Archivi tag: Giornate Fai Campania

Giornate Fai d’Autunno 2021 in Campania: il programma.

Le Giornate FAI sono tra i più importanti appuntamenti di piazza dedicati alla cultura italiana. Un momento atteso da milioni di italiani, cui viene offerta la possibilità di scoprire, in uno o più week end, i grandi tesori della cultura e dell’arte, spesso nascosti alla vista.

La Campania, con il suo ricco patrimonio, come sempre farà la sua parte.

Il programma delle Giornate Fai in Campania.

L’appuntamento autunnale con le bellezze della Campania, quest’anno cadrà sabato16 e domenica 17 ottobre 2021, fine settimana in cui sarà possibile visitare i siti aperti per l’occasione. Trentuno i siti aperti eccezionalmente nel terzo week end di ottobre, grazie all’impegno del Fondo per l’Ambiente Italiano.

Per assicurare che le giornate del Fai di Autunno si svolgano nella massima sicurezza, è obbligatorio prenotare le visite direttamente sul sito www.giornatefai.it.

Ogni visita guidata sarà eseguita nel rispetto delle misure anti-Covid.

Programma Giornata FAI 2021 a Napoli.

Numerosi i siti visitabili a Napoli e provincia.

In città saranno aperti il Museo della Moda- Fondazione Mondragone, il Palazzo Serra di Cassano con l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e la Scuola Militare Nunziatella.

Da non perdere la visita all’Accademia dell’Aeronautica a Pozzuoli, il Castello Ducale di Marigliano, il Convento di San Vito dei Frati Minori sempre a Marigliano e il Castello Mediceo di Ottaviano.

A Capri,  il FAI invita a visitare uno dei luoghi più singolari dell’isola azzurra, Villa Lo Studio di Edwin Cerio, eccellente esempio di una tipica casa caprese che si inserisce idealmente nel paesaggio isolano.

Il tour tra i luoghi “nascosti” della Campania prosegue a Sorrento con una doppia visita: il Museo Bottega della Tarsialignea e il Grand Hotel Excelsior Vittoria.

Il programma in provincia di Napoli delle giornate FAI di autunno propone anche quello che è ormai un appuntamento fisso nel calendario delle visite organizzate dal Fondo Ambiente: la Baia di Ieranto a Massa Lubrense.

Programma Giornata FAI 2021 a Salerno.

In provincia di Salerno, le Giornate FAI di Autunno 2021 accendono i riflettori sulla Costiera Amalfitana ed alcuni dei suoi gioielli.

Nel week end dedicato alle bellezze nascoste sarà possibile visitare la la Villa Romana di Positano e la mostra espositiva all’interno della Cripta della Chiesa Madre si arricchisce di due preziosi reperti archeologici trafugati e strappati al mercato clandestino dal Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Napoli.

Due i luoghi visitabili a Salerno: l’Aula cultuale di Palazzo Pedace, sede del Fai, con la mostra delle ceramiche di Alessandro Mautone.

A Serre, infine, sarà aperta la bellissima Real Casina di Caccia dei Borbone a Persano un connubio eccezionale di architettura e paesaggio.

Programma Giornate FAI 2021 a Avellino.

In provincia di Avellino in occasione delle Giornate del Fai di Autunno 2021 i riflettori si accendono sul comune di Sant’Angelo dei Lombardi, dove sarà possibile visitare il Parco della Memoria Rovine di Santa Maria delle Grazie, il Castello e il Museo Storico e l’Abbazia de Goleto.

Programma Giornata FAI 2021 a Caserta.

In provincia di Caserta, diversi gli appuntamenti in programma in occasione delle Giornate Fai di Autunno 2021.

Oltre all’apertura del Parco delle Sorgenti Ferrarelle di Riardo, è a Capua che si concentra il maggior numero di siti aperti. Qui saranno visitabili il Museo Dioesano, la Cattedrale di Santa Maria Assunta e Cripta Ipogea, il Campanile del Duomo e le Chiese della Capua Longobarda.

A Pietramelara, invece, il Fai organizza visita guidata al Centro Storico e alla Torre Medioevale.

Da segnalare, poi, ad Aversa le Alberate di Asprinio di Cesa, la Grotta del Buono e il Chiostro e i resti della Chiesa di Sant’Audeno.

A Caserta, il 16 e 17 ottobre 2021 sarà visitabile il Sacrario ai Caduti dell’Aeronautica Militare mentre a Lusciano sarà possibile effettuare la visita alle Cantine I Borboni.

Programma Giornata FAI 2021 a Benevento.

In provincia di Benevento, diversi gli appuntamenti in programma in occasione delle giornate Fai di Autunno 2021.

Su prenotazione potranno essere visitati il Borgo Medievale di Molinara, la Chiesa Santa Maria dei Greci di Molinara e il Centro storico di San Marco dei Cavoti.

Le Giornate Fai di Autunno 2021 a Napoli: il programma.

Da Napoli a  Massa Lubrense passando per Sorrento e Marigliano. Sono numerose le occasioni proposte a Napoli e in provincia durante le Giornate di Autunno del Fai, in programma sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021.

In particolare, nel capoluogo partenopeo, saranno aperte al pubblico tante strutture che rappresentano grandi capolavori artistici. Un tuffo nella storia e nella cultura di una delle città più belle al mondo.

La prenotazione è obbligatoria per la partecipazione alle visite guidate e va effettuata nei giorni precedenti all’evento direttamente sul sito del Fai

Leggi anche

Il programma delle Giornate Fai in provincia di Napoli

Per chi abbia voglia di visitare Napoli e la sua provincia scegliendo l’invito del Fai, ecco l’elenco dei siti aperti il 16 e 17 ottobre 2021.

Massa Lubrense

  • Baia di Ieranto Via Ieranto, 6 – Massa Lubrense 
  • Sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021

La Baia di Ieranto, inserita nell’Area Marina Protetta di Punta Campanella, si divide in due aree: la Baia Grande e la Baia Piccola, separate da Punta Capitello. Percorrendo il sentiero che parte dall’abitato di Nerano, è possibile raggiungere la Torre, scendere fino alla spiaggia o visitare gli antichi edifici rurali, ovvero le strutture di pertinenza della cava restaurate dal FAI, che si affacciano sul mare, silenziosi testimoni di un passato di duro lavoro e fatica.

Prenotazione obbligatoria . Visita a contributo €5 intero – €3 soci FAI

Orari di visita: 10:00/12:00/14:00/16:00 (max 12 posti per turno)

Marigliano

  • Castello DucalePiazza Castello, 37 Marigliano
  • Sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021

Il Fai Giovani Nola vi accompagnerà alla scoperta di un luogo in cui visse Giulio Mastrilli, il primo e l’ultimo duca di Marigliano. Dopo la sua morte, il castello venne ereditato dalla consorte donna Vittoria Doria. Nel 1935 il castello venne acquistato dalla Provincia napoletana delle Figlie della Carità di san Vincenzo de’ Paoli e ancora oggi è abitato dalle suore dell’ordine vincenziane.

Marigliano

Visita al Giardino della Pace, tra i viali con gli ulivi, la via crucis in maioliche e un’area celebrazioni. Un’aea attrezzata consente la possibilità di consumare la colazione a sacco.

Capri

  • Villa Lo Studio Via Tragara, 19
  • Sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021

Visita ad uno dei luoghi che meglio rappresenta l’idea di ambiente e di paesaggio di Edwin cerio, intellettuale caprese che dedicò la sua vita alla tutela della natura e dei luoghi.

Villa Lo Studio è una delle trenta case tipicamente capresi progettate da Cerio, costruita con materiali da costruzione tradizionali come la calce e la pietra locale, con un tetto a volta e cisterne sufficienti per un approvvigionamento idrico ottimale. Villa Lo Studio, di proprietà di un discendente di Cerio, viene eccezionalmente aperta per le Giornate del FAI:

Napoli

  • Scuola Militare Nunziatella – Via Generale Parisi, 16
  • Sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021

L’apertura nelle Giornate FAI prevede un tour nel complesso della Nunziatella, normalmente non aperto al pubblico, che è uno dei più antichi istituti di formazione militare d’Italia. Durante le Giornate FAI sarà aperto il museo storico dedicato ad Emanuele Filiberto II duca D’Aosta, comandante della terza armata, che conserva anche materiale riguardante il primo e il terzo Duca D’Aosta. Il percorso prevede anche la visita alla chiesa del ‘500, ricca di affreschi e con alcune opere di Giuseppe Sanmartino, lo scultore autore del Cristo Velato nella Cappella Sansevero.

Napoli

  • Museo della Moda Fondazione Mondragone, Piazzetta Mondragone 18, Napoli
  • Sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021

Una passeggiata nell’evoluzione della moda dal Settecento ai giorni nostri. Opere tessili, haute couture e prêt-à-porter, abiti da cocktail, vestiti da sposa. Ed ancora: accessori, cappelli, borse, guanti, ventagli, parasole e piume. Un museo davvero unico nel suo genere.

Napoli

  • Palazzo Serra di Cassano, Via Monte di Dio, 14 – Napoli
  • Sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021

Palazzo Serra di Cassano è situato sulla collina di Pizzofalcone, nel quartiere San Ferdinando di Napoli. La denominazione di Pizzofalcone risale alla metà del 1200 quando Carlo I D’Angiò fece costruire sulla collina una falconiera per la caccia. La vista si svolge partendo dalla sala ottagonale dove un tempo erano le botteghe e le stalle del palazzo, per poi proseguire sullo scalone monumentale dove si potrà ammirare lo storico stemma dei proprietari del Palazzo Serra di Cassano, una breve visita nelle sale dell’istituto, per poi riscendere e arrivare nel cortile con il pozzo che porta nell’antica cisterna. Si termina la visita nelle sale della ex falegnameria.

Sorrento

  • Grand Hotel Excelsior Vittoria – Piazza Torquato Tasso, 34 – Sorrento
  • Sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021

Un luogo unico, grazie ad una invidiabile posizione, nel cuore di Sorrento, con vista sul Vesuvio e sulle isole dell’arcipelago partenopeo. Non è un caso che il gioiello dell’accoglienza nella Penisola Sorrentina abbia, nei secoli, attratto artisti, scrittori, aristocratici che a turno hanno trascorso in queste stanze e nel parco immerso nel verde soggiorni memorabii.

Giornate Fai di Autunno 2021 in provincia di Avellino: il programma.

Tornano le Giornate Fai di Autunno, divenute ormai un appuntamento fisso nel calendario degli eventi culturali italiani, nel mese di marzo.

Un week end, che quest’anno cade il  16 e 17 ottobre 2021, in cui i tesori dell’arte e della cultura si aprono agli occhi di visitatori curiosi che hanno l’occasione di scoprire luoghi, monumenti e storie che costituiscono l’essenza di quello che, in tutto il mondo, è noto come il Belpaese.

Alcuni siti vengono aperti esclusivamente durante le giornate promosse dal Fondo per l’Ambiente Italiano, altri invece aderiscono al progetto per accogliere nuovi ospiti.

Per assicurare che le giornate del Fai di Autunno si svolgano nella massima sicurezza, è obbligatorio prenotare le visite direttamente sul sito www.giornatefai.it.

Ogni visita guidata sarà eseguita nel rispetto delle misure anti-Covid.

Il programma delle Giornate Fai in provincia di Avellino

In provincia di Avellino per la Giornata di autunno 2021 del Fai i riflettori sono accesi su Sant’Angelo dei Lombardi che metterà in mostra alcuni dei suoi tesori storici e architettonici.

Per chi abbia voglia di concedersi una gita alla scoperta del centro altirpino, ecco di seguito l’elenco completo dei siti visitabili il 16 e 17 ottobre in provincia di Avellino in occasione delle Giornate del Fai di Autunno 2021.

Tre i siti che saranno aperti e disponibili per visite guidate. Si parte alla scoperta del Castello e al Museo dell’Opera che raccoglie numerose testimonianze archeologiche e storiche che raccontano l’evolversi della vita sociale a Sant’Angelo e nei dintorni.

Il Castello ospita anche il Museo dell’Emigrazione, con la raccolta di interessante materiale storico. Ancora, in tre sale del primo piano, il Castello ospita la “Mostra – Museo dell’Emigrazione”, ricca raccolta di materiale quanto mai prezioso e interessante riguardante la storia del nostro territorio.

Giornate FAI di Autunno al Goleto

La Giornata FAI a Sant’Angelo dei Lombardi prosegue con la suggestiva passeggiata all’Abbazia del Goleto, uno dei luoghi simbolo dell’Irpinia.

Visitare il Goleto significa attraversare nove secoli di storia, un viaggio spirituale in cui si incontrano una serie di affascinanti simboli e usi. C’è il mondo delle Badesse del Goleto da scoprire, che esercitavano su tutta la comunità, anche quella maschile, sia il potere temporale che quello religioso, un caso più unico che raro in Italia. Si entrerà in contatto con le vicende della badessa Agnese e del suo scontro con l’abate di Montevergine che voleva annettere il Goleto prima e con il papa poi che voleva chiudere gli ordini monastici femminili. Insomma, gli ingredienti per una weekend thriller in Irpinia ci sono davvero tutti.

A completare il viaggio nella storia e nel tempo a Sant’Angelo dei Lombardi, ultima tappa è il Parco della Memoria, sorto sulle rovine del Convento di Santa Maria delle Grazie. Qui, il 23 novembre 1980 trovarono la morte, a causa del tremendo terremoto che rase al suolo il paese, tante orfanelle ospiti della struttura. Il Parco, sorto in uno dei luoghi più drammaticamente colpiti da quel tragico evento, fu edificato con l’obiettivo di tenere sempre vivo il ricordo di quanto accadde alle 19.34 di quella anomala domenica sera.