazione del serbatoio.

L’utente viene informato di tutto ciò che deve e non deve fare, come ad esempio evitare di far accumulare fogliame ed altri residui intorno al serbatoio, evitare di costruire manufatti, mantenere l’area sempre libera da qualsiasi impedimento”.

Trattandosi di strutture sottoposte agli agenti atmosferici, non c’è il rischio di danneggiamenti?

“I serbatoi sono realizzati per esistere alle intemperie e alle escursioni termiche.

Naturalmente, se si nota un’anomalia occorre chiamare subito gli uffici Cobegas e l’azienda interviene prontamente.

Il contatto diretto è uno dei punti di forza di Cobegas: l’utente chiama direttamente l’azienda, senza passare attraverso un centralino, ed ottiene così una risposta immediata”.

Cobegas, il GPL che dà energia alle industrie avellinesi.

Conciliare l’attenzione ed il rispetto per l’ambiente con fattori di carattere produttivo ed economico: con il Gpl si può.

Sono in numero sempre crescente le aziende e le industrie che si rivolgono al mercato del Gpl per far fronte alle proprie esigenze energetiche nell’ambito dei processi industriali.

A far cadere la scelta sul Gpl sono diverse motivazioni: da un lato la versatilità del gas da petrolio liquefatto, che può essere impiegato per diversi usi, dall’altro le emissioni praticamente pari allo zero che ne fanno una delle fonti energetiche più pulite.

In provincia di Avellino ed in Campania, tra le aziende leader nella distribuzione di Gpl, un ruolo di primo piano se lo è ritagliato, negli anni, Cobegas, la cui affidabilità è certificata non solo dagli enti preposti ma, soprattutto, dalla clientela soddisfatta.

Fornitura industriale di GPL.

E quella industriale è una clientela davvero particolare, con esigenze che variano a seconda del settore merceologico e che continuano a trovare in Cobegas la risposta migliore alla necessità di un approvvigionamento sicuro ed efficiente.

“L’utenza che sceglie il Gpl Cobegas – spiega Luciano Ragno, direttore dello stabilimento di Pratola Serra, in provincia di Avellino – è innanzitutto un’utenza attenta alle questioni legate alla tutela dell’ambiente. Sia in Irpinia che nel resto della regione Campania, tante aziende sono passate dal gasolio, dall’olio combustibile al Gpl, riscontrando oltre ad una migliore qualità dell’aria intorno ai propri stabilimenti anche notevoli risparmi in terminieconomici”.

E già, perchè oltre ad un prezzo al litro del Gpl molto competitivo vanno considerate le basse spese di manutenzione degli impianti e l’elevato potere calorifico del gas da petrolio liquefatto.

Il GPL Cobegas per le industrie della Campania.

Dalla zona industriale di Avellino a quella di Manocalzati, passando per i nuclei industriali dell’Alta Irpinia, del napoletano, del salernitano, del beneventano e del casertano: il marchio Cobegas è una costante in diversi ambiti industriali.

Serre, pastifici, caseifici, imprese di calcestruzzi, bitumi, materiali da costruzione: tutti coloro che hanno la necessità di sviluppare calore, vapore o produrre acqua calda per processi industriali, trovano in Cobegas il partner ideale a cui rivolgersi.

“Con il nostro know how e le nostre strutture siamo in grado di soddisfare ogni esigenza – spiega Luciano Ragno – anche quelle più impegnative di aziende che sviluppano grossi assorbimenti e necessitano di stoccaggi importanti. Il tutto sempre nel massimo rispetto della sicurezza che, insieme all’assistenza ai nostri clienti, rappresenta uno dei capisaldi della nostra filosofia aziendale”.

  • Per informazioni Sede operativa Cobegas : S.S. 7 bis, km 304+200 –  83039 – Pratola Serra (AV) Tel. 0825.607227 Telefax 0825.607213 – Sito web

Leggi anche