Archivi tag: Idee vacanze culturali

Il Castello di Schonbrunn a Vienna, l’antica residenza austriaca patrimonio dell’Unesco.

In Austra nella città di Vienna, a Hietzing nella periferia occidentale del capoluogo austriaco, si apre maestoso il Palazzo di Schonbrunn che con il suo lussureggiante giardino è stato incluso, fin dal 1996, tra i Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO.

La sua storia risale alla metà del 1500 ed ha rappresentato residenza di numerosi rappresentanti della famiglia imperiale. Dal XVI luogo prediletto dagli Asburgo, il maestoso complesso rappresenta una sintesi perfetta tra gli stili estetici e gli apporti artistici che nei decenni si sono succeduti.

Tra questi spiccano gli interventi voluti da Maria Teresa d’Austria, che arricchì gli appartamenti, l’arredamento, i giardini, l’enorme serra. Un palazzo dalle dimensioni mastodontiche, basti pensare che conta ben 1440 stanze ricche di arredi e fasti, di cui circa 190 sono aperte al pubblico in veste di museo.

Attraversato il largo cortile del palazzo, si accede alla Gran Galleria attraverso un ampio scalone, ricca di affreschi e illuminata da enormi lampadari di cristallo.

A seguire la Piccola Galleria che porta sul Salone Cinese ovale e sul Salone Cinese circolare. Tra gli ambienti più noti la camera da letto, finemente decorata di arazzi, conosciuta anche come “Sala di Napoleone”, che qui soggiornò durante l’occupazione.

Molto interessanti anche il Salone delle Cerimonie, che racchiude delle grandi tele che rappresentano alcuni momenti della vita di Maria Teresa, e il Salone dei Cavalli, caratterizzato dai disegni che raffigurano cavalli presenti sui rivestimenti delle pareti.

Da non perdere infine il Salone degli Specchi, la stanza nella quale Mozart, alla tenera età di sei anni, diede il suo primo concerto.

Ma, oltre agli immensi spazi al chiuso, la tenuta è ricca di vegetazione e di ampi spazi all’aperto.

A est del palazzo trovano spazio le serre, fatte costruire da Maria Teresa, grande appassionata di piante esotiche e tropicali.

L’area situata al centro del giardino forma invece il Grande Parterre, caratterizzato da prato e aiuole affiancate sui lati da alberi e statue ispirate a personaggi della storia greca e romana.

Alla fine del parterre, la Fontana di Nettuno che, insieme alla Fontana dell’Obelisco rappresenta le vasche d’acqua più maestose della tenuta.

Oltre allo splendore dei giardini, il complesso è conosciuto per ospitare uno degli zoo più antichi al mondo.

Leggi anche

Week end a Velia e Marina di Ascea, insolito tour tra scavi e bandiera blu.

Per chi decidesse di voler trascorrere una vacanza in Campania con un itinerario insolito rispetto ai classici tour, consigliamo un week end Velia e Marina Ascea nel Cilento una località situata su una collina a ridosso della propria “Marina”, un comune facente parte del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano.

Da questa cittadina di origine medievale si gode di una magnifica vista panoramica sulla costa e sulle rovine dell’antica città di Velia, da cui il paese dista solo cinque chilometri, in cui poter visitare alcune rovine e numerosi reperti archeologici derivanti delle antiche civiltà greca e romana.

Il Sito archeologico di Velia

Si tratta di uno dei siti archeologici più grandi di tutto il Meridione d’Italia, che merita senza dubbio di essere visitato.

Fra i beni culturali di Ascea, da sottolineare la presenza della Torre del Telegrafo, realizzata tra il 1500 e il 1600 per difendere il borgo dalle incursioni dei pirati saraceni.

Week ad Ascea

Ascea è uno dei comuni della provincia di Salerno che ricade all’interno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano .

Il nome di Ascea è strettamente legato a quello di Velia, storica frazione di Ascea, che fu uno dei più attivi centri della Magna Grecia. All’atto della fondazione il suo toponimo era quello di Elea, fu solo in epoca romana che assunse l’attuale nome di Velia.

Elea fu la patria di due dei più grandi nomi che hanno scritto la storia del pensiero, vale a dire Parmenide e Zenone.

Marina di Ascea

A circa 4 chilometri dal centro di Ascea si trova la frazione Marina di Ascea, una delle più frequentate località balneari della costa cilentana. Marina di Ascea può contare su spiagge meravigliose e pulitissime, al punto da meritarsi ormai da anni l’ambito riconoscimento della Bandiera Blu, grazie alla sua splendida spiaggia lunga circa sei chilometri.

Sono presenti anche altri piccoli arenili incastonati nelle calette presenti lungo la pittoresca scogliera.

Per due chilometri il lungomare è costeggiato da una pista ciclabile, per consentire attività sportive all’aria aperta.

Nel mezzo del bel lungomare si trova Piazza Europa, la sede di eventi e concerti soprattutto nel periodo estivo, mentre un corso pedonale ricco di negozi e souvenir accoglie ogni anno numerosi turisti in vacanza nella località.

Proprio Ascea è stata più volte protagonista del progetto “Bio Spiagge”, che mira a creare un unicum naturale tra i percorsi delle zone interne e quelli costieri, passando attraverso la valorizzazione e la promozione di tutte le tipicità locali.

Il Lungomare

Il lungomare di Marina di Ascea finisce con la zona più suggestiva, quella della Scogliera, da cui si può apprezzare, unico al mondo, il giglio marino e tutta la vegetazione che caratterizza in maniera evidente la macchia mediterranea.

Da qui è facile raggiungere Pisciotta, un’altra località incantevole con il suo mare blu.

Il Fico Bianco del Cilento

La coltivazione del fico bianco del Cilento, di fagioli, di castagne e l’allevamento di una particolare specie di maiale (il nero del Cilento) rappresentano le produzioni maggiori di un territorio indubbiamente rigoglioso e dedito all’attività agricola.

Specialità della tradizione culinaria locale si possono gustare in uno dei tanti ristoranti presenti nella cittadina, mentre per i soggiorni “Le Terme di Velia” e “Magicomar” come hotel e l’ “Elea” come villaggio turistico sono le strutture maggiormente apprezzate dai viaggiatori su TripAdvisor.

Voglia di vacanze al caldo? Idee a poche ore di volo aereo.

Hai ancora voglia di caldo e di sole? Chi ha la possibilità di partire alla volta di mete sicuramente più miti non deve necessariamente allontanarsi di molto e raggiungere luoghi esotici che comportano viaggi di lunga durata e maggiormente dispendiosi economicamente.

Ci sono tanti posti caldi in inverno vicino all’Italia che sono facilmente accessibili sia come distanza sia come costi a poche ore di volo..

Chi desidera una romantica fuga al caldo, piuttosto che una piacevole escursione con tutta la famiglia, può pensare di viaggiare alla volta del nord Africa, raggiungendo Marocco, Tunisia ed Egitto.

I last minute per queste mete abbondando e si può vivere una vacanza o anche un viaggio di nozze veramente a 5 stelle.

Il Marocco

Il fascino incantato del Marocco, tra colori e sapori di una cultura molto ricca e antica, si può vivere a pieno partendo alla volta di città come Casablanca, la più grande città del Marocco ed anche il suo porto principale,  o  Marrakech, sicuramente una destinazione prediletta dagli italiani per le sue atmosfere da “mille e una notte”.

Spiagge incantevoli ad Agadir (almeno 300 giorni di sole l’anno), per coloro che anche nella stagione invernale desiderano un colorito degno dell’estate.

Qui si può scegliere un soggiorno in puro relax oppure l’abbinamento di visite alle città berbere di Tafraounte, Tiznit e Taroudant.

La Tunisia

Per chi sceglie la Tunisia, tra le città più gettonate c’è Djerba, porta d’accesso per il deserto, con le sue spiagge di sabbia finissima, i suoi villaggi pittoreschi e una cucina che abbonda di specialità di mare.

Molto suggestiva Matmata, bellissimo villaggio scavato nel tufo in cui vivono ancora oggi le popolazioni berbere, oppure Tataouine, con le sue oasi rigogliose, la moschea di Chinini e una gastronomia delle più tipiche.

L’Egitto

Con il suo fascino millenario, l’Egitto è un altro territorio nordafricano molto visitato, basta solo prestare attenzione ai bollettini del Ministero degli Esteri per di mettersi in viaggio in tutta sicurezza.

Per il mare, è risaputo, Sharm-el-Sheikh la fa da padrona, pieno com’è di villaggi turistici e attività ricettive. Per gli amanti della storia antica, i siti maggiori del Paese sono le piramidi di Giza e quello di Abu Simbel, che si trova a sud di Assuan e si raggiunge facilmente dalla città con l’aereo in mezz’ora.

Malta e le Isole Canarie

Altre due idee interessanti per trascorrere una vacanza in un clima più mite rispetto a quello rigido invernale italiano sono le Isole Canarie oppure l’isola di Malta.

In entrambi i casi si riesce a coniugare alla perfezione il mare, cristallino e suggestivo, a una buona dose di esperienze culturali e sportive.

Un week end in Val di Noto, sito UNESCO Patrimonio dell’Umanità

Dal 2002 l’arte barocca della Sicilia sud-orientale, comunemente conosciuta con la denominazione Val di Noto, è entrata nella prestigiosa lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

Si tratta di un’area che comprende in particolare otto comuni molto apprezzati dal punto di vista artistico e culturale dal turismo internazionale: Caltagirone, Catania, Militello in Val di Catania, Modica, Noto, Palazzolo Acreide, Ragusa e Scicli. Tutte città che, in seguito al terremoto del 1693, furono ricostruite con criteri barocchi che portarono particolari innovazioni nella loro progettazione architettonica e nell’estetica.

Questa zona della Sicilia è dunque una eccellente destinazione per una vacanza in Italia, in quanto rappresenta infatti il punto più elevato del tardo Barocco europeo, esempio perfetto di ricostruzione di successo in una terra costantemente a rischio terremoti ed eruzioni vulcaniche.
La caratteristica principale dello stile tardo-barocco siciliano è costituita dalla imponenza decorativa ed espressiva.

La ricostruzione delle città in seguito all’evento sismico ha previsto la ricostruzione, e costruzione ex novo, di numerose chiese e di palazzi signorili, quali espressioni delle numerose congregazioni religiose allora presenti nella zona e della nobiltà che voleva affermare il proprio ruolo sociale e l’opulenza attraverso la bellezza e la ricchezza decorativa.

In questo modo si favorirono espressioni artistiche molto interessanti.

Week end a Caltagirone

Iniziando da Caltagirone (Ct), notoriamente conosciuta e apprezzata come “città della ceramica”, un turista che la visita non potrà non apprezzarne il barocco Duomo di S. Giuliano, che si affaccia su Piazza Umberto I. Molto suggestiva la lunga Scala di Santa Maria a Monte, che congiunge la città vecchia, in alto, a quella nuova. Lungo i due lati, si sviluppano gli antichi quartieri di San Giacomo e di San Giorgio, preziosi scrigni di palazzi ed edifici religiosi, tra intricate viuzze pittoresche.

Week end a Catania

Spostandoci a Catania, troviamo la monumentale Piazza del Duomo, dominata dalla facciata del Duomo appunto (risalente alla fine del XI secolo ma ricostruito in seguito al terremoto del 1693), delimitata da begli edifici barocchi e impreziosita da elementi quali la Fontana dell’Elefante, simbolo della città, e dalla Badia di Sant’Agata.

Week end a Militello

Molto caratteristica la cittadina di Militello in Val di Catania (Ct), con il suo assetto barocco su cui spiccano il Monastero Benedettino in Piazza del Municipio, l’oratorio di Santa Maria alla Catena, la Chiesa del SS. Sacramento al Circolo e Maria SS. della Stella.

Week end a Modica

A Modica, tra le più pittoresche cittadine siciliane, molto bella è la sontuosa Chiesa di San Giorgio. Ma ciò che rende affascinante la città è proprio l’assetto barocco che la caratterizza nella sua interezza, suggestiva da scoprire e da girare perdendosi nei vicoletti che la attraversano.

Week end a Noto

Di Noto (Sr) colpisce subito il suo centro barocco attraversato da corso Vittorio Emanuele e scandito da tre piazze principali: Piazza Immacolata, con la Chiesa di San Francesco all’Immacolata, Piazza Municipio, con la Cattedrale e Palazzo Ducezio, e Piazza XVI Maggio, con la Chiesa di San Domenico.

Di Palazzolo Acreide (Sr), riedificata nel 1700, invece ricordiamo in particolare la maestosa facciata di San Sebastiano, la Chiesa dell’Immacolata e la Chiesa di San Paolo; di Ragusa la magnifica Basilica di San Giorgio, esempio emblematico del barocco siciliano, la Chiesa di San Giuseppe in Piazza Pola e Palazzo Cosentini; di Scicli (Rg) infine la Chiesa Madre delle Madonne delle Milizie e Palazzo Beneventano.

Vacanze culturali: le 7 mete preferite da scrittori e poeti.

Bar, abitazioni, strade, piazze e altri svariati luoghi hanno ispirato grandi capolavori della letteratura.

In altre occasioni sono stati il buen retiro di illustri letterati, dove hanno partorito opere dell’intelletto che ancora oggi ammiriamo ed apprezziamo.

Visitare i luoghi che hanno prodotto  la scintilla della produzione letteraria offre la possibilità di fare scoperte affascinanti e avere un contatto diretto con la conoscenza.

Partiamo dal più magnificante luogo

il monte Sinai in Egitto, dove Mosè ricevette i Dieci Comandamenti. Qui potete visitare il monastero di Santa Caterina ed arrivare attraverso due sentieri, alquanto impegnativi, sulla cima del Sinai, per un suggestivo pellegrinaggio notturno. In mattinata saranno i taxi a riportarvi verso Il Cairo o la più turistica Sharm el-Sheikh.

Più profano, ma non certo meno affascinante, un viaggio nella Foiba di Pisino, nell’Istria croata.

Qui si ispirò Giulio Verne per il suo Mathias Sandorf. La Foiba è una gola formata dal fiume Pazincica che precipita per cento metri e forma tre laghi. Pisino è collegata alle principali città della zona, con la capitale Zagabria, con la capitale slovena Lubiana e con la ex italiana Pola.

Rimaniamo in ambito avventuroso e spostiamoci in Cile, precisamente “In Patagonia” per riprendere il titolo del libro di Bruce Chatwin.

Qui dobbiamo visitare la Cueva del Milodon dove allla fine dell’800 furono rinvenuti i resti di un grosso animale ispiratore dell’opera.

Se vi piace la letteratura per adolescenza “old style” non lasciatevi sfuggire l’occasione di visitare in Canada, vicino Cavendish, la casa dai verdi abbaini, dimora di Anna dai capelli rossi. La casa si raggiunge mediante bus lungo la tratta da Cavendish a Charlottetown, sull’isola di Prince Edward.

Spostiamoci più a Sud, a New York, nella Grande Mela e respiriamo l’aria della Beat Gerenation, o meglio, l’alcol mandato giù a fiumi dai geni letterari che rispondono al nome di Jack Kourac, Dylan Thomas e Norman Mailer.Entrate nella White Horse Tavern, la taverna del cavallo bianco, nel west Village di Manhattan.

Se chiederete da bere anche più di 10 whiskey, nessuno si meraviglierà. Negli anni 50-60 i celebri avventori arrivavano fino a dieci e qualcuno ci ha anche lasciato le penne.

Per finire due suggestioni tutte british. Stratford on Avion, casa natale di William Shakespeare. Qui il grande bardo nacque e morì.

E’ possibile visitare I cinque edifici tutti in zona dove Shakespeare trascorse la sua vita.

A Londra, invece, immancabile una visita a Baker Street, dove alloggiò il più grande detective di tutti i tempi, Sir  Sherlok Holmes.

Weekend nelle Marche tra Macerata e Ancona.

Chi cerca un’idea per trascorrere un weekend piacevole e rilassante, può ipotizzare un breve tour tra Macerata ed Ancona nelle Marche una regione che al pari della Toscana sta diventando famosa “Marcheshire” nel mondo .

Buona cucina regionale, tante attrazioni turistiche e una passeggiata all’aria aperta approfittando di qualche bella giornata di sole.

Partendo da Macerata, città di origine romana che si è poi sviluppata pienamente in epoca medievale, si possono visitare il Palazzo Comunale (costruito nel XVII secolo), l’elegante Loggia dei Mercanti del 1504 e la meravigliosa Torre dell’Orologio, affacciati sulla centrale Piazza della Libertà.

In Piazza Vittorio Veneto si possono visitare invece il Museo e Pinacoteca Comunale e il Museo della Carrozza. Prima di andare via, gli amanti della buona cucina non potranno fare a meno di gustare i vincisgrassi (le lasagne tipiche).

Ci si può recare poi a Recanati, la città di Giacomo Leopardi, nella quale poter ripercorrere un tour dei luoghi leopardiani: la casa del poeta, la Piazzetta del “Sabato del villaggio”, la Torre del “Passero solitario” e il Colle de “L’Infinito”.

Chi voglia assaggiare un ottimo brodetto di pesce non potrà evitare di fare un salto a Porto Recanati.

Qui vicino scopriamo Osimo, dove poter ammirare un interessante centro storico e le suggestive grotte presenti nel sottosuolo della cittadina.

A circa 20 chilometri troviamo infine Ancona, affacciata sul mar Adriatico, che può vantare un centro storico ricco di monumenti grazie a una storia millenaria.

In particolare ricordiamo il Duomo che fonde elementi romanici, gotici e bizantini, dominando la città dal colle Guasco, e ancora l’Arco di Traiano, il Faro vecchio e la Cittadella.

Da vedere la fontana del Càlamo, chiamata anche fontana delle Tredici Cannelle.

Ad Ancona impossibile non accompagnare una bel pasto con il tipico Verdicchio dei Castelli di Jesi, il vino più importante della provincia.

[mks_button size=”large” title=”Prenota un hotel ad Ancona” style=”squared” url=”http://www.booking.com/city/it/ancona.it.html?aid=306534″ rel=”nofollow”  target=”_self” bg_color=”#1e73be” txt_color=”#FFFFFF” icon=”” icon_type=””]

7 Crociere Costa a prezzi last minute su Tuttocrociere.it

La crociera rappresenta uno ampio spaccato della società, con un target di riferimento che oggi è sempre più eterogeneo.

Dalle coppie in viaggio di nozze, alle comitive di amici, dai single alle famiglie, sono tanti e diversi i modi per vivere una crociera.

E quale periodo migliore dell’anno se non il mese di maggio, in cui i prezzi sono sicuramente convenienti e si riesce a godere del clima mite di fine primavera?

Scopriamo le proposte più allettanti di Costa Crociere grazie all’agenzia avellinese Easy Rider e del suo portale nazionale Tuttocrociere.it.

Sono infatti molte le persone che, potendo scegliere, decidono di anticipare le proprie vacanze tra maggio e giugno, cercando la migliore (e più conveniente) idea per vivere al meglio il periodo di “stop” dal lavoro.

Notoriamente infatti questo rappresenta il periodo dell’anno caratterizzato da minore folla e prezzi più bassi, ed è quindi facile trovare soluzioni interessanti da tutti i punti di vista, soprattutto quello economico.

Per un pubblico molto variegato (famiglie, coppie, gruppi di amici) la vacanza in crociera è sempre una soluzione valida e molto apprezzata per scoprire in pochi giorni diverse destinazioni. Senza dubbio le crociere nel Mediterraneo sono le più gettonate.

Il fattore discriminante è l’assenza dell’incidenza economica del volo.

Inoltre è un modo che consente di far viaggiare anche coloro che non amano prendere l’aereo, con partenze da Napoli o Bari molto funzionali.

  1. Tra le offerte più interessanti di Costa per il mese di maggio: itinerario Francia, Spagna e Baleari sulla sofisticata Costa Diadema, con imbarco sabato 14 maggio e sbarco 21 da Savona a partire da 599 euro a persona. Le città toccate sono Marsiglia, Barcellona, Palma de Maiorca, Civitavecchia/Roma, La Spezia, Savona.
  2. Sempre con partenza sabato 14 maggio (rientro sabato 21 maggio), questa volta sulla solida Costa Mediterranea, il tour della costa orientale che tocca Croazia, Montenegro e Grecia. Anche in questo caso l’offerta parte dal prezzo di 599 euro per visitare le città di Spalato, Kotor, Olimpia, Corfù, Dubrovnik, Venezia e rientro a Trieste (da cui è previsto l’imbarco).
  3. Chi invece vuole partire alla scoperta dell’Europa occidentale, una rotta molto interessante è quella della Costa Favolosa con partenza il 16 maggio (rientro 23 maggio): Savona, Malaga, Cadice, Lisbona, Vigo, Cherbourg, Harwich, Warnemunde. Quote a partire da 549 euro.
  4. Con partenza e arrivo a Bari, dal 16 al 23 maggio, c’è ancora la Costa Deliziosa che salpa alla volta della Grecia e della Croazia a partire da 629 euro. Gli scali sono: Corfù, Mykonos, Santorini, Dubrovnik, Venezia.
  5. Per un rilassante e comodo viaggio nel Mediterraneo, c’è anche la Costa Fascinosa in partenza e arrivo da Napoli. A partire da 549 euro, partenza venerdì 20 maggio e arrivo il 27, tappe a Savona, Barcellona, Ibiza per due giorni, Palma de Maiorca, Palermo (partenze anche venerdì 27 maggio a partire da 599 euro).
  6. Domenica 22 maggio, ancora, crociera in partenza da Roma: Costa Magica da 699 euro per un viaggio di 11 notti che va alla scoperta di Savona, Marsiglia, Tangeri, Casablanca, Cadice, Lisbona, Alicante.
  7. Ultimamente un target sempre più ampio sta scegliendo le crociere nel Nord Europa, fiordi norvegesi o capitali baltiche, più costose e di nicchia ma molto suggestive. Tra le offerte Costa per il mese di maggio, Costa Favolosa con partenza da Copenhagen verso la Norvegia sabato 28 maggio da 1149 euro (Geiranger, Hellesylt, Bergen, Kristiansand, Aahrus, Wernemunde) oppure Costa Luminosa con partenza da Stoccolma sabato 28 maggio da 1149 euro (scali a Stoccolma, Helsinki, due giorni a San Pietroburgo, Tallin).

Per tutte le informazioni su offerte, destinazioni e proposte viaggio in crociera: tuttocrociere.it oppure direttamente presso Easy Rider Viaggi in Corso Europa, 31 ad Avellino con gli uffici al primo piano. Telefono: 0825 783184.

Quali sono e dove vivono gli Animali più grandi del Mondo

Taglie extralarge, il meeting con gli animali più grandi del mondo Insetti, rettili, mammiferi. Teneri, feroci, viscidi e perché no, pericolosi, tutti uniti da un unico comun denominatore. La grandezza. Non in termini assoluti ovviamente, ma relativa alla loro specie.

Anche se avete lo spirito di Indiana Jones non potete certo mancare di rispetto a questi giganti della terra e degli oceani. L’incontro sarà emozionante in ogni caso.

Molti si chiedono perché non debba essere lui il Re della Foresta. Forse perché lo sguardo tenero e placido tradisce la sua imponenza, stiamo parlando dell’elefante africano.

Alto più di 4 metri, più i due metri di zanne e le sei tonnellate di peso. Più che al cospetto di un animale vi sembrerà di ammirare un palazzo al Parco nazionale Addo Elephant, in Sudafrica, nell’Eastern Cape. Ce ne sono oltre 400. Non portate con voi agrumi, ne vanno ghiotti e potrebbero perdere la loro proverbiale flemma e tentare di fare uno spuntino fuori orario.

Altro gigante della terra ferma è l’orso polare del Canada. Lo si può avvistare a Churchill, nella Baia di Hudson. Userete un camion con grossi pneumatici per avvicinarvi, ma non esagerate, l’aspetto placido nasconde un’indole tutt’altro che amichevole. Ricordate gli orsi sono carnivori.

Amate il pericolo, dirigetevi a Sud, in Brasile, nell’area del Pantal. Qui non sarà difficile, percorrendo la strada Parco avvistare un’anaconda verde. 200 chili di rettile distribuiti su otto metri. Statene alla larga, se si sente minacciata attacca senza lasciare scampo.

Cambiano ambientazione ma non specie. Nel Parco naturale di Komodo in Indonesiaci si può imbattere nel Varano di Komodo. Un drago senza ali, lungo tre metri per 150 chili di peso. Sono carnivori ma poco aggressivi, ovviamente non tentate di accarezzarli.

In Australia troviamo un parente stretto delle specie poco prima indicate. Si tratta del coccodrillo marino del parco nazionale del Kakadu. Qui vengono organizzate crociere a contatto con la natura. Appostatevi sul passaggio Cahill. Hanno una capacità estrema di non farsi sentire.

Quando lo farà sarà troppo tardi per voi.

Chiudiamo con il guinness delle tagli extra large. La balenottera azzurra. Avvistabile in Sri Lanka, insieme ai capodogli. Due splendidi esemplari di mammiferi acquatici. Sono centinaia di migliaia quelli che affollano Dondra Head vicino Mirissa.

Idee Vacanze ? Pensa ad un viaggio a Tulum in Messico

Sono molti gli italiani che per le proprie vacanze estive hanno scelto come meta il Messico e le sue meravigliose attrazioni.

Tulum non può mancare nelle tappe del loro viaggio: questa località paradisiaca, situata nella penisola dello Yucatan, concilia le sue bellezze naturali con degli straordinari itinerari archeologici fra i simboli della cultura Maya.

Una destinazione che incontra i gusti di tutti: a Tulum non si trovano solo bianchissime spiagge in cui rilassarsi e ammirare l’oceano, ma si viene avvolti da uno stile di vita semplice e unico; fra escursioni in rocce scavate dall’acqua, snorkeling sulla barriera corallina e passeggiate a cavallo nella giungla, questa incantevole meta saprà realizzare i desideri di ogni viaggiatore.

Il lusso raffinato, un’ispirata cucina fusion e un’affascinante cultura: questa è Tulum, una delle mete più trendy della Riviera Maya che attrae il jet set internazionale per 12 mesi all’anno.

Una terra da visitare, impreziosita dai secolari siti Maya, con un patrimonio spirituale unico.

 In questa località si uniscono storia, cultura e una delle migliori spiagge di tutto il Messico. L’unico sito archeologico che si trova sulla riva del mare è anche la località che più merita di essere fotografata in tutta la regione e, forse, in tutto il Messico. Tulum fu una fortezza maya che visse il suo momento di maggior splendore alla fine del periodo classico (attorno al 1000 d.C.).

La più significativa delle sue strutture, detta “El Castillo”, si trova sul bordo di una scogliera dalla quale si possono ammirare le acque turchesi del mare. Senza dubbio, si tratta del luogo più fotografato di tutta la zona.

Nella parte sud del sito archeologico è situata una delle spiagge più tranquille di tutta la riviera: qui non troverete hotel da 500 stanze né grandi strutture; al contrario, potrete affittare bungalow semplici o di lusso in base ai vostri desideri e al vostro budget. Alcuni sono dotati di un generatore elettrico che si spegne automaticamente attorno alla mezzanotte: un grande stimolo per chi cerca la tranquillità e il silenzio.

Questo pueblo è anche perfetto per visitare la parte meridionale della Riviera Maya. Molto vicino troviamo inoltre il sito archeologico di Cobá.

Tulum è a circa 70 chilometri a sud di Playa del Carmen, facilmente raggiungibile in automobile o con una delle linee di autobus che collegano Playa e Tulum con più corse al giorno.

Per alcuni aspetti, questa estremità meridionale della Riviera Maya conserva ancora oggi molte delle caratteristiche che la contraddistinguevano anche pochi decenni fa, quando Tulum è emersa come una delle prime località hippie-chic del Messico.

Persino ora il più vivace tratto di costa che ospita hotel trendy e bar molto frequentati non è più esteso di un paio di miglia e non è stato deturpato da edifici moderni o da grandi catene di hotel.

 DOVE MANGIARE E BERE  A TULUM IN MESSICO ?

Naturalmente trascorrere una vacanza a Tulum significa sperimentare la tradizionale cucina messicana ma, in questo paradiso caraibico, è anche possibile gustare una versione contemporanea dei sapori dello Yucatan.

Gli assoluti protagonisti della cucina messicana sono i peperoncini chili (di solito serviti a parte se preferite limitare il sapore piccante), le mole (salsine aromatizzate, spesso insaporite con del cioccolato) e marinate piccanti al succo di lime ed erbe fresche.

Grazie ad influenze Italiane, Asiatiche e Mediorientali, assaggerete piatti a base di pesce fresco e verdure esotiche, come la jicama (una radice dolce) e la chaya (una pianta di spinaci).

I tavoli all’Hartwood sono i più richiesti della città: in questo suggestivo locale tutto viene cucinato grazie all’energia solare e ogni portata è preparata esclusivamente con l’uso delle mani, senza l’uso di alcun utensile alimentato ad elettricità. L’Hartwood sostiene la comunità locale utilizzando prodotti a chilometro zero, dal pesce, ai frutti di mare, dalla carne ai frutti esotici.

Immerso in un giardino lussureggiante, El Tabano è uno dei ristoranti preferiti tra i visitatori poiché serve infusi fatti in casa e ogni piatto è caratterizzato dal tocco esperto degli chef locali. El Tabano è una vera esperienza per tutti i sensi: calore familiare, sapori squisiti, cibo fresco e preparato in modo creativo proprio davanti agli occhi degli ospiti. E per gli aspiranti chef, c’è anche la possibilità di cucinare la cena per gli altri commensali.

DOVE DORMIRE A TULUM  ?

Il punto forte di Tulum sono le esperienze uniche e di rara bellezza che questa località esclusiva è in grado di offrire. Papaya Playa ha iniziato dal nulla ma ora fa parte della comunità dei Design Hotels, e le sue 80 cabanas e casitas sono ormai un classico fra le palme di questa cartolina della costa caraibica. La lista dei DJ e degli eventi culturali sono due delle ragioni per cui gli hipsters gravitano attorno a questo luogo, godendosi il ritmo di musica a bordo del Mar dei Caraibi.

Il Coqui Coqui Tulum Residence & Spa è un luogo paradisiaco, accarezzato dal profumo di noci di cocco, circondato dai forti sentori di legni tropicali e immerso nell’aroma di orchidee e vaniglia. Circondato dalla giungla e il mare dei Caraibi, Coqui Coqui Tulum, nato nel 2003, riflette lo stile moderno ma rustico, l’essenza di Coqui Coqui. Con un design fortemente influenzato dall’architettura locale, nonché dalle vicine rovine di Tulum, questo hotel sulla spiaggia offre agli ospiti un’indimenticabile esperienza.

Las Ranitas Eco Boutique Hotel accoglie i propri ospiti in 24 camere, decorate con stoffe tessute a mano, vivaci piastrelle di Oaxaca e amache. Situato in una delle più belle spiagge di Tulum, in questo eco boutique hotel è possibile sorseggiare un Margarita nel ristorante all’aperto, affacciato direttamente sul mare o, per un’esperienza più culturale, gli ospiti possono visitare le vicinissime rovine Maya, a soli sei chilometri di distanza.

COSA FARE E VEDERE A TULUM ?

La penisola dello Yucatan è stata il centro della civiltà Maya, e questa regione è incredibilmente piena di rovine maestose: Tulum, Cobà e Chichen Itzà sono solo alcuni dei luoghi simbolo dell’antica cultura Maya. Il Tempio del Vento è sicuramente uno dei punti migliori per ammirare un panorama mozzafiato. Tutti gli amanti delle immersioni e dei paradisi naturali non possono perdere il Centro Ecologico Sian Ka’an, una riserva naturale protetta costituita da lagune, spiagge e barriere coralline, ma anche il Gran Cenote, una delle più belle doline (grandi buchi scavati nella roccia dall’acqua) dove si possono fare immersioni, nuotare e fare snorkeling nell’acqua fresca. Per chi invece preferisce ammirare la spiaggia e la giungla a cavallo, il Rancho Baaxal offre l’opportunità di montare in sella a un dolcissimo puledro.

QUANDO ANDARE A TULUM IN MESSICO ?

Il suo clima perfetto per le vacanze rende la Riviera Maya attraente tutto l’anno, ma durante la primavera la spiaggia è meno affollata, mentre Agosto e Natale sono i periodi di più alta affluenza.

Durante il Día de la Candelaria (la Candelora), celebrato in tutto il Messico il giorno 2 Febbraio, è possibile assistere a parate e processioni in tutto il Paese. Nello stesso mese, durante la settimana precedente al Mercoledì delle Ceneri, il Carnevale esplode in una festa. I giorni dal 31 Ottobre al 2 Novembre sono i Dìa de Muertos (i Giorni dei Morti): i festeggiamenti possono durare molti giorni, riprendendo le tradizioni precolombiane che ne sono all’origine.

La festa viene celebrata con musica, bevande e cibi tradizionali dai colori vivi, combinati a numerose rappresentazioni caricaturali della morte.

ESCURSIONI A TULUM IN MESSICO ?

Questo splendido paradiso caraibico ha attirato personalità come Cara Delevingne e Michelle Rodriguez, Reese Witherspoon, Carolyn Murphy, Cameron Diaz, Kate Bosworth e Sienna Miller.

COME ARRIVARE A TULUM IN MESSICO ?

75 miglia a Sud di Cancún, Tulum è a circa due ore in auto dall’Aeroporto Internazionale. L’aeroporto messicano più importante è l’Aeroporto Internazionale di Città del Messico che si trova a 13 km dalla capitale; gli aerei che atterrano nei dintorni di Città del Messico accompagnano nel paese quasi 20 milioni di passeggeri all’anno.

Gli aerei provenienti da oltreoceano atterrano anche a Mérida e Cancún, portando a destinazione i turisti che soggiornano nello Yucatan e nella Riviera Maya; altri aeroporti internazionali molto frequentati sono Acapulco e Guadalajara. Dall’Italia si vola a Londra con British Airways e poi da Londra Gatwick direttamente a Cancún.

(testo Ufficio Stampa visitmexico )

Ami le vacanze in Treno ? Scopri i 12 percorsi più belli del mondo

Viaggiare per il mondo in treno? Si può. Ecco come si potranno vivere viaggi insoliti, suggestivi e indimenticabili. In Europa e nel Mondo sono numerose le possibilità di viaggiare in treno attraverso paradisi naturali e sconfinati orizzonti, per rendere unica non solo la permanenza nella propria destinazione, ma l’esperienza del viaggio stesso.

  1. Parte da Trento e giunge a Marilleva il trenino della Trentino Trasporti Esercizio che, attraversando valli e paesaggi mozzafiato, permette di trasportare le biciclette da maggio a ottobre, oppure sci e snowboard nel periodo invernale.
  2. Rimanendo in montagna, molto suggestivo anche il viaggio sul Bernina Express, che parte da Tirano, in Valtellina, e in un paio di ore raggiunge la rinomata Saint Moritz, in Svizzera, attraverso le suggestive cime alpine, viadotti e paesaggi spettacolari.Data la sua bellezza, questo viaggio è stato anche inserito dall’Unesco nel patrimonio mondiale dell’Umanità.
  3. Spostandoci su paesaggi decisamente più caldi, in Portogallo è possibile partire da Lisbona e viaggiare per tre ore fino a Oporto, attraversando tratti costieri incantevoli con la possibilità di organizzare numerosi percorsi a tema per ogni gusto e tasca.
  4. Decisamente più costoso è il romantico treno Al-Andalus Express, con le sue carrozze risalenti al 1929, che attraversa la Spagna del Sudper sei giorni. Ideale per chi voglia abbandonarsi al fascino dell’Andalusia e lasciarsi coccolare da una treno elegante e sfarzoso, magari in compagnia della propria metà.
  5. Per rivivere i racconti di antichi cavalieri e le leggende medievali, ecco il treno di lusso della Royal Scotsman che attraversa le Highlands partendo da Edimburgo. Dopo la cena, il personale di bordo sarà felice di intrattenere i passeggeri (solo 36 posti disponibili) con racconti della tradizione scozzese e la possibilità di effettuare escursioni tra i castelli immersi tra le colline e le caratteristiche distillerie di whisky.
  6. Ancora più a nord, tra Svezia e Danimarca, troviamo il treno della Skanetrafiken che, attraversando il punte Oresund giunge anche a Helsingor, uno dei luoghi più noti della Danimarca, sede del celebre e bellissimo castello di Kronborg, dove William Shakespeare ha ambientato il suo Amleto.
  7. Uscendo dal nostro continente, il viaggio in treno in assoluto più costoso e lungo (9 mila km) è quello attraverso l’Asia tramite la ferrovia Transiberiana, che attraversa la Russia e raggiunge Pechino o Vladivostok, con possibilità di escursioni a ogni fermata.
  8. Sempre in Asia, si può salire a bordo del lussuoso Maharaja’s Express per rivivere l’epoca dei Maharaja nell’India del nordalla scoperta del patrimonio naturalistico degli Stati del Rajasthan e del Gujarat.
  9. Meno costoso ma ugualmente suggestivo, tanto da essere dichiarato Patrimonio dell’Unesco, il viaggio sul treno a vapore Darjeeling Himalayan Railway, che non prevede escursioni ma rappresenta un magico viaggio attraverso il paesaggio indiano.
  10. In Africa l’elegante treno Rovos Rail Pride of Africa collega Cape Town a Il Cairo, attraversando l’intero affascinante continente.
  11. In Sudafrica, invece, il Blue Traincollega Pretoria a Città del Capo: circa 2 mila km in 27 ore circa a bordo di un albergo a 5 stelle su rotaie.
  12. Spostandoci infine degli Stati Uniti d’America, come muoversi dalla East Coast alla West Coast in treno? Tramite il Southwest Chief che, partendo da Chicago, giunge a Los Angeles dopo 3.631 chilometri, 8 diversi Stati e 3 fusi orari: un’avventura davvero unica per ammirare, come fosse un lungo film, tutto il paesaggio sconfinato degli USA.

Per giovani e studenti che amano attraversare l’Europa in treno, ricordiamo gli sconti di InterRail, tessera ferroviaria che permette la libera circolazione da una nazione a un’altra con prezzi vantaggiosi.