Archivi tag: Mostre Milano

La Chiesa Santa Maria delle Grazie ed il Cenacolo di Leonardo a Milano

Secondo sito italiano in ordine temporale a essere stato incluso tra i Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO (nel 1980), la Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Milano è tra le più alte rappresentazioni del Rinascimento italiano settentrionale.

La Storia

Edificata nella seconda metà del XV secolo da Guiniforte Solari su espresso volere dell’Ordine Domenicano, fu in seguito portata a termine e ampliata dal grande architetto Donato Bramante, su committenza del duca Ludovico Sforza che voleva collocare al suo interno la tomba che avrebbe contenuto le proprie spoglie e quelle della moglie. Bramante si occupò anche della costruzione del grande refettorio.

La Chiesa dell’Ultima Cena di Leonardo da Vinci

Oltre a rappresentare un importante monumento architettonico italiano, ulteriore motivo di valore della Chiesa è rappresentato dal fatto che in essa è custodito uno dei capolavori del genio di Leonardo da Vinci, il “Cenacolo”, anch’esso protetto dalla designazione di “Patrimonio dell’Umanità” e custodito nell’ex refettorio.

Databile tra il 1497 e il 1498, è la più alta rappresentazione dell’Ultima Cena, dotato di una forte carica innovativa rispetto alle precedenti raffigurazioni della medesima scena.

Oltre la solita staticità, il dipinto di Leonardo infonde al contrario movimento a tutte le figure, compresa quella di Giuda, non più isolato dal resto degli apostoli fisicamente ma solo a livello emozionale, come dimostrato dall’incredulità che si legge sul suo viso e dal gesto involontario e improvviso del suo braccio appoggiato al tavolo.

Espressività nei volti e nelle mani, colori brillanti, eccezionale effetto prospettico che consente alle figure di risaltare sullo sfondo. Elementi che ne evidenziano la straordinaria unicità.

Il sito è costantemente oggetto di visite da parte di persone provenienti da tutto il mondo, punto di riferimento nell’ambito del percorso Vinciano che prende forma nel capoluogo lombardo e che consente di scoprire i capolavori artistici del periodo milanese di Leonardo.

Leggi anche

Cosa vedere a Milano in 3 giorni: viaggio tra arte, storia e bellezze architettoniche.

In viaggio verso la città meneghina? Tra bellezze artistiche ed architettoniche e secoli di storia, ecco cosa vedere a Milano in tre giorni. 

Piazza Duomo

Il Duomo di Milano

Piazza Duomo è il cuore della città. Il Duomo, sulla cui cima si erge la Madonnina, è il risultato di cinque secoli di evoluzione architettonica esaltando il gotico, la ricchezza rinascimentale e barocca. La piazza ospita anche il Palazzo Reale, costruito nel 1330, attualmente sede di importanti mostre d’arte internazionale. Fra Piazza Duomo e Piazza della Scala, con il suo famoso teatro, si fa spazio la Galleria Vittorio Emanuele II, il “salotto di Milano” che ospita prestigiose vetrine di negozi e caffè. Da qui è possibile percorrere le famose vie dello shopping milanese e raggiungere la vicina Via Monte Napoleone, tra le più lussuose strade del Pret-à-porter internazionale.

Castello Sforzesco

Castello Sforzesco a Milano

D’obbligo la visita al trecentesco Castello Sforzesco che oggi accoglie mostre, biblioteche e archivi. Per ammirare alcuni esempi di architettura liberty è consigliata una passeggiata su Corso Venezia, che collega Porta Venezia a Piazza San Babila, dove sorge la neo-romanica Chiesa di San Babila nella quale fu battezzato lo scrittore Alessandro Manzoni.

Altra chiesa importante di Milano è la Basilica di Sant’Ambrogio, tra le più antiche della città essendo stata edificata tra il 379 e il 386, e poi ancora il complesso ospitante la Chiesa di Santa Maria delle Grazie con il Cenacolo Leonardesco (Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco).

Altro sito di interesse artistico è il Cimitero Monumentale, che ospita le tombe dei più illustri cittadini milanesi.

Le Pinacoteche di Milano

La pinacoteca di Brera

Ma Milano è anche sinonimo di gallerie d’arte. Il polo più noto è quello formato dalla Pinacoteca di Brera, la Pinacoteca Ambrosiana e il Museo Poldi Pezzoli.

I Musei di Milano

Un ulteriore circuito culturale importante è quello museale, che comprende tra gli altri la Triennale di Milano, sede di esposizioni d’arte moderna os

pitata nel Palazzo dell’Arte di Parco Sempione, il circuito delle Case museo milanesi, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, noto per la mostra permanente su Leonardo Da Vinci, il Museo Civico di Storia Naturale o le istituzioni non profit quali Fondazione Prada e Fondazione Trussardi.

Una passeggiata sui navigli

I Navigli a Milano

Una piacevole passeggiata sui navigli, animati da laboratori artigianali, locali caratteristici e ristoranti, o una romantica navigazione con il battello sul Naviglio Grande può rappresentare la giusta conclusione di una vacanza milanese.

Leggi anche

Cosa visitare a Milano in solo 2 giorni.

Se hai voglia di visitare una nuova città ma hai solo 48 ore a disposizione, Milano è sicuramente una delle scelte migliori tra le principali metropoli europee.
Nonostante sia famosa per essere casa della moda, Milano è ricca di numerosi siti culturali ed artistici. La sua grandezza e gli efficienti mezzi di trasporto pubblici la rendono inoltre perfettamente a portata d’uomo. 

Primo Giorno

Una volta arrivati a Milano da uno dei tre aeroporti principali, consigliamo di dirigervi al centro della città per iniziare l’itinerario dall’area più interessante

Se avete dei bagagli e non volete trascinarli con voi da un’attrazione all’altra durante la giornata, potete utilizzare uno dei punti di depositi bagagli di Stasher sparsi in tutta la città.

Il Duomo, anche considerato simbolo della città, è una delle cattedrali più importanti al mondo e ospita la statua dorata della Vergine Maria. È dotato di un’incredibile terrazza da cui poter ammirare il panorama cittadino, raggiungibile tramite una lunga scalinata o attraverso un veloce ascensore a pagamento.

Dopo aver visitato il Duomo, è il momento di passare per l’adiacente Galleria Vittorio Emanuele II. Camminando lungo la famosa “passeggiata coperta”, tra il complesso mosaico a terra e le soprastanti arcate a vetri, potrete ammirare le vetrine di boutique delle più famose firme al mondo.

Teatro alla Scala di Milano

Usciti dalla galleria, vi ritroverete nei pressi di uno dei più prestigiosi teatri al mondo: il Teatro alla Scala.
Situato per l’appunto in Piazza della Scala, dove si trova anche la sede del comune, il teatro ospita da più di 242 anni i principali artisti di musica classica provenienti da tutte le nazioni del mondo. Un must per gli amanti dell’opera e non.

Al centro della piazza troverete inoltre la statua di Leonardo, dedicata all’illustre Leonardo Da Vinci, ed alcune panchine comunali su cui potervi riposare prima di riprendere il cammino.

La meta successiva è indubbiamente il quadrilatero della moda, così chiamato perché ospita i migliori stilisti di moda e le loro ultime creazioni.

Delimitato da quattro vie – Via Montenapoleone (la più esclusiva e considerata tra le vie più costose al mondo), Via Manzoni, Via della Spiga e Corso Venezia – è ricco non solo di negozi alla moda, grandi magazzini e gioiellerie, ma anche di antichi palazzi, caffè alla moda e musei.

A fine giornata, una volta completato l’itinerario del primo giorno, vi consigliamo di  rigenerarvi provando una delle prelibatezze Milanesi. I più gettonati sono senza dubbio la cotoletta alla milanese ed il risotto con l’ossobuco.

Tra i ristoranti suggeriti troverete sicuramente la Trattoria la Pesa, l’Osteria Borghese ed il ristorante Ratanà.

Secondo Giorno

Nel secondo e ultimo giorno di questa breve ma intensa visita, consigliamo di iniziare visitando Santa Maria delle Grazie.

Il cenacolo di Leonardo da Vinci

Classificata dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità, questa maestosa Chiesa ospita il Cenacolo Vinciano, opera frutto del genio artistico di Leonardo raffigurante L’ Ultima Cena.

Per riuscire a godervi la visita della Chiesa Santa Maria delle Grazia e del refettorio adiacente durante il vostro secondo giorno a Milano, vi consigliamo di prenotare la visita in anticipo.

Non molto distante troverete Parco Sempione, uno dei principali parchi della città e casa de La Torre Bianca. Una volta all’interno del parco, potrete  salire sulla torre alta circa 110m e ammirare l’Arena Civica e l’Arco della Pace oppure rifocillarvi presso uno dei chioschi presenti.

Castello Sforzesco a Milano

Nelle immediate vicinanze del Parco Sempione è situato il Castello Forzesco, costruito da Francesco Sforza nel XV secolo e oggi casa di numerosi musei tra cui la Pinacoteca, il Museo Egizio e le sale Viscontee.
L’accesso è consentito tutti i giorni dal Martedì alla Domenica dalle 9 alle 17.30, ed è possibile visitare tutti i musei pagando un unico biglietto.

Ultima tappa prevista è la Basilica di Sant’Ambrogio. Dall’aspetto inusuale e dotata di due torri in pietra di altezza diversa, è considerata una delle basiliche più antiche.

All’interno dell’immenso atrio principale si possono ammirare diversi reperti archeologici mentre al di sotto del pulpito è collocato il Sarcofago di Stilicone, risalente al XIV secolo ed adornato con splendide scene religiose in rilievo.

Nella Cripta invece sono esposti gli scheletri di Sant’Ambrogio, San Gervasio e San Protasio adornati con i loro migliori abiti.

All’interno della basilica infine, presso la fine della struttura, si trova la cappella dedicata San Vittore, famoso Martire della città.

Dopo aver visitato l’ultima tappa del nostro breve itinerario è arrivato il momento di degustare un ottimo aperitivo prima di lasciare la città.

I Navigli di Milano è il luogo principale in cui la maggior parte dei Milanesi si raduna per godersi uno spritz e qualche snack in compagnia.

I Navigli offrono infatti numerosi locali in cui bere e mangiare in un particolare ambiente fluviale. Rilassatevi e riprendete le energie per il viaggio di ritorno verso casa.

Leggi anche

Le Mostre di Caravaggio in Italia.

Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, è uno dei pittori più amati al mondo. Figura dalla vita controversa, il suo talento, nei secoli, è riuscito a mettere tutti d’accordo circa la grandezza del personaggio.

Considerato il primo grande autore della scuola barocca italiana, la vita di Caravaggio è stata segnata da momenti differenti, spesso coincidenti con i suoi viaggi in Italia.

Dagli esordi milanesi alla maturità a Roma, fino all’ultimo periodo in cui la sua attività si concentrò tra Napoli, Malta e la Sicilia.

Mostre Caravaggio nel Mondo

Nonostante la breve durata della sua vita (Caravaggio morì a 39 anni), il pittore lombardo ha prodotto un numero incredibile di tele esposte nei più importanti musei del mondo: il Louvre a Parigi, l’Ermitage a San Pietroburgo, il Prado a Madrid, la Royal Gallery e la National Gallery di Londra,  il Kunsthistorisches Museum di Vienna, il Musée des Beaux Arts di Rouen, il Metropolitan Museum di New York e il Museo della Co-Cattedrale di S.Giovanni a La Valletta.

Mostre Caravaggio a Roma

In Italia, per ammirare i colori del Caravaggio, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Il maggior numero di opere è conservato a Roma nella Pinacoteca Capitolina, nella Galleria Borghese, nella Galleria Doria Pamphili, nei  Musei Vaticani, nella Galleria Nazionale a Palazzo Barberini e in quella a Palazzo Corsini.

Le chiese di Sant’Agostino, San Luigi dei Francesi, Santa Maria del Popolo offrono al visitatore tele celebri come la Madonna dei Pellegrini, il trittico dedicato a San Matteo e la Crocifissione di San Pietro e di San Paolo.

Mostre Caravaggio a Firenze

Spostandosi a Firenze, Caravaggio è in mostra sia alla Galleria degli Uffizi (con Bacco, Medusa e Il sacrificio di Isacco) che  a Palazzo Pitti (Amore dormiente).

Mostre Caravaggio a Genova 

A Genova, presso la galleria di Palazzo Bianco (Musei di Strada Nuova) è esposto il celebre Ecce Homo.

Mostre Caravaggio a Milano

Tra le opere di Caravaggio in esposizione a Milano ci sono la Cena di Emmaus (Pinacoteca di Brera) e il Canestro di frutta (Pinacoteca Ambrosiana).

Mostre Caravaggio a Napoli

Proseguendo verso sud, Napoli ospita due opere di Caravaggio: la Flagellazione esposta alla Galleria Nazionale di Capodimonte e le Sette opere di Misericordia presso il Pio Monte della Misericordia.

Mostre Caravaggio in Sicilia

In Sicilia al Museo Regionale di Messina possono essere ammirati la Resurrezione di Lazzaro e l’Adorazione dei pastori mentre a Siracusa, nel Palazzo Bellomo, è il Seppellimento di Santa Lucia.

Altre opere in mostra in Italia

Altre opere di Caravaggio, infine, sono esposte anche a Cantalupo Sabino, in provincia di Rieti, a Prato presso la Galleria di Palazzo degli Alberti e al Museo Civico di Cremona.